Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

20090309-an.jpg

AN ha due candidati per una provincia... che vuole cancellare

Da Il Giorno di oggi

Inaspettata l'uscita di La Russa in visita a Monza sull'abolizione delle province: "Dobbiamo dare più poteri ai comuni e tagliare gli enti intermedi". É subito polemica con la Lega: "Attacco fantozziano: se An non vuole le province non chieda le poltrone"


Ignazio La Russa a Monza con i due candidati di An alla Provincia: Roberto Alboni e Dario Allevi (foto Rossi/Radaelli) Monza, 9 marzo 2009 - Il passaggio è storico, ma la polemica è dietro l’angolo ed è tornata a divampare fra An e Lega. E non poteva essere più feroce, visto che scoppia alla vigilia delle elezioni con le quali il centrodestra punta a mettere la sua bandiera sulla neonata Provincia di Monza e Brianza. Protagonisti dello scontro, per molti inatteso, da una parte il ministro della Difesa Ignazio La Russa, approdato sabato a Monza, città fresca di promozione a capoluogo, dove ha sostenuto la necessità di abolire enti intermedi come la Provincia, e dall’altra il deputato Paolo Grimoldi, portabandiera della Lega da sempre schierata per l’autonomia della Brianza.

Per la prima volta a giugno i brianzoli eleggeranno i vertici della loro Provincia: una data importante, ha ricordato il ministro della Difesa Ignazio La Russa, intervenuto all’ultimo congresso provinciale di An per dare la sua benedizione al nuovo partito unico del centrodestra, il Pdl. Ma la nuova Provincia non è il vero traguardo: chi verrà eletto, ha auspicato infatti il ministro, dovrà lavorare per abolirla. O meglio: "Immaginare domani un peso sempre minore, fino all’abolizione delle province". I presidenti che verranno eletti, ha spiegato meglio La Russa, dovranno pertanto lavorare per "dare più potere ai Comuni e ridurre progressivamente l’esistenza delle strutture intermedie".

Una tesi che ha gelato la platea dell’urban center, che in realtà dall’arrivo del ministro si aspettava un nome, quello del candidato alla presidenza del nuovo ente, che nei giorni scorsi al tavolo regionale del centrodestra il Pdl ha rivendicato a un uomo di Alleanza nazionale. In realtà il nome non è arrivato: il capogruppo in Regione Roberto Alboni e il vicesindaco di Monza Dario Allevi dovranno ancora aspettare, prima di sapere chi correrà per la poltronissima, ammesso che nel frattempo le carte in gioco non si siano ulteriormente rimescolate.

"Non sarà annunciato oggi il nome del candidato, che sarà reso noto in un incontro con gli esponenti di tutta la coalizione - ha esordito infatti la Russa -. Noi di candidati ne abbiamo messi a disposizione addirittura due, entrambi in grado di rappresentare benissimo la Provincia di Monza".

E davanti a una platea già frastornata, il ministro ha voluto accompagnare queste sue dichiarazioni con un messaggio tranquillizzante: "La Provincia a Monza la facciamo, ma bisogna pensare a un sano equilibrio dello Stato. Fintanto che di Provincia ce ne sarà una, questa sarà quella di Monza, perché è quella che più amiamo e per averla abbiamo dovuto combattere".

Immediata la polemica leghista. "Se An non vuole le province, non chieda le poltrone, soprattutto dove ha più sedie che voti", attacca Paolo Grimoldi, deputato monzese della Lega Nord e coordinatore federale del Movimento giovani padani.

"L’attacco di Ignazio La Russa alla Provincia di Monza in occasione del congresso di An è fantozziano - continua Grimoldi -. Nelle stesse ore in cui il partito chiede la presidenza della Brianza, viene annunciata la corsa contro il tempo per abolirla in cinque anni. Soprattutto in quei territori dove i voti di An sono a volte inferiori al numero delle poltrone che occupano, facciano almeno il piacere di non rivendicare nulla. E visto che a Roma qualcuno di loro ha anche votato contro la Provincia di Monza e Brianza, almeno la smettano di chiederne la presidenza. Per noi della Lega, che abbiamo lottato da soli per dare dignità politica alla Brianza, certe frasi arrivano come pugnalate - è la conclusione del deputato monzese -. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i due aspiranti candidati di An in Brianza, Dario Allevi e Roberto Alboni. Si candidano per mettere le ali alla Provincia di Monza e Brianza o per affossarla?".

di Monica Guzzi

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)

Su Vorrei.org utilizziamo i cookie perché ci aiutano a migliorare la rivista. Se continui a leggere dichiari di aver capito. Va bene?