Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Print Friendly, PDF & Email

20091127-Cemento

Le opposizioni raccolgono le firme contro la variante al PGT
che ricoprirà di edifici le poche, ultime aree libere del capoluogo

Le forze di minoranza presenti in Consiglio comunale, PD, Lista Faglia e PRC hanno promosso la petizione “Salviamo il verde” rivolta a tutti i cittadini, di ogni colore politico, che sarà consegnata al Sindaco durante la prossima discussione della variante "Romani" al PGT. Come si è potuto vedere sulla stampa degli ultimi 2 mesi, la variante propone di cementificare tutte le residue aree libere in città, sia quella agricole (Cascinazza, in testa alla lista, ma anche San Fruttuoso, ex Cave, ecc.) che quelle residuali nell'edificato, per diversi milioni di metri cubi. Qualora venisse approvata, si preannuncia un vero disastro ambientale per la città.

Sotto riportiamo un breve articolo de “Il Giorno” che parla della conferenza stampa tenuta qualche giorno fa. Inseriamo anche il testo della petizione e il modulo per la raccolta delle firme che, come detto sopra, è rivolta a tutti i cittadini residenti. Tutti possono essere parte attiva scaricando il modulo e il testo e facendolo firmare. Un consiglio: se non avete molto tempo (o non volete fare molta fatica), potete pur sempre portare e lasciare il modulo in un un negozio amico o in un bar; nella vostra  portineria; a un' insegnante che conoscete; potete darlo agli iscritti della vostra o di altra associazione; sul posto di lavoro; ad una manifestazione pubblica; altri momenti di ritrovo con persone sensibili al tema; a fratelli, parenti, cugini, amici e amiche.

 

20091127-foto

 

Non è stato ancora stabilito un termine preciso di tempo, però è necessario muovervi da subito. La situazione del PGT si preannuncia molto pesante. L'obiettivo è quello di raccogliere alcune migliaia di sottoscrizioni.


Un’ultima considerazione: alcuni storceranno il naso perché l'iniziativa parte dal livello politico (non sempre meritevole di assoluta fiducia) ma qui si tratta di far prevalere un'idea e soprattutto il concetto di tutela del proprio territorio e del suo verde. È necessario mettere un po’ da parte i propri  accenti critici (e anche forse il proprio "ego"), per difendere invece il futuro e il destino della città di Monza. Un impegno per tutti, che si potrà far valere maggiormente, anche sulle forze politiche, qualora le firme raccolte siano migliaia.

 

20091127-giorno

 

 

Scarica da qui i moduli e partecipa alla raccolta di firme:

 PETIZIONE_PGT_testo_PDF.pdf

 PETIZIONE_PGT_modulo_firme_PDF.pdf

 

Gli autori di Vorrei
Giorgio Majoli
Author: Giorgio Majoli

Nato nel 1951 a Brescia, vive a Monza dal 1964. Dal 1980 al 2007, ha lavorato nel Settore pianificazione territoriale del Comune di Monza, del quale è stato anche dirigente. Socio di Legambiente Monza dal 1984, nel direttivo regionale nei primi anni ’90 e dal 2007, per due mandati (8 anni). Nell’esecutivo del Centro Culturale Ricerca (CCR) di Monza dal 1981. Ora pensionato, collabora come volontario, con associazioni e comitati di cittadini di Monza e della Brianza, per cercare di migliore l’ambiente in cui viviamo.Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.

I miei ultimi articoli