Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

OZONO OLTRE LA «SOGLIA DI INFORMAZIONE»
Un invito rivolto a tutti, ma in particolare alle fasce più deboli della popolazione:
anziani, bambini e affetti da particolari patologie a limitare le attività all’aria aperta nelle ore più calde

Monza, 28 giugno 2019Ozono oltre la «soglia di informazione». I dati che provengono da «ARPA Lombardia», l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, indicano che la concentrazione di ozono nell’aria in questi giorni, a causa dell’ondata di caldo, si è alzata a Monza e in tutta la Brianza.

Nella nostra città giovedì 27 giugno la centralina di via Machiavelli ha fatto registrare una concentrazione di ozono di 225 µg/m³, superando i 180 µg/m³ della «soglia di informazione» (Dati «ARPA Lombardia»).

«I valori di ozono in atmosfera – spiega l’Assessore all’Ambiente Martina Sassoli – sono scesi sotto la soglia di allarme, ma dobbiamo mantenere alta l’attenzione. Le temperature elevate saranno in lieve calo tra oggi e sabato, mantenendosi comunque ancora al di sopra della media stagionale. Conseguentemente, rimarranno elevati anche i livelli di ozono. Pertanto è necessario evitare totalmente ogni tipo di attività all’aperto. Penso, soprattutto, ai numerosi sportivi della nostra città ai quali in questi giorni particolari si sconsiglia di allenarsi all’aperto, in particolare al Parco di Monza, dove la concentrazione di ozono è più alta, tra mezzogiorno e le 16. Inoltre invito i cittadini, soprattutto le fasce più deboli della popolazione come anziani, bambini e persone affette da particolari patologie, a non uscire nelle ore più calde della giornata».

L'ozono è un gas naturale presente nella zona più alta dell'atmosfera che protegge la terra dai raggi UV, mentre nella fascia più bassa dell'atmosfera la sua presenza nell'aria che respiriamo può essere nociva per la salute: irritazioni agli occhi, al naso, alla gola e all’apparato respiratorio, un senso di pressione sul torace e tosse, a causa di un’azione irritante nei confronti delle mucose. Inoltre l’ozono può portare ad una maggiore predisposizione ad allergie delle vie respiratorie. I rischi per la salute dipendono, comunque, dalla concentrazione di ozono presente e dalla durata dell’esposizione.

I dati di concentrazione giornaliera di ozono e dei principali inquinanti sono disponibili sul sito di ARPA Lombardia, nella sezione «Qualità dell’aria» (www.arpalombardia.it), raggiungibile anche dalla home page del sito del Comune di Monza (www.comune.monza.it).

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)