Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

La maggioranza di centrodestra in Consiglio Regionale della Lombardia, in occasione della seduta del Consiglio per la discussione del progetto di legge relativo agli “Interventi per la ripresa economica”, ha bocciato un emendamento che prevedeva la cifra di 1.000.000,00 € per finanziare la seconda fase del progetto di fattibilità tecnica ed economica relativo allo studio di un sistema di trasporto pubblico per l'asta Cologno – Vimercate.

Con queste decisioni, la Lega e i suoi alleati, fanno slittare di ben due anni (esercizio 2022) il suddetto studio di fattibilità, cancellando il lavoro svolto negli ultimi due anni dall’Agenzia per il trasporto pubblico, dai Comuni coinvolti (Agrate Brianza, Brugherio, Carugate, Concorezzo e Vimercate) e dalla stessa Regione, e facendo di fatto saltare, ancora una volta la possibilità di realizzazione del prolungamento della Linea 2 della Metropolitana Milanese da Cologno Nord a Vimercate.

Contemporaneamente però, essi continuano a riversare enormi quantità di soldi pubblici nella realizzazione di un’infrastruttura inutile e dannosa come l’Autostrada Pedemontana Lombarda, per cui hanno approvato un aumento di capitale di 350.000.000,00 di euro dal 2020 al 2024. La ripresa dopo l’emergenza Covid dovrà essere caratterizzata da forti investimenti nel campo della tutela dell’ambiente e dell’economia verde, se vorremo dimostrare di aver imparato qualcosa da questa crisi. In tal senso la mobilità a basso impatto, il trasporto pubblico e lo sviluppo e diffusione dello smart working rivestono un ruolo fondamentale. Il prolungamento della rete Metropolitana fino a Vimercate, consentirebbe di intercettare una grande parte del traffico automobilistico che si riversa ogni giorno su Milano, generando benefici in termini di riduzione dell’inquinamento atmosferico, di risposta alla domanda di mobilità dei cittadini, di incremento dell’attrattività del territorio.

La Giunta regionale e la sua maggioranza invece, continuano a preferire il vecchio e dannoso modello di sviluppo, basato su cemento, asfalto e consumismo sfrenato. Rimangono sorde alle richieste dei Comuni interessati dall’intervento per la creazione di un sistema di trasporto pubblico per l'asta Cologno – Vimercate, che hanno più volte apertamente manifestato la necessità di avviare quanto prima la seconda parte dello studio per poter successivamente far richiesta al Governo delle risorse necessarie alla realizzazione dell’opera. Si ostinano a privilegiare un’infrastruttura come Pedemontana, che genera nuovo traffico, nuovo inquinamento, nuovo rumore, nuova cementificazione del territorio, sempre pagata con soldi pubblici. Noi riteniamo che questo modo di agire denoti una miopia che danneggia i cittadini.

Il Movimento 5 Stelle, nei Comuni coinvolti come già avvenuto in Consiglio Regionale, si oppone a tali scelte sconsiderate operate da chi governa Regione Lombardia. A Brugherio e ad Agrate Brianza, i nostri Portavoce hanno presentato una Mozione per esprimere questo dissenso e far sentire alla Regione la voce dei territori. Ci auguriamo che ci sia ampia convergenza sul contenuto della Mozione perché i brugheresi e gli agratesi hanno il diritto di avere una Metropolitana, preso atto delle tasse che pagano e del traffico automobilistico che la due città subiscono.

Movimento 5 Stelle Agrate Brianza - Movimento 5 Stelle Brugherio

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)