Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

#GIOVANIMPRESAMONZA IMMAGINA IL FUTURO

Un nuovo «Patto di collaborazione» aiuta i nuovi imprenditori ad affrontare le sfide del mercato del lavoro supportandoli nello sviluppo della propria idea di business. Federico Arena: «Offriamo un’opportunità concreta a tutti i giovani monzesi che hanno voglia di coltivare il loro sogno» 

Creare nuovi business, nuove opportunità e nuova occupazione. È questo l’obiettivo del «Patto di collaborazione» #GiovanImpresaMonza promosso dall’Assessorato Politiche Giovanili con l’associazione «Brianza Solidale OVD» di Besana in Brianza. 

Una rete di competenze per i giovani imprenditori. «Vogliamo dedicare un’attenzione particolare ai giovani perché sappiamo che un conto è avere una buona idea, un altro è farla nascere e crescere, spiega il Sindaco Dario AlleviPer questo vogliamo aiutare gli under 35 a far partire la loro impresa e a svilupparla. Vogliamo creare attorno ai giovani imprenditori una rete di competenze che può servire loro, giorno dopo giorno, a fare le scelte giuste». 

Dall’idea al business plan. Il «Patto di Collaborazione» mette a disposizione degli under 35 una serie di attività di supporto, analisi, formazione e mentoring presso il Centro civico «Silva26» di via Silva, nel quartiere San Carlo – San Giuseppe. L’attività di tutoraggio si sviluppa attraverso incontri di verifica periodici, che danno ampio spazio al confronto e al brainstorming, e consulenza personalizzata con l’obiettivo di trasformare l’idea originaria in un business plan. 

«Pensate alla vostra idea. Insieme la faremo crescere». «Offriamo un’opportunità concreta a tutti i giovani monzesi che hanno voglia di coltivare il loro sogno: mettersi in proprio per far nascere la loro attività, spiega l’Assessore con delega alle Politiche Giovanili Federico Arena. L’invito che rivolgo ai giovani è: pensate alla vostra idea, insieme la coltiveremo e svilupperemo. Per questo mettiamo a disposizione degli aspiranti imprenditori un “pacchetto” di servizi ad alto valore aggiunto. Perché è fondamentale affrontare il futuro dotati di conoscenze utili per rispondere ai grandi cambiamenti in atto nel mondo». 

Le modalità di presentazione delle domande. I giovani monzesi under 35 possono aderire al progetto presentando domanda attraverso un format online sul sito www.brianzasolidale.eu. Dopo l’analisi delle idee pervenute, i giovani saranno convocati per un primo colloquio che si svolgerà in modalità telematica oppure, se le normative in materia di emergenza sanitaria lo consentiranno, presso il Centro civico «Silva26». Dopo questo step inizierà il percorso che porterà allo sviluppo del business plan. 

Un’«officina d’impresa» per formare imprenditori. «La finalità del “Patto di collaborazione” – spiega l’Assessore alla Partecipazione Andrea Arbizzoni è incoraggiare e facilitare la nascita di nuove imprese, sostenere lo sviluppo professionale dei giovani e rafforzare l’integrazione con il mondo delle imprese. #GiovanImpresaMonza è un’”officina di impresa” che intende formare nuovi imprenditori». 

«Brianza Solidale». Il progetto #GiovanImpresaMonza nasce da un’idea di «Brianza Solidale», una rete di imprenditori e liberi professionisti fondata nel 1998 con il patrocinio dell’Associazione degli Industriali di Monza e Brianza. L’obiettivo della rete, collegata alla Fondazione «Sodalitas», è fornire agli enti del territorio consulenze per sviluppare progetti che possano costruire un «ponte» tra scuola e lavoro. Presidente del Direttivo è Maurizio Beretta, mentre il presidente onorario è Gianfranco Pagliafora.

Start up, i numeri lombardi. In Lombardia ci sono 2.942 startup innovative su 11 mila in tutta Italia (circa il 26%). Tra il 2009 e il 2017 sono nate nel nostro territorio circa 20 mila startup, soprattutto nei settori dell’arte, della cultura e delle nuove tecnologie, e il tasso di natalità lombardo (ovvero il rapporto tra il numero di startup nate e il numero di abitanti) nel 2017 è di 38,6 ogni 100 mila abitanti, dato nettamente più alto rispetto alle altre Regioni (Dati Centro Studi di Assolombarda - dicembre 2019).

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)