Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email


NOTIZIARIO ENPA - Anno X - Numero 03 - 26 gennaio 2012


IN QUESTO NUMERO:

> Iniziati i lavori per il nuovo canile di Monza

> “Amici Cucciolotti 2012”: protagonista anche una capretta dell’ENPA monzese!

> No alla macellazione rituale: firma la petizione

> Susi, la “Dama bianca”, è andata finalmente a casa!

> Vota l’ENPA di Monza!

> Buffo: un’adozione difficile

> C’è bisogno di voi!

INIZIATI I LAVORI PER IL NUOVO CANILE DI MONZA

Apriamo il notiziario con una telegrafica ma importante notizia. Il 19 gennaio 2012 l'impresa che si è aggiudicata la gara d'appalto per la realizzazione del nuovo parco canile di Monza ha preso possesso dell'area, sita in Via delle Industrie, che è stata cantierizzata e recintata. Il tempo previsto per la consegna è di 18 mesi.
Sul prossimo numero pubblicheremo ulteriori informazioni e qualche immagine.

“AMICI CUCCIOLOTTI 2012”: PROTAGONISTA ANCHE UNA CAPRETTA DELL’ENPA MONZESE!

Torna anche quest’anno il famoso album di figurine, più amato dai bambini, “Amici Cucciolotti” (nell’immagine, la copertina) della Pizzardi Editore, da molti anni grande sostenitore della Protezione Animali. Il 2012 vede una nuova importante iniziativa: acquistando le figurine i bambini contribuiranno al mantenimento di oltre 3.500 trovatelli accuditi in 13 Oasi e rifugi ENPA, tra cui il canile di Monza, fornendo cibo, medicine, attrezzature e giochi. Sarà, in effetti, la più grande adozione a distanza fatta da bambini.
A rappresentare ognuno dei 13 rifugi c’è una simpatica mascotte; per il canile di Monza la scelta è caduta sulla giovane Filippa – o Pippa per gli amici (nella foto sotto). E’ una bellissima capretta che viveva in un allevamento abusivo in Brianza, salvata insieme alla sua famiglia dai volontari ENPA il giorno di Pasqua dello scorso anno, la cui storia abbiamo raccontato sul n. 10/2011 del nostro notiziario (“Alla corte di William e Kate”).

Ma il valore di questa iniziativa non è soltanto “economico”: trattare un tema così delicato su un album di figurine che entra in casa di milioni di famiglie vuol dire, infatti, sensibilizzare piccoli e grandi su un problema sociale di grande importanza, raccontando loro i mille volti dell’abbandono e coinvolgendoli in maniera attiva nell’adozione a distanza.

L’impegno sociale di questa iniziativa si evidenzia ulteriormente con l’attenzione verso i bambini ricoverati in ospedale, attraverso la distribuzione gratuita di intere collezioni ai reparti pediatrici in cui operano i volontari delle oltre 60 Associazioni ABIO.

I bambini troveranno nell’album Amici Cucciolotti 2012 una ricca fonte di meraviglie e record sugli animali del nostro pianeta, da quelli domestici a quelli meno conosciuti, con l’aggiunta di divertenti e interessanti spunti che spaziano dalla geografia alla mitologia! Ogni pacchetto di figurine rappresenta linfa vitale per ENPA, un gesto di solidarietà di coloro che ancora credono in una società migliore dove fare del bene è un atto concreto e non una visione utopistica della vita.

Oltre 2.000.000 di copie verranno distribuite gratuitamente fuori dalle scuole e le figurine sono presenti in tutte le edicole italiane. Troverete l’album in omaggio anche al nostro prossimo banco sabato 18 febbraio in centro Monza.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.enpa.it > Delfini ENPA > Le mascotte, dove è possibile anche leggere le storie e vedere le foto e filmati della capretta Filippa e delle altre 12 mascotte.

NO ALLA MACELLAZIONE RITUALE: FIRMA LA PETIZIONE

L’Ente Nazionale Protezione Animali promuove a livello nazionale una petizione popolare che chiede di abolire la deroga di legge, concessa in Italia con il decreto legislativo 333/98, ad uso della confessione ebraica e musulmana, che permette di macellare gli animali senza stordimento preventivo, come invece espressamente previsto dalla normativa del nostro Paese. La macellazione rituale prevede che l'animale debba essere ancora cosciente quando, con una lama affilata, vengono recisi esofago, trachea e vasi sanguigni fino al totale dissanguamento, con una morte lenta ed atroce.

