Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Print Friendly, PDF & Email

20090914-spawl-a

Dal 20 al 27 di settembre, un'ondata di eventi culturali organizzati dall'ex centro sociale. Tra i locali che aderiscono, il Bloom di Mezzago, la Locomotiva di Vimercate e il Libra di Monza

La nuova parola d'ordine del Boccaccio: Sprawl, “il lato nascosto della metropoli contemporanea”. Dopo l'estate infuocata per lo sgombero da parte delle forze dell'ordine del cinema Apollo, occupato dai giovani nel tentativo di farne un nuovo centro sociale, il collettivo monzese si lancia in un nuovo progetto per la diffusione della cultura nel territorio. E che ha nel mirino il forum mondiale dell'Unesco ospitato in Villa Reale dal 24 al 26 settembre. I due eventi saranno in concomitanza tra di loro: un contrasto voluto dai giovani del Boccaccio.

«È una contestazione non tanto del forum in sé – spiega uno degli organizzatori – quanto dell'utilizzo che ne faranno molti personaggi della nostra politica, sia locale sia nazionale. Otterranno una visibilità ingiustificata – prosegue – persone che con la cultura non hanno niente a che fare: il ministro dei Beni culturali Bondi, che con il taglio del Fus si sta dimostrando un disastro; gente come Frattini e Formigoni, poi, di cultura non ne hanno mai fatta. Stiamo parlando di un governo – fa presente – che per voce di un suo ministro, Brunetta, ha definito fannulloni gli artisti e in generale chiunque si occupi di cultura. Lo troviamo allucinante».

L'obiettivo del Boccaccio sembra insomma quello di creare un antiforum, capace di esprimere una cultura slegata dalle logiche industriali e commerciali, facendo notare che la “madrina” del forum dell'Unesco sarà la presidentessa di Confindustria Emma Marcegaglia. «Noi vogliamo una cultura autonoma – spiega il giovane – quella che spesso sfocia nella politica, nella protesta e nelle rivendicazioni sociali, e che nel forum dell'Unesco non avrà rappresentanza. Sprawl è organizzato anche da una decina di spazi e locali della Brianza. Ha coinvolto realtà artistiche giovanili e non – continua – soprattutto brianzole, pur avendo anche alcuni protagonisti che vengono da fuori. Tutti sono stati radunati rispondendo al nostro appello su internet, aperto a chiunque». «È la dimostrazione che questa giunta comunale sulla cultura e sui giovani ha fallito – dice un altro portavoce del collettivo – un'iniziativa autogestita, ma soprattutto autofinanziata, sviluppatasi in un mese sta ottenendo molta più partecipazione e si sta radicando molto di più nel territorio rispetto a qualsiasi altra cosa abbiano mai fatto Mariani e l'assessore Sassoli – sottolinea – ed è massiccia e significativa l'adesione dei locali, costantemente minacciati di coprifuoco da questa amministrazione. La loro apertura verso di noi testimonia la bontà del nostro lavoro di aggregazione sociale e di valorizzazione del territorio. Siamo contenti di questo festival – aggiunge – ma non ci basta. Vogliamo uno spazio in cui eventi come Sprawl possano avere luogo ogni giorno».

20090914-spawl

I ragazzi non hanno mancato di sottolineare di aver richiesto, dove necessario, i permessi per tutti gli appuntamenti del festival, a dimostrazione che il loro impegno per un centro sociale stabile intende passare attraverso la strada della legalità. Che non è libera da ostacoli: «già in passato, in occasione di un concerto fuori dalla Villa Reale, i permessi vennero prima concessi e poi ritirati per ragioni pretestuose, come a voler mettere i bastoni tra le ruote alle nostre attività» puntualizzano i giovani.

I ragazzi del Boccaccio hanno poi criticato il comportamento del sindaco Mariani, che dopo una prima apertura al dialogo e un primo incontro, si è disinteressato di continuare su questa rotta, rendendosi irreperibile. «Anche lui approfitterà della vetrina del forum – dichiara ancora il giovane – nonostante sia responsabile di una repressione continua di tutti i movimenti culturali e sociali di base come il nostro». Sembra però che per il 28 settembre ci sarà un nuovo incontro tra il sindaco e i giovani del collettivo. Secondo i quali il comportamento di Mariani, più che spia di una reale volontà di ascoltare, non è altro che una strategia per prendere tempo. «Non crediamo voglia davvero risolvere la questione che noi poniamo da sempre – dice il ragazzo del collettivo – cioè l'esistenza di uno spazio sociale a Monza».

http://sprawl2009.altervista.org/

 

SPRAWLPROGRAMMA

Centinaia di artisti e decine di iniziative, più di dieci location: l’appello lanciato per la costruzione del festival autogestito SPRAWL ha raccolto un successo significativo. Il progetto lanciato dal collettivo della FOA BOCCACCIO è diventato velocemente un’idea condivisa da un’ampia rete di soggetti operanti sul territorio. Monza e la Brianza vivranno otto giorni di appuntamenti culturali nati dal basso che rispondono nei fatti a chi governa le nostre città soffocando gli spazi di aggregazione e tagliando fondi e risorse a chi fa cultura. Chi oggi si vanta di ospitare il Forum Mondiale Unesco in Villa Reale, nonostante gli scempi commessi in ambito di politiche culturali, sociali e giovanili, si vedrà rubare la scena dal cuore pulsante della metropoli: fedele alla propria natura eterogenea, SPRAWL è un lungo “corteo” di artisti, collettivi, spazi, cineasti, danzatori, fotografi, musicisti uniti intorno ad una rivendicazione forