Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Sindaco Monza proroga fino a marzo ordinanza contro accattonaggio molesto. In sei mesi Polizia locale ha denunciato più di 200 persone.

Monza, 3 febbraio 2015 - Più di 200 persone sono state denunciate all'autorità giudiziaria per aver violato l'ordinanza del Comune contro l'accattonaggio molesto in punti specifici della città (stazione, zona fontana di largo Mazzini, alcune aree di parcheggio, supermercati e aree verdi cittadine). Il provvedimento è stato firmato nell'estate scorsa dal sindaco Roberto Scanagatti e prorogato, su proposta dell'assessore alla Sicurezza Paolo Confalonieri, fino al prossimo mese di marzo. La nazionalità delle persone denunciate registra la presenza di più di 100 cittadini rumeni, una cinquantina di italiani è una trentina di slovacchi. Il report è stato stilato dalla Polizia locale ed è il risultato dell'attività condotta nei sei mesi di validità dell'ordinanza. Questa è stata adottata in seguito a una campagna condotta dal comando dei vigili, durante la quale sono stati messi sotto osservazione puntuale comportamenti di diverse persone stazionanti nei pressi di alcuni luoghi cittadini specifici. Queste persone, è stato rilevato, spesso sono state colte in stato di ubriachezza per l'eccessivo consumo di alcolici nella pubblica via o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, manifestando di conseguenza comportamenti palesemente aggressivi, soprattutto nei confronti di anziani e di donne con bambini. "L'ordinanza è uno strumento che abbiamo scelto di applicare in situazioni precise da tempo segnalateci come critiche e non rappresenta crociate contro nessuno - commenta l'assessore alla Sicurezza, Confalonieri. È un deterrente che in questi mesi si è rivelato utile per scoraggiare comportamenti non sopportabili dai cittadini, che hanno diritto alla tutela della loro tranquillità. Lo strumento è sempre stato affiancato dall’offerta alle persone che lo richiedono di percorsi di uscita dal disagio, anche grazie alla disponibilità e al lavoro del personale dei servizi sociali del Comune e delle associazioni di volontariato che affiancano l’amministrazione". Il testo dell'ordinanza è consultabile sul sito internet del Comune: www.comune.monza.it

Ufficio stampa del Comune

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?