Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Print Friendly, PDF & Email

20171015 StefanoAccorsi copyright Chico De Luigi 1

Al via la seconda stagione diretta da Paola Pedrazzini, in equilibrio fra notorietà e qualità vede in calendario molti volti del cinema e della televisione

La seconda stagione del nuovo corso del Teatro Manzoni di Monza  – quello con la direzione artistica di Paola Pedrazzini - si apre ufficialmente il 26 ottobre con il “Non ti pago” di Eduardo De Filippo messo in scena dalla compagnia del figlio Luca, scomparso nel novembre del 2015. Il classico eduardiano vede in scena come protagonista Gianfelice Imparato, lo seguiranno in un fitto calendario lungo fino a maggio 2018 vecchie e nuovi habitué del Manzoni. Fra i primi c’è sicuramente Franco Branciaroli con la Medea di Euripide (8-11 marzo), fra i secondi possiamo già annoverare Ale & Franz che il 17 marzo presenteranno il loro omaggio a Fo-Jannacci-Gaber, Alessandro Bergonzoni il 14 aprile con un nuovo lavoro, Sergio Rubini il 5 novembre con un inedito (“Tra la mia ragione e la mia follia ci sei tu”) insieme a Margherita Buy e Umberto Galimberti. Anche Vittorio Sgarbi ritorna, dopo lo sproloquio dello scorso anno che aveva come pretesto Caravaggio, il primo dicembre tocca, c’è da scommetterci, a uno sproloquio su Michelangelo Buonarroti.

Come si vede è un calendario fatto di nomi molto noti, ai già citati vanno aggiunti infatti Lella Costa, Anna Bonaiuto, Isabella Ferrari e Iaia Forte, Silvio Orlando, Giulio Scarpati, Stefano Accorsi, Michele Placido e altri ancora. È anche comprensibile la logica, il motivo: riempire una sala con più di 800 sedute è difficile senza passare dal varco della grande notorietà, quella raggiunta in televisione o al cinema. Paola Pedrazzini in questo è assai scaltra e capace, una vera funambola quando si tratta di restare nel difficile equilibrio fra richiamo e qualità. Il Manzoni è per tradizione il teatro borghese di Monza e il cambio di rotta avviato con la scorsa stagione è stato per certi versi molto coraggioso, forse è impossibile pretendere di più. Soprattutto oggi, alla luce del cambio di guida dell’Amministrazione comunale in mano a cui il teatro alla fine resta, anche se la gestione è della Azienda speciale di formazione Scuola Paolo Borsa diretta da Barbara Vertemati.

Più sotto trovate la presentazione della Pedrazzini e il calendario completo.

 

20171015 valeria solarino 

Valeria Solarino

 

Il progetto di questa stagione teatrale nasce dalla convinzione che il teatro non sia solo spettacolo ma spazio di reale scambio formativo, luogo dove chi avverte il bisogno di riempire la propria inquietudine culturale e umana possa trovare momenti di confronto, stimoli per allargare i propri orizzonti, immagini da imprimere nella memoria...

Un cartellone particolarmente prezioso sia per l’importanza degli artisti coinvolti, tutti grandi protagonisti della scena teatrale italiana (Michele Placido, Silvio Orlando, Isabella Ferrari, Anna Bonaiuto, Iaia Forte, Stefano Accorsi, Franco Branciaroli, Marco Baliani, Gioele Dix, Margherita Buy, Sergio Rubini, Alessandro Bergonzoni, Lella Costa, Manuela Mandracchia, Valerio Binasco, Marcido Marcidorjs, Teatro Del Carretto e tanti altri…) sia soprattutto per l’esclusività degli spettacoli.

Il Teatro Manzoni di Monza ospiterà infatti molti attesissimi “nuovi” spettacoli al loro debutto nella stagione 2017/2018: Come Stelle nel buio con Isabella Ferrari e Iaia Forte, Piccoli crimini coniugali con Placido e Bonaiuto, Favola del principe che non sapeva amare, terzo capitolo del progetto dedicato ai grandi italiani con Accorsi e Baliani, Appuntamento al buio (che girerà solo in poche esclusive piazze) diretto da Andrée Ruth Shammah, Lear schiavo d’amore dei Marcido (in prima regionale subito dopo il debutto al Nazionale di Torino), Perfetta, esordio in prosa della Cucciari e il nuovo (in costruzione e ancora senza titolo) spettacolo di Alessandro Bergonzoni. Al Manzoni anche una prima nazionale: Tra la mia ragione e la mia follia ci sei tu, il dialogo filosofico e teatrale con Umberto Galimberti, Sergio Rubini e Margherita Buy.

Ad impreziosire il cartellone tre spettacoli “cult”: la storica Medea di Ronconi, ripresa da Branciaroli; direttamente dalla Biennale di Venezia l’evergreen Biancaneve della Compagnia del Teatro del Carretto e la Traviata di Lella Costa, riallestita da Gabriele Vacis con musica dal vivo e le celebri arie verdiane cantate da soprano e tenore in scena.

La qualità artistica è il denominatore comune di un’offerta teatrale varia e articolata nei generi drammaturgici e nelle messinscene, che propone capolavori classici (Eduardo, Euripide, Genet, Basile), riscritture contemporanee di grandi autori classici (dai fratelli Grimm a Shakespeare) e interessantissime prove di drammaturgia contemporanea (Schmidt, Esposito, Cita a ciegas, Starnone).

