Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

heart - PULSAZIONI CULTURALI 

vi invita all'inaugurazione di 
Coefficiente spazio  Giorgio Celon, Nadia Galbiati, Fabio Giampietro, Attilio Tono 
domenica 19 giugno, ore 18.30

In occasione dell'inaugurazione sarà possibile provare la straordinaria esperienza di Hyper Planes of Simultaneity,  progetto di Fabio Giampietro che introduce nell'arte la tecnologia del visore Oculus Rift.

Raccontare il valore del quadrato e della figura pura in storia dell’arte è impresa pressoché impossibile, che supera di gran lunga i confini del Rinascimento: basterebbero i quadrati e le forme pure di tanto Novecento (da Malevic al Costruttivismo, da Albers a Mondrian) per immaginare un percorso suggestivo e ricco di spunti di riflessione che insista su questo tema. Ma a condurre il gioco qui non è il valore della forma regolare nelle sue implicazioni trascendenti e mistiche, non è nemmeno il concetto di assoluto che sottende alla perfezione di un quadrato, ma la trasformazione di un solido geometrico in uno spazio idealmente o fisicamente percorribile: lo sviluppo della percezione di una forma regolare nella dimensione spaziale e nella rappresentazione di un luogo urbano, trasposizione in chiave attuale della città ideale, nelle sue differenti ipotesi e possibilità.

(Simona Bartolena, estratto dal testo in catalogo) 

La mostra nasce ispirandosi alle suggestioni degli scritti pierfranceschiani e degli studi prospettici rinascimentali e propone quattro artisti che da sempre riflettono sul concetto di relazione tra figura geometrica e ambiente circostante e sulla percezione spaziale. Figlie di tecniche, stili, ricerche diverse le opere di Celon, Galbiati, Giampietro e Tono si mettono in dialogo negli spazi nitidi ed essenziali dello Spazio heart, in una mostra che fa del rigore strutturale e dell’assenza cromatica due elementi di riferimento. 

Coefficiente Spazio

Giorgio Celon, Nadia Galbiati, Fabio Giampietro, Attilio Tono

una mostra a cura di Simona Bartolena 

19 giugno – 10 luglio 2016

heart – SPAZIO VIVO

Via Manin 2, angolo via Trezzo, Vimercate, Mb

Orari di apertura

venerdì, sabato e domenica dalle 16.00 alle 19.00

e in occasione degli eventi in calendario

per info: www.associazioneheart.it

Come di consueto l'area bookshop dello Spazio heart ospiterà per tutto il periodo della mostra anche un'opera del progetto Lascia un segno. Questa volta tocca a un lavoro a due mani di Matteo de Nardo e Vieri Dalla Chiesa. 

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)