Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Print Friendly, PDF & Email

20110330-falzone

Giovanni Falzone chiude la stagione al Villoresi di Monza con un tributo a Coleman. L'intervista

Domenica 3 aprile alle 21 sul Palco del Villorsi di Monza, Giovanni Falzone con il suo "Around Ornette" - tributo a Coleman, uno dei grandissimi del jazz - chiuderà la stagione 2010-2011 di Lampi. Il trombettista si era esibito l'ultima volta in città con uno spettacolo quella volta dedicato ad altri due mostri della musica, Jimi Hendrix e Miles Davis. Oggi torna con una formazione d'eccezione composta da Francesco Bearzatti, Beppe Caruso, Paolino Dalla Porta e Zeno De Rossi.

Dopo il travolgente tributo a Hendrix e Davis eccone uno a Coleman. Cosa dobbiamo aspettarci stavolta?
Around Ornette è un progetto dal suono completamente acustico con tromba, sax, trombone, contrabbasso e batteria. Per me significa entrare in intimità, seppure mistica, con uno dei musicisti che più ha influenzato il mio modo di intendere la musica e la libertà espressiva.

Ci sarà spazio per le tue composizioni o saranno esclusivamente interpretazioni?
Il repertorio sarà formato da 4 brani di Coleman intrecciati a 4 di mia composizione. Il tutto arrangiato da me stesso secondo una visione di jazz contemporaneo in modo da dare un suono omogeneo a tutto il quadro sonoro.

Cosa guida le tue scelte quando devi selezionare fra i mostri sacri quale affrontare?
Ci sono dei musicisti che più di altri hanno toccato e continuano a toccare la mia sensibilità di musicista. Questo è sicuramente un primo grande stimolo che mi fa puntare l’obbiettivo su un musicista da approfondire… una volta individuato mi piace l’idea di interiorizzarlo e renderlo più vicino possibile al mio modo di concepire la musica.


"Around Ornette" diventerà anche un disco live. Fra palco e studio, qual è da dimensione in cui ti senti più a tuo agio, quella che consideri più tua?
Si, verrà registrato live lunedì 4 aprile all’Auditorium Parco della Mmusica di Roma. Sicuramente mi sento più a mio agio sul palco, anche se i dischi che ho pubblicato fino ad ora li ho sempre registrati in studio… Però anche qui mi sento di aggiungere che anche in studio cerco di ricreare la situazione più vicina possibile al live: molti dischi li ho registrati senza separazioni tra i musicisti quindi suonando tutti nella stessa sala.

Cosa accomuna i tuoi compagni di formazione a te e fra loro?
Sicuramente la curiosità e l’interesse per questo tipo di approccio al jazz: fresco, imprevedibile e privo di preconcetti.

Consigli musicali per i nostri lettori?
Consigli, non è mai facile... ma mi auguro di poterli vedere domenica 3 aprile al Teatro Villoresi di Monza e che possano rimanere incuriositi dal nostro modo di concepire la comunicazione.

 

i Lampi di Musicamorfosi 2010_2011
Teatro Villoresi p.zza Carrobbiolo 8, Monza
:
Biglietti
Platea €25 -Ridotto platea €22 - Galleria €18 -Ridotto galleria: €15, Under 18 €6
Ridotti per Over 65, under 25 e convenzionati (consultare sito www.ilampi.it)
Prevendita attraverso il circuito Vivaticket by Charta,
www.vivaticket.it
e alla ProMonza
di Piazza Carducci tutti i giorni 9.00/12.00 - 15.00/18.00 tel. 039.323.222
Infotel. 331 4519922 mail info@musicamorfosi.it
www.musicamorfosi.it - www.ilampi.it

 

Gli autori di Vorrei
Antonio Cornacchia
Author: Antonio CornacchiaWebsite: www.antoniocornacchia.com

Grafico e art director, ho studiato all'Accademia delle Belle Arti.
Curo campagne pubblicitarie e politiche, progetti grafici ed editoriali. Siti web per testate, istituzioni, aziende, enti non profit e professionisti.
Sono giornalista pubblicista dal 1996 e dirigo Vorrei.

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.

I miei ultimi articoli