Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Print Friendly, PDF & Email
20080805-auchan-a.jpg

20080805-auchan-01.jpg

È ufficiale: girare la frittata è lo sport di quest'anno. Dagli esami orali per diventare ministro fino al muro del pianto innalzato al Rondò dei pini di Monza il problema non può e non deve essere il "fatto" in sè: basta girare la frittata e il problema è che qualcuno si azzardi a parlarne. Non conta se davvero o no delle signore ricoprano alcuni dei più importanti ruoli dell'intera nazione solo grazie alle loro capacità linguistiche, come non conta se in fondo al viale più bello e importante di Monza adesso ci sia una muraglia alta decine di metri. Lo scandalo è che qualcuno non tenga la testa infilata nel terreno e si permetta di lamentarsene. Così apprendiamo sulle pagine del Giornale di Monza di oggi che per il sindaco Mariani il problema non è che un enorme edificio sbarri l'orizzonte di Viale Cesare Battisti (come faceva Punta Perotti sul lungomare di Bari), il problema sono quei mostri degli ambientalisti che strepitano, scostumati che non sono altro. Una rovesciata degna di Boninsegna e il problema è risolto: maledetti ambientalisti! In effetti "verdi" come quell'altro mostro di Hulk lo sono sempre stati.
Le foto sono di Giorgio Majoli.

20080805-giornale-monza.gif