Al Manzoni artisti che si muovono con eccellenza tra il cinema e il teatro e spettacoli che rimandano a celebri capolavori cinematografici direttamente (Una giornata particolare) e indirettamente (Come stelle nel buio è ispirato al celebre Che fine ha fatto Baby Jane?). Ma quelle con il cinema non sono le sole virtuose contaminazioni: previsti infatti appuntamenti speciali con la musica (da Antonella Ruggiero alla Traviata a Gaber e Jannacci proposti da Ale &Franz inediti), la filosofia (Umberto Galimberti) e con l’arte (Michelangelo con Sgarbi).

Un viaggio nell’universo teatrale con la possibilità di seguire itinerari diversi: dalla Grande Prosa, fiore all’occhiello del Teatro Manzoni, sempre attento alla tradizione ad Altri percorsi che offre l’opportunità di un confronto con compagnie teatrali impegnate in una particolare ricerca sul linguaggio come il Teatro del Carretto e la compagnia dei Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa.

Quello che viene proposto è dunque perlopiù un “teatro d’arte”, un teatro cioè che “non si muove solo in una logica di mercato, di consenso e di consumo, ma che si considera prima di tutto bene culturale”. Un’operazione di Politica Culturale che sentiamo particolarmente doverosa soprattutto perché si tratta di un teatro pubblico, della città.

Questo e tanto altro in una stagione teatrale progettata con passione e cura per la qualità artistica ma anche con attenzione al valore di aggregazione espresso dal teatro (con la programmazione ad esempio del Concerto dell’ultimo dell’anno). Un’occasione per rivivere insieme la ritualità del Teatro, elemento che unisce ed arricchisce la comunità, riscoprendone il valore civile e culturale.

 

Paola Pedrazzini
Direttrice artistica Teatro Manzoni di Monza

  

CALENDARIO GENERALE
(Grande Prosa, Altri percorsi, Festività al Manzoni, Comici in prosa, Cabaret Manzoni)

 

Dal 26 al 29 ottobre 2017
Compagnia Luca De Filippo in NON TI PAGO (prosa)

Domenica 5 novembre 2017
Umberto Galimberti, Margherita Buy, Sergio Rubini in TRA LA MIA RAGIONE E LA MIA FOLLIA CI SEI TU (Altri percorsi)

Dal 9 al 12 novembre 2017
Isabella Ferrari e Iaia Forte in COME STELLE NEL BUIO (prosa)

Sabato 18 novembre 2017
GIUSEPPE GIACOBAZZI in Io ci sarò (Cabaret Manzoni)

Dal 23 al 26 novembre 2017
Anna Bonaiuto, Manuela Mandracchia, Vanessa Gravina in LE SERVE (prosa)

Venerdì 1 dicembre 2017
Vittorio Sgarbi in MICHELANGELO (Altri percorsi)

Domenica 3 dicembre 2017
Compagnia Le Belle Bandiere in LE RELAZIONI PERICOLOSE (Altri percorsi)

Dal 14 al 17 dicembre 2017
Giulio Scarpati e Valeria Solarino in UNA GIORNATA PARTICOLARE (prosa)

Venerdì 22 dicembre 2017
Orchestra I Pomeriggi Musicali in  GRANDE CONCERTO DI NATALE (Festività al Manzoni)

Domenica 31 dicembre 2017
Antonella Ruggiero in CONCERTO DELL’ULTIMO DELL’ANNO (Festività al Manzoni)

Domenica 7 gennaio 2018
Balletto di San Pietroburgo in GISELLE  (Festività al Manzoni)

Dal 18 al 21 gennaio 2018
Silvio Orlando in LACCI (prosa)

Venerdì 26 gennaio 2018
Lella Costa in TRAVIATA L'intelligenza del cuore (Altri percorsi)

Domenica 28 gennaio 2018
Teatro del Carretto in BIANCANEVE (Altri percorsi)

Dall’1 al 4 febbraio 2018
Michele Placido e Anna Bonaiuto  in PICCOLI CRIMINI CONIUGALI (prosa)

Sabato 10 febbraio 2018
ANTONIO ORNANO in HORNY Crostatina Stand up vol.II (Cabaret Manzoni)

Dal 15 al 18 febbraio 2018
Stefano Accorsi  in FAVOLA DEL PRINCIPE CHE NON SAPEVA AMARE (prosa)

Dall’8 all’11 marzo 2018
Franco Branciaroli in  MEDEA (prosa)

Sabato 17 marzo 2018
ALE & FRANZ in Nel nostro piccolo  (Comici in prosa)

Venerdì 23 marzo 2018
GEPPI CUCCIARI in Perfetta (Comici in prosa)

Dal 5 all’8 aprile 2018
Gioele Dix e Laura Marinoni in CITA A CIEGAS (Appuntamento al buio) (prosa)

Sabato 14 aprile, ore 21.00
ALESSANDRO BERGONZONI in Nuovo spettacolo (titolo da definire) (Altri percorsi)

Domenica 15 aprile 2018, ore 21.00
PUCCI in In…Tolleranza zero (Cabaret Manzoni)

Venerdì 4 Maggio 2018
Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa in LEAR, SCHIAVO D’AMORE (Altri percorsi)

 

In apertura Stefano Accorsi (particolare di una foto di Chicco De Luigi)

 

Gli autori di Vorrei
Antonio Cornacchia
Author: Antonio CornacchiaWebsite: www.antoniocornacchia.com

Grafico e art director, ho studiato all'Accademia delle Belle Arti.
Curo campagne pubblicitarie e politiche, progetti grafici ed editoriali. Siti web per testate, istituzioni, aziende, enti non profit e professionisti.
Sono giornalista pubblicista dal 1996 e dirigo Vorrei.

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.

I miei ultimi articoli