Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Rete e social network, le emozioni nell’era digitale. Essere genitori ai tempi di smartphone e tablet.

Confronto con l’esperto del Centro Studi Erickson

Venerdì 22 novembre 2013 alle ore 21 presso il centro socio culturale di via Carlo Porta di Ornago, l’appuntamento è da non perdere. Un’ occasione di confronto con gli esperti proposto dal gruppo Mondo Famiglia Style in collaborazione con Avis comunale di Ornago. Patrocinata dalle Amministrazioni comunali di Ornago e Bellusco la serata di attualità culturale è sponsorizzata da aziende e associazioni del territorio:  Avis Aido di Ornago, Comitato genitori Ornago, Faro, Giovane Montagna e International paper.

Con Michele Facci esperto di tecnologie della comunicazione del Centro Studi Erickson di Trento e brani, spunti di riflessione tratti dal romanzo Non fare il male di Annamaria Vicini si cercherà di approfondire l’argomento “nuove tecnologie” con il duplice obiettivo di dare strumenti e indicazioni, anche pratiche, a insegnanti, genitori, educatori di figli adolescenti e nativi digitali, per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’urgenza di mettere l’argomento al centro della riflessione sociale. L’intervento si prefigge di fornire non competenze tecniche o informatiche bensì la cornice culturale, le modalità di approccio e le indicazioni che possono aiutare e sostenere l’ azione quotidiana a favore della crescita e dello sviluppo dei bambini e dei giovani nell’Era digitale.

La rivoluzione digitale ha influenzato gli stili di vita, di comunicazione, di socializzazione e di apprendimento, ponendo nuove sfide alle famiglie e alle scuole. Genitori e insegnanti si trovano così a crescere ed educare generazioni di bambini che spesso utilizzano in modo naturale, veloce e spontaneo strumenti sconosciuti agli adulti. A volte li scoprono autonomamente, senza che nessuno gliene spieghi pericoli e potenzialità, senza che qualcuno ne regolamenti l’esplorazione. Anzi, accade di frequente che siano i figli a spiegare ai genitori come si usa qualche funzione di un particolare telefono cellulare piuttosto che di un programma per computer.

Il 22 novembre a Ornago si approfondiranno non solo le potenzialità delle tecnologie ma anche i rischi che ne conseguono.

Note sui relatori

Michele Facci.

Esperto di Psicologia Cognitiva e tecnologie della comunicazione (ICTs, Information and Communication Technologies), ha realizzato vari progetti in favore della sensibilizzazione di scuole, organizzazioni, istituzioni e cittadinanza in merito all’utilizzo consapevole delle tecnologie e rispetto a potenzialità e pericoli di internet.Lavora con i settori Formazione e Ricerca&Sviluppo delle Edizioni Centro Studi Erickson. Autore dell’eBook «Le reti nella Rete: i pericoli di internet dal cyberbullismo alle sette pro-ana» e del libro “Generazione Cloud: Essere genitori ai tempi di Smartphone e Tablet”, Erickson.

Annamaria Vicini.

Giornalista e blogger (http://lospiteinquietante.blogspot.it), ha collaborato con quotidiani nazionali (L’Unità, Vivimilano-Corriere della Sera, Il Giorno) e periodici di carattere locale. E’ stata direttore responsabile del sito internet www.cercaweb.it e della Tv a circuito chiuso Mall Tivì. E’ autrice di Non fare il Male (I libri di Emil, 2013) e del romanzo breve C’è qualcuno nel mio letto (Albatros - Il Filo, 2009)