Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

 

Al via la nuova edizione del torneo interetnico denominato “Trofeo della Pace”, promosso dalla sezione di Monza della UPF - Universal Peace Federation in collaborazione con la UISP - l'Unione Italiana Sport per Tutti - con l'adesione e il patrocinio del Comune di Monza e di altri Comuni, Province ed Istituzioni. La presentazione e la cerimonia del sorteggio si sono tenuti sabato scorso 17 maggio, presso la Sala Consiliare del Comune di Monza, con i capitani e altri giocatori, alla presenza di Silvano Appiani, Consigliere Delegato allo Sport; Dino Dolci, già VicePresidente dell'Ass. Nazionale Allenatori; Martino Cazzaniga, VicePresidente del Comitato brianzolo della UISP . Un primo articolo, con foto dell'incontro, si può già leggere sul giornale on line "il dialogo di Monza" al link:  http://www.ildialogodimonza.it/trofeo-pace-si-presenta-via/

Queste le parole iniziali di Carlo Chierico, Presidente della UPF Monza e animatore del Trofeo: “La pratica di un'attività sportiva può davvero essere strumento di valori ed ideali che poi si riversano nella vita di tutti i giorni, quando si riconosce nell'altro non più uno straniero sconosciuto ma un'amico, scoperto dapprima come leale avversario su un campo sportivo, partendo dalla passione comune per il gioco”. “Sosteniamo una manifestazione – ha commentato il Consigliere Delegato allo Sport – che oltre a favorire la pratica sportiva promuove i valori dell'amicizia, dell'integrazione, della conoscenza e del rispetto reciproco tra persone residenti sullo stesso territorio ma di diverse culture, tradizioni e nazionalità”.

Giunto alla nona edizione, al torneo parteciperanno circa un centinaio di giocatori, divisi in 8 squadre per quanto riguarda il calcio, più le decine di ragazze e giovani mamme che daranno vita alle partite della pallavolo femminile, facendo del Trofeo della Pace una delle manifestazioni più interessanti per il suo mix di sport e solidarietà. Infatti anche quest'anno al torneo di calcio si affiancherà un torneo interetnico di pallavolo femminile, che si terrà in giornata unica, nel pomeriggio di domenica 25 maggio presso gli impianti sportivi della Scuola Media Zucchi di Monza, grazie alla collaborazione dell'Associazione La Baita dell'oratorio San Giuseppe.

Come “testimonial” dell'edizione 2014 avremo l'ex calciatore Astutillo Malgioglio, che ha militato in diverse squadre di serie A nel ruolo di portiere, campione d'Italia nell'Inter di Trapattoni, quando era il vice di Walter Zenga, e da sempre attivo a favore degli altri e nel sociale con l'Associazione Era77 da lui fondata. Tra le novità di quest'anno ci sarà la collaborazione con la Casa Circondariale di San Vittore a Milano, che prevede alcune partite di calcio e pallavolo femminile tra nostre squadre e i detenuti del carcere. 

Il calcio d'inizio verrà dato domenica 1 giugno e poi si giocherà tutte le domeniche fino alla giornata conclusiva, con la premiazione e la festa finale, che si terrà domenica 22 giugno allo stadio Sada di Monza. Tra le varie squadre, per la prima volta giocheranno i giovani ospiti del Centro Mamma Rita di Monza, seguiti da un educatore e da un allenatore, ed è significativa la loro presenza in occasione del 50° anniversario di fondazione del Centro.

Le partite di calcio si terranno presso vari campi messi a disposizione gratuitamente dalle Società Sportive del territorio, che aderiscono in qualità di sponsor tecnico: l'Associazione La Baita, l'ASD Fiammamonza 1970 e l'AC Monza Calcio 1912. I palloni utilizzati per le partite, come già negli anni scorsi, saranno quelli della campagna “Diritti in gioco” prodotti in Pakistan senza l'utilizzo di manodopera minorile.

Sono previste altre manifestazioni collaterali, dedicate ai giovani sul tema dei valori e l'etica nello sport, allo scopo di ampliarne la valenza sociale ed educativa, ma non mancheranno momenti ludici come la tradizionale festa interetnica. Il programma degli eventi, il calendario e i risultati con foto, resoconti, rassegna stampa, etc. saranno man mano inseriti sul sito web dedicato: www.trofeodellapace.org

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)