20091119-operai_yamaha

Chiuso l'accordo ora l'attenzione è puntata alla riqualificazione industriale

Riceviamo e pubblichiamo

Raggiunta faticosamente nella serata di ieri l'intesa che prevede l'utilizzo della CIGS per due anni per il settore metalmeccanico di Yamaha Motor Italia di Gerno di Lesmo.

Ora bisognerà concentrarsi con il massimo sforzo sul progetto di riqualificazione industriale presentato alla Fim Cisl e dalla stessa sottoposto a tutte le istituzioni, Provincia Monza e Brianza, Regione Lombardia, Governo.

Questo progetto che vedrebbe la realizzazione di auto elettriche e che dovrà essere sviluppato all'interno di un dettagliato piano industriale, diventa la vera occasione per uscire in modo positivo da una vicenda condotta in modo completamente sbagliato da parte di Yamaha, sia nella decisione assunta che nel comportamento tenuto durante l'intera vertenza.

L'obbiettivo rimane pertanto la riqualificazione industriale, il recupero delle competenze professionali e di tutta l'occupazione oggi presente in Yamaha Motor Italia, così come previsto dal progetto stesso.

Soddisfazione parziale da parte del sindacato Fim Cisl Brianza in particolare per l'attegiamento ostico tenuto sino all'ultimo da parte dell'azienda sulla parte economico dell'intesa.

Questa mattina alle 10.30 si terrà una assemblea davanti ai cancelli per illustrare l'intesa stessa.

L'intesa verrà sottoposta ad approvazione da parte dei lavoratori per diventare definitiva, così come precisato in una lettera consegnata al Ministero da parte di Fim Cisl e RSU metalmelmanici.

Cordiali saluti

Gigi Redaelli

 

Segretario generale Fim Cisl Brianza

Gli autori di Vorrei
Vorrei