Naturalmente l’unico modo per non far soffrire un animale è quello di non ucciderlo, optando per la scelta vegetariana o vegana, ma ciò non toglie che obbligarlo a essere cosciente nelle ultime fasi della sua vita sia una barbarie intollerabile.

E’ possibile firmare la petizione online sul sito istituzionale www.enpa.it; al banco ENPA in centro Monza sabato 18 febbraio, in occasione della manifestazione Tutti Matti per i Gatti; o ancora presso la nostra sede operativa di via Lecco 164. La raccolta firme verrà consegnata al Ministro della Salute e al Comitato Nazionale di Bioetica.

SUSI, LA “DAMA BIANCA”, È ANDATA FINALMENTE A CASA!

Quando si dice il caso: un signore entra in un bar, vede un giornale, la Gazzetta della Martesana, lo sfoglia e legge dell’appello di Susi che noi avevamo pubblicato sul nostro notiziario n. 22/2011 e che quella testata aveva riportato sia in prima pagina che all’interno (vedi immagine sotto).
La vigilia di Natale quel signore è già in canile con la sua famiglia: Gianluigi, la moglie Liliana e la figlia Ketty volevano portare via subito Susi, ma è stato necessario che si stabilisse un minimo di reciproca convivenza. Già il primo incontro è andato comunque molto bene: Susi si è fatta portare al guinzaglio, si è fatta accarezzare e ha accettato di prendere dei bocconi dalle loro mani.

Dopo altri incontri positivi finalmente è arrivato il 5 gennaio: Susi era pronta per andare nella nuova casa accompagnata dalle volontarie Simona e Francesca, quest’ultima la volontaria che più di tutti l’ha seguita durante la sua permanenza in canile (con lei nella foto sotto nel suo nuovo giardino). Con qualche fatica Susi è salita in auto alla volta di Dalmine (BG).

Nella nuova casa l’attendevano una super cuccia apposta per lei nella parte posteriore del giardino, separata da quella anteriore dove c'è la rampa del box e il cancello di ingresso (soluzione perfetta e in tutta sicurezza!). Appena arrivata ha cominciato a ispezionare il giardino e ha mangiato un po' di erba, accettando poi di farsi spazzolare e accarezzare dai suoi nuovi padroni. Poi ha fatto la conoscenza di Eros e Sally, i cagnolini maltesi di casa, che sono i re della taverna: Susi non ci è voluta entrare ma era molto incuriosita ma anche spaventata, come sempre nei suoi primi approcci con cani che non conosce.

Il primo giorno di Susi come cane di famiglia è andato alla grande: ha mangiato tutta la pappa (crocchette con pollo allo spiedo!); ha dormito sul divano insieme ai maltesini in taverna (è stata lei a seguirli spontaneamente!), perché quella notte faceva troppo freddo; ha fatto una bella passeggiata…. Insomma: meglio di così non si può! La cosa buffa di questo bellissimo lieto fine è che Susi è stata adottata per vivere in giardino, in pratica ha già preso possesso del divano e di tutte le comodità della casa.

Nessuno potrà toglierle dieci lunghi anni passati in canile (nove a Pantigliate e uno a Monza), ma ora, e fino alla fine dei suoi giorni, Susi avrà una famiglia che saprà darle tutto l’amore che merita.

Ringraziamo di cuore la Gazzetta della Martesana, settimanale che copre anche il Comune di Cernusco sul Naviglio, dove tanti anni fa Susi era stata accalappiata, per aver contribuito concretamente al suo meraviglioso lieto fine.

VOTA L’ENPA DI MONZA!

Avete presente la rubrica “C’è Bisogno di voi?” Questa volta abbiamo davvero bisogno di voi ma non per particolari necessità del canile: adesso chiediamo il vostro voto!
Il circuito di testate giornalistiche iNetweeK (facenti parte di Dmedia Group), infatti, ha da poco indetto il concorso "Associazioni (iN)" che coinvolge tutte le associazioni no-profit registrate nel sito www.associazioni.eu. Partecipa all’iniziativa anche la sede ENPA di Monza e Brianza.

