Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Print Friendly, PDF & Email

20150324 gerosa

Giorgio Gerosa ci parla del seminario che si terrà sabato 28 a Desio con la partecipazione di politici, tecnici e ambientalisti locali

 

Giorgio Gerosa, coordinatore del Pd di Desio, è parte del ricambio generazionale che ha portato negli ultimi anni una serie di giovani di 20-30 anni alla guida della politica locale in città come Desio, Brugherio, Arcore, Villasanta e altre ancora. Sull'onda di questo rinnovamento la città di Desio, dopo il naufragio dell'amministrazione di centrodestra e l'inchiesta Infinito sul malaffare della 'ndrangheta, si è caratterizzata come precorritrice di un cambio radicale nel modello amministrativo. Come primo atto l'amministrazione desiana ha aderito al concetto di stop al consumo di suolo e approvato di conseguenza una variante al Pgt, riducendo drasticamente le trasformazioni urbanistiche e cancellando 1 milione di mq edificabili. Una scelta politica che ha fatto scuola in Brianza e subito seguita a ruota da Monza, con altrettanti volumi edificabili cancellati e poi ancora da Lissone. 

 

20150324 via mascagni1

Desio: area Via Mascagni, verso Muggiò, 130.000 mq circa, avrebbe dovuto sorgervi un enorme centro commerciale PAM

 

In questo percorso di attenzione al territorio e al consumo di suolo, il giovane coordinatore desiano si è fatto promotore di una iniziativa che coinvolge politici, tecnici e ambientalisti locali. Se ne discuterà sabato prossimo a Desio.

Giorgio Gerosa, che novità offre il seminario di sabato?
Anzitutto il metodo con cui è stato costruito: è il frutto di uno sforzo organizzativo paritario tra rappresentanti di Partito Democratico desiano e provinciale, esponenti dell’associazionismo ambientalista, amministratori locali e competenze tecniche. Il che non è scontato, in tempi di decisionismo verticistico.

Anche la struttura dell’incontro è stato pensato come elemento di novità?
Si. I rappresentanti del Partito Democratico, a livello nazionale, regionale e provinciale, interverranno e discuteranno con il pubblico, ma soprattutto si porranno in condizione di ascolto dei contributi tecnici e della conoscenza militante portati dal mondo dell’università, dell’associazionismo, della valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, delle amministrazioni cittadine. Una piccola sfilata di consigli, indirizzi, inviti che potrebbe essere utile, nei limiti di un convegno, per seminare buone pratiche. E anche questo non è scontato.

Tuttavia non si parlerà solo di consumo di suolo?
Ovviamente il contenuto del confronto è ampio. E' ambizioso il tentativo di racchiuderlo in quattro ore di dialogo intenso: racchiude in sé il tema del consumo di suolo, delle scelte infrastrutturali e connettive, della pianificazione urbanistica, del rapporto tra spazi aperti, spazi costruiti e servizi urbani, di regole edilizie e della valorizzazione del bello, sia a livello paesaggistico che di manufatto umano. E tanto altro. Insomma, prevedo che gli spunti non mancheranno.

Che risultato pensate di raggiungere?
L’ambizione, come negli altri incontri dei Dialoghi Democratici (incontri di dibattito e formazione mensile coordinati dal nostro circolo desiano) rimane quella di concentrarsi sui fatti e sulle politiche pubbliche che incidono quotidianamente sulla vita dei cittadini, sfrontando la selva di polemiche tra fazioni che nulla aggiungono alla comprensione delle decisioni di rilevanza collettiva.

 

 20150324 parco del paladesio

Desio: la realizzazione del parco del Paladesio

 

Governare il territorio, salvare il paesaggio 28 marzo 15.00 – 19.00 Sala Pertini Desio


Chiara Braga (Resp. Nazionale Ambiente Pd)
Laura Barzaghi (Cons. regionale Pd)
Domenico Guerriero (Cons. provinciale Pd)
Alberto Colombo (Insieme in Rete per uno Sviluppo Sostenibile)
Roberto Corti (Sindaco Desio) e Claudio Colombo (Ass. Urbanistica Monza)
Luca Bonetti (FAI)
Piero Nobile (Centro Studi PIM)
Damiano di Simine (Pres. Legambiente Lombardia)

Domande in Sala 18.00 – 19.00
Coordinatore Luca Tomaino (Pd Mb)

 

Gli autori di Vorrei
Pino Timpani
Author: Pino TimpaniWebsite: http://blog.libero.it/PinoTimpani/

"Scrivere non ha niente a che vedere con significare, ma con misurare territori, cartografare contrade a venire." (Gilles Deleuze & Felix Guattari: Rizoma, Mille piani - 1980)
Pur essendo nato in Calabria, fui trapiantato a Monza nel 1968 e qui brianzolato nel corso di molti anni. Sono impegnato in politica e nell'associazionismo ambientalista brianzolo, presidente dell'Associazione per i Parchi del Vimercatese. Ho lavorato dal 1979 fino al 2014 alla Delchi di Villasanta, industria manifatturiera fondata nel 1908 e acquistata dalla multinazionale Carrier nel 1984 (Orwell qui non c'entra nulla). Nell'adolescenza, in gioventù e poi nell'età adulta, sono stato appassionato cultore della letteratura di Italo Calvino e di James Ballard.

digilander.libero.it/pinotimpani/

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.

I miei ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)