Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

 

I RACCONTI DI VIAGGIO DEI GIOVANISSIMI STUDENTI DEL PIO XI DI DESIO HANNO TROVATO SPAZIO IN UN’ANTOLOGIA EDITA DAL GRUPPO EDITORIALE L’ESPRESSO

Avventure in giro per il mondo – Ragazze e ragazzi ai quattro angoli del globo”,   è questo il titolo della raccolta di racconti firmati dai ragazzi di prima superiore del collegio desiano

Desio, 10 giugno 2014 – Per una volta nella vita hanno sperimentato l’emozione di diventare autori. Sono i ragazzi delle classi prime dei Licei Linguistico e Artistico e dell’Istituto tecnico economico  del collegio Pio XI di Desio. Gli studenti sono stati coinvolti in un progetto di scrittura creativa che è culminato con la pubblicazione dei loro racconti in un’antologia.

L’iniziativa, curata dalla scuola Twain col fine di promuovere la lettura nelle scuole, si è articolata in due lezioni-laboratorio tenute da Edoardo Brugnatelli - editor Mondadori, in collaborazione con i professori di Lettere del collegio: Chiara Castelletti, Chiara Viganò e Antonio Cernecca. Ai ragazzi è stato proposto di narrare una storia che avesse per protagonista un compagno di classe, ambientandola in un luogo a piacere. Si è pensato in altre parole di mettere insieme una realtà vicina (un compagno di classe) con una lontana, a volte lontanissima (i quattro angoli del pianeta). Da questo contrasto sono nati racconti di ogni tipo: lunghi, corti, tristi, allegri, strambi.

Le storie di questi piccoli autori sono state pubblicate nell’antologia “Avventure in giro per il mondo – Ragazze e ragazzi ai quattro angoli del globo, edita dal Gruppo Editoriale L’Espresso, consegnata nelle mani degli autori durante l’ultimo giorno di scuola, per chiudere in bellezza un anno ricco di esperienze.