Due sono gli obiettivi dell’iniziativa: contribuire economicamente al sostegno dell’attività del terzo settore e dare la più ampia visibilità ai progetti delle Associazioni presenti sul territorio dei giornali del circuito.

Ogni settimana, fino al 12 marzo, su 34 dei giornali locali del circuito sarà pubblicato un coupon, i lettori potranno ritagliarlo e consegnarlo alla redazione del settimanale di riferimento - nel nostro caso Il Giornale di Monza - con il voto per la propria Associazione preferita

Il voto si può esprimere anche online: acquistando una copia digitale si acquisisce il diritto a esprimere la propria preferenza.

Alle Associazioni territoriali vincenti, quelle cioè che a seguito del giudizio popolare raccolgono il maggior numero di voti, Dmedia donerà 1.000 euro come contributo per il raggiungimento dello scopo sociale che anima l’Associazione. La premiazione finale si terrà alla presenza delle autorità locali, del direttore del settimanale e delle Associazioni in un evento aperto al pubblico e ai sostenitori dell’iniziativa.

Nella seconda fase del concorso le prime tre Associazioni di ogni testata parteciperanno al gran finale, durante il quale una commissione speciale assegnerà il titolo di “Associazione (iN) dell’anno” del Circuito iNetweeK. L’Associazione vincitrice riceverà un assegno del valore di 5.000 euro, alla seconda e terza classificata andranno rispettivamente 3.000 e 2.000 euro.

E non finisce qui: durante una delle 12 settimane, a sorpresa, 50 centesimi per ogni copia venduta del Giornale di Monza saranno devoluti ad un’Associazione e saranno ancora i lettori a decidere a chi assegnare il “loro” contributo. In pratica ogni lettore potrà far giungere nelle casse dell’Associazione che preferisce o alla quale è iscritto il proprio regalo. L’ammontare delle donazioni sarà visibile sul sito internet www.associazioni.eu nel profilo di ogni Associazione. Le donazioni ricevute verranno poi distribuite a tutte le Associazioni nel corso di un’apposita cerimonia!

Ecco solo alcuni delle 34 testate del circuito iNetweeK partecipanti (oltre al Giornale di Monza) dove potrete trovare il coupon per votare: il Giornale di Carate, il Giornale di Seregno, il Giornale di Desio, la Gazzetta della Martesana, il Giornale di Vimercate, La Settimana di Saronno. Ma attenzione: se votate per l’ENPA monzese, il coupon deve essere consegnato presso la redazione del Giornale di Monza, in Via Azzone Visconti 13 (di fianco alla Rinascente), anche se ritagliato da un’altra testata. In alternativa, potete anche portare il vostro coupon presso il canile in via Buonarroti 52 oppure presso la sede di via Lecco 164, e ci penseremo noi a recapitarlo alla Redazione.

BUFFO: UN’ADOZIONE DIFFICILE

E'piccolo di taglia, giovane, carino, "buffo" proprio come dice il suo nome, ti osserva da lontano dietro le sbarre del suo box tranquillamente seduto.
Sembrerebbe impossibile che un cane così non sia ancora stato adottato, eppure il 19 gennaio 2012 Buffo ha "festeggiato" il suo primo anno al canile di Monza, e se abbiamo deciso di fare un appello per trovargli casa è perché siamo consci che lui non è un cane facile. Nonostante molti vengano colpiti dal suo piacevole aspetto, dobbiamo purtroppo far presente a chi è interessato a una sua adozione che Buffo è un cane problematico, molto diffidente e che se non si fida delle persone può avere reazioni fulminee, impossibili da prevedere perché lui non ringhia mai prima di mordere, ma dà solo dei piccoli segnali, difficili da leggere per persone non “esperte" (ad esempio si irrigidisce o ti guarda in un modo tutto particolare).

