Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Print Friendly, PDF & Email

 

È iniziato a Meda il tour di Insieme in rete per uno sviluppo sostenibile


La prima serata è partita proprio il giorno in cui il Cipe ha approvato definitivamente il progetto di Pedemontana e ha visto la partecipazione di circa 180 persone, in gran parte cittadini e associazioni delle cittadine confinanti, Lentate, Seveso e Cesano Maderno. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Lentate sul Seveso e  l'assessore all'urbanistica di Meda, Luca Santambrogio.

Il tema della discussione non è più quindi essere a favore o meno dell'infrastruttura, quanto piuttosto come questa si inserisce nel contesto iper-urbanizzato della città continua. Questo è stato il tema portato nell'intervento centrale di metà serata dal professor Arturo Lanzani, un passo avanti nella consapevolezza del presente oltre le sindrome Nimby. “Io abito a Seregno” ha affermato Lanzani “le nostre cittadine ormai sono un'unica città, i miei, i nostri figli si spostano nelle varie località per le loro esigenze scolastiche, sportive o ricreative, attraversando in più direzioni il tracciato segnato da Pedemontana”. “L'autostrada sarà interessata soprattutto dal traffico locale, cioè dalla nostra mobilità e dagli spostamenti dei numerosissimi veicoli del sistema produttivo brianzolo”. Il problema principale è come preservare e riqualificare gli spazi residui non edificati tra i comuni, rendere fruibili a tutta la comunità le poche aree a verde superstiti come il Bosco delle Querce, il Parco delle Groane, Il Parco del Meredo ecc.

 

alt

 

Gli interventi di Paolo Conte, Iolanda Negri e Alberto Colombo hanno messo a fuoco le criticità locali del tracciato e hanno posto l'attenzione sulle osservazioni e sulle richieste migliorative presentate dalle associazioni in rete. E' intervenuto anche l'assessore all'urbanistica di Meda Luca Santambrogio, che ha puntualizzato l'impegno dell'amministrazione ad appoggiare i miglioramenti proposti.

Successivamente, nel corso del dibattito pubblico, sono intervenuti esponenti della lista Con Buraschi per Meda, che recentemente ha presentato alla commissione europea una petizione sui rischi possibili della diossina presente sui terreni interessati dal tracciato. Con la movimentazione della terra c'è il forte rischio di riportare in superficie la diossina, inquinante ricaduto nell'area 30 anni fa a causa dell'incidente occorso alla ditta chimica Icmesa di Meda.

 

alt

 

Fanalino di retroguardia Nimby rimane il Sindaco di Seregno che è intervenuto a mezzo stampa con un roboante comunicato in stile formigoniano: “No al terrorismo verde che blocca sempre il progresso del territorio”

Giacinto Mariani ha così attaccato l'iniziativa medese, dimenticandosi di quando egli stesso alzò fragorosamente la voce in riposta alla richiesta fatta da numerosi cittadini della variante B2 veloce, solo perché interessava terreni del suo comune.

Sono intervenuti anche altri rappresentanti di associazioni e liste, come SevesoViva e vari cittadini, tutti per esprimere preoccupazioni sugli scenari futuri del contesto territoriale. Le cose da dire erano troppe, tanto che l'assemblea si è conclusa dopo la mezzanotte dandosi appuntamento ai prossimi incontri che si terranno nelle vicinanze, Desio e Seveso.

 

alt

 

Il prossimo incontro del Road-Shock

Venerdì 13 novembre ore 21
Vimercate auditorium biblioteca


Paolo Conte, di Insieme in rete
Arturo Lanzani, politecnico di Milano
Dante Spinelli, agronomo per l'Assoparchi del Vimercatese
Corrado Boccoli, amministrazione di Vimercate
Paolo Brambilla, sindaco di Vimercate
conduce Pino Timpani, dell'Assoparchi Vimercatese

 

Tutte le info su: http://www.alternativaverde.it/rete/

Vedi anche: http://www.vorrei.org/ambiente/1478-il-road-shock-si-presenta.html

 

Gli autori di Vorrei
Pino Timpani
Author: Pino TimpaniWebsite: http://blog.libero.it/PinoTimpani/

"Scrivere non ha niente a che vedere con significare, ma con misurare territori, cartografare contrade a venire." (Gilles Deleuze & Felix Guattari: Rizoma, Mille piani - 1980)
Pur essendo nato in Calabria, fui trapiantato a Monza nel 1968 e qui brianzolato nel corso di molti anni. Sono impegnato in politica e nell'associazionismo ambientalista brianzolo, presidente dell'Associazione per i Parchi del Vimercatese. Ho lavorato dal 1979 fino al 2014 alla Delchi di Villasanta, industria manifatturiera fondata nel 1908 e acquistata dalla multinazionale Carrier nel 1984 (Orwell qui non c'entra nulla). Nell'adolescenza, in gioventù e poi nell'età adulta, sono stato appassionato cultore della letteratura di Italo Calvino e di James Ballard.

digilander.libero.it/pinotimpani/

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.

I miei ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)