Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

testata-rubriche

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

batman1102151280jpg 997059 1280w

Le finestre del fumetto sono più discrete di quelle del cinema. Non a caso il diffondersi della televisione, a partire dagli anni Cinquanta del secolo scorso, ha spostato progressivamente gli spettatori dalle sale ai salotti. Tra le mura di casa il voyeurismo è più accettabile.

 

Print Friendly, PDF & Email

valigialibri 103 a

Andiamo alla stazione, dove passano i treni che non fanno sosta.

 

Print Friendly, PDF & Email

gemma allen 1477138 unsplash

La posta del cuore di Vorrei «Lei vive con un cane di piccola taglia, che a volte porta a casa mia e che mio figlio adora. Forse non dovrei nemmeno pensare questa cosa, ma ho la netta sensazione che l’affetto che ha per il suo cane, sarà sempre superiore alla cura e all’attenzione che avrà per mio figlio.»

 

Print Friendly, PDF & Email

raw

Moebius diceva «Siamo stufi di storie a forma di casa, con una porta per entrare, una finestra per guardare fuori e il camino per far uscire il fumo. Vogliamo storie a forma di farfalla, di campo di grano o di fiamma di cerino.» Le “case” di Chris Ware, Art Spiegelman, Robert Crumb, Roberto Innocenti e Richard McGuire.

 

Print Friendly, PDF & Email

AlberodellaVitaedellaMorte

Prima di essere il lascito un po’ pacchiano che un’Esposizione Universale ha fatto alla città di Milano, l’Albero della Vita è stato uno degli innumerevoli modi con i quali il Medioevo ha tentato di ricordarci la nostra caducità.

 

Print Friendly, PDF & Email

20190410 vailigiadeilibri 102 a

Apro il libro. Faccio scorrere le pagine, sono tutte immacolate. Prendo un altro volume da uno scaffale. Anche su quella copertina è stampato “Cervantes, Don Chisciotte”, ma anche quelle  pagine sono prive di scrittura.

 

Print Friendly, PDF & Email

paul hanaoka 608788 unsplash

La posta del cuore di Vorrei. «Mi sento offesa per la modalità e non so come affrontare l’argomento con lei. Mi sento in crisi anche come educatore, i valori a cui credo molto sono stati ignorati proprio da mia figlia.»

 

Print Friendly, PDF & Email

Caspar David Friedrich

La posta del cuore di Vorrei. «Nella città in cui ho vissuto ho chiuso una relazione che durava da oltre 15 anni, non mi sono sposato e non abbiamo avuto figli, non per scelta mia, comunque sia  è stata una relazione importante.»

 

Print Friendly, PDF & Email

20190219 valigialibri 101 a

“Dove andiamo? Per ora andiamo al mercato di San Colombano. Poi si vedrà.” “Veniamo anche noi ” dicono i fuggitivi accodandosi ai fantasmi che si sono rimessi in marcia.

 

Print Friendly, PDF & Email

20190207 valigia libri 100 a

Ci eravamo rifugiati nel paese dove mia madre era nata, dove abitavano le sue sorelle e dove viveva mia cugina Anna figlia della zia Lidia. Anna aveva la mia stessa età e aveva fatto i miei stessi studi.

 

Print Friendly, PDF & Email

20181212 valigialibri 099 a

Tali e quali le illustrazioni della Enciclopedia del nonno Siro. Alteri sui loro altissimi cammelli.

 

Print Friendly, PDF & Email

20181026 valigialibri 098 a

 L’Arcangelo Gabriele e la cornacchia sono davanti alla porta del nonno. Bussano. Tutto zitto. Eppure il lumino è acceso dietro la finestra. Bussano ancora. Nessuna risposta.

 

Print Friendly, PDF & Email

20180913 valigialibri 097 a

 Rosetta deve occuparsi di far stampare e affiggere sui muri della città il manifesto funebre con l’elogio del defunto e il dove e il quando si sarebbero svolte le esequie, possibilmente nell’aula magna del Ginnasio

 

Print Friendly, PDF & Email

20180629 valigia libri 096 a

È una bella giornata, fredda ma limpida. Nella piazza la fontana zampillante è piena di pesci rossi.  E’ la piazza della stazione. Nella stazione c’è un pappagallo che mi saluta

 

Print Friendly, PDF & Email

20180513 valigia 095 a

E nei corridoi orchestrine di violini a suonare orientali zingaresche. Finché non era accaduto l’irreparabile. Il sottufficiale, marito di Celeste, aveva scritto una seconda cartolina dall’Affrica: “Ti aspetto a Tripoli.”

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)