Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

LAVORO E LEGALITA':    DUE VALORI IRRINUNCIABILI

L'ennesimo scandalo ha coinvolto il sistema sanitario lombardo, gli arresti avvenuti in queste ore sono frutto di mesi di indagini serrate che hanno avuto origine da una segnalazione di una figura preposta al controllo dei bilanci. Le indagini hanno riguardato gli appalti delle aziende ospedaliere relativi ai servizi odontoiatrici. Un giro d'affari che si avvicina ai 400 milioni di euro. Dopo le notizie di queste ore riguardanti l'operazione frutto delle indagini della Procura di Monza sono enormi le preoccupazione delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti delle società coinvolte sul proprio futuro dopo la decapitazione dei vertici aziendali. La Camera del Lavoro di Monza e Brianza e la FP CGIL territoriale ribadiscono il proprio sostegno al lavoro della magistratura e il proprio impegno quotidiano a difesa della legalità e dell'occupazione. Abbiamo assistito in questi anni al disvelarsi del pericoloso intreccio criminale che permea il nostro tessuto produttivo e di servizi. Solo pochi anni fa siamo stati testimoni del crollo di un sistema politico regionale che faceva della sanità la gallina dalle uova d'oro.  Abbiamo conosciuto una Brianza colonizzata dalle organizzazioni criminali e il diffondersi del malaffare. La storia si ripete. Condanniamo e combattiamo con tutte le nostre forze il degrado morale ed economico del territorio. “Le centinaia di lavoratrici e lavoratori vittime di quest'ultima vicenda non devono temere, saremo al loro fianco per ripristinare la legalità e garantire la salvaguardia dell'occupazione e del reddito. I costi sociali di questi orrendi crimini non possono e non devono ricadere su chi del proprio lavoro vive e contribuisce tutti i giorni a garantire servizi indispensabili ai cittadini” ribadisce Michele Giandinoto segretario  della FP-CGIL MB – e continua – Dalle prime ore stiamo monitorando l'evolversi della situazione, sia nei suoi risvolti giudiziari che nelle sue ripercussioni societarie e lavorative. Chiediamo alle lavoratrici ed ai lavoratori di attenersi alle indicazione che di volta in volta il sindacato sarà in grado di dare.”

Prosegue poi Simone Pulici segretario CGIL MB “L'obiettivo che ci poniamo congiuntamente è quello di attraversare questa complicata fase per approdare ad una migliore, fatta di tutele e ripristino della legalità. Gli strumenti che abbiamo a disposizione ci sono forniti dalla legge: lavoreremo con rinnovato impegno per far si che i piani anticorruzione delle pubbliche amministrazioni diventino finalmente uno  strumento di lavoro a disposizione del protagonismo di chi ci lavora quotidianamente. Una sicurezza possiamo fin da ora darla: mai ci arrenderemo a questo stato di cose.”

Monza, 18 febbraio 2016

Ufficio Segreteria e Comunicazione

CGIL Monza e Brianza

Via Premuda, 17 - 20900 Monza MB

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)