Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Print Friendly, PDF & Email

IL PD di Monza scopre le carte nascoste dell'amministrazione Mariani e le "tante richieste in arrivo" di cui parlava il sindaco si rivelano essere solo due

Scoop del Partito Democratico di Monza. Pubblicati finalmente i nomi dei due raggruppamenti d'impresa che hanno partecipato al bando di gara che, come denunciamo da tempo, rischia di svendere la Villa Reale per un piatto di fagioli.

Faccio notare due cose.

Primo: possibile che questa informazione, dopo essere stata lungamente richiesta, debba arrivare da un partito e non dal soggetto istituzionale, il Consorzio? Quale trasparenza ha questo bando di gara pubblico, se le informazioni vengono diffuse con il contagocce, come se fossero una graziosa concessione e non un dovere?

Secondo: solo due partecipanti. Il minimo, perché ovviamente con un solo partecipante il bando non avrebbe avuto senso. Bruttissimo segnale. Il Sindaco aveva parlato di numerose richieste per essere invitati al Bando e ricevere la documentazione.

Evidentemente, tra gli operatori del settore si è ritenuto che non convenisse partecipare. Eppure le condizioni economiche sono esageratamente a favore dei partecipanti, come abbiamo da tempo dimostrato. Allora perché mai solo due partecipanti?

Io una risposta ce l'ho.

 

Dal blog di Gimmi Perego