È un vero peccato, perché con le poche persone che riescono a rompere quel muro di diffidenza che si è costruito (magari frutto delle sue esperienze passate che noi purtroppo ignoriamo - sappiamo solo che è stato accalappiato a Cernusco sul Naviglio) sa essere affettuoso a suo modo, scodinzola, dà leccatine, accetta di farsi accarezzare lungo il fianco (sempre con molta cautela, con lui mai movimenti bruschi!), è molto intelligente, bravissimo nei giochi di ricerca e di attivazione mentale.

È un cane che risente molto lo stress da canile: non ama stare rinchiuso in box senza aver nulla da fare e attendendo con ansia una passeggiata, tanto che, se ne ottiene la possibilità, spesso è talmente eccitato che tira al guinzaglio, ma quando riesce a rilassarsi sembra davvero un altro, cammina tranquillo e sembra meno ostile verso ciò che lo circonda. È molto probabile quindi che in un altro contesto, al riparo da situazioni “stressanti", diventi più gestibile, anche se con i suoi limiti.
Un cane come lui è una sfida: entrare nella cerchia delle persone a lui gradite è operazione difficile ma non impossibile. Per il nostro piccolo Buffo cerchiamo dei padroni che abbiano esperienza di cani, senza bambini che potrebbero spaventarlo con i loro movimenti e provocare reazioni aggressive di difesa; meglio in un contesto (cortile, giardino) dove possa stare libero e non sia costretto a interagire con troppe persone. Ovviamente non sarebbe possibile portarlo subito Buffo a casa, chiunque fosse interessato dovrebbe passare un periodo di reciproca conoscenza affiancato dalla nostra educatrice cinofila.

Buffo è adottabile anche a distanza (per info adozioni.distanza@enpamonza.it).
Le foto: quella a sinistra è il “ritratto Ufficiale”; quella a destra lo ritrae mentre esegue un “lavoro di ricerca”!

C’È BISOGNO DI VOI!

Visto il freddo polare che è sceso sulla nostra provincia in questo periodo, chiediamo di nuovo coperte e plaid di lana, soprattutto grosse, per foderare le cucce dei cani (esclusi piumini, trapunte e coperte imbottite). Sono comunque graditi anche plaid e pile più piccole per le cucce dei gatti. Per il momento non abbiamo necessità di maglioni, lenzuola e asciugamani.
Inoltre, per aiutare alcuni nostri ospiti felini affetti da particolari problemi di intolleranza o allergia, abbiamo necessità di alimenti per gatti di tipo “monoproteico”, sia crocchette che scatolette.

La Befana ringrazia!

Approfittiamo per ringraziare di cuore tutti coloro che venerdì 6 gennaio hanno portato al banco in centro Monza e presso il canile di via Buonarroti 52 cibo, coperte, cucce, giochi e quant'altro per i nostri ospiti pelosi (e deliziosi dolci per i volontari!), in occasione della manifestazione La Befana del Cane e del Gatto.

Ringraziamo i nostri sostenitori inoltre per le offerte, per le iscrizioni all’associazione e per le firme contro la macellazione rituale, che ha riscosso molti consensi (vedi articolo sopra). Ha fatto molto piacere ricevere anche la visita di alcuni nostri ex ospiti, ora felicemente adottati, tra cui Osso, Cipo e la piccola yorkie Jolie, che vedete immortalata nella foto in braccio alla nostra simpatica befana Luciana.

NOTIZIARIO DI ENPA, SEZIONE MONZA E BRIANZA. Hanno collaborato a questo numero Juliet Berry e Lorena Quarta.

SITO DELLA SEZIONE MONZA E BRIANZA. Sul sito www.enpamonza.it, troverete in home page news e appelli. Le schede degli animali in affido sono alla pagina Adozioni > Animali da adottare, divisa poi in cani, gatti e altri animali. La pagina Lieto fine è dedicata agli ospiti del nostro rifugio felicemente adottati. Nella sezione Informazioni > Newsletter troverete le precedenti edizioni di questo notiziario.

SITO NAZIONALI DELL'ENPA. Sul sito www.enpa.it, aggiornato quotidianamente, troverete numerose notizie, informazioni, petizioni e comunicati stampa della sede centrale della Protezione Animali e dalle altre sede locali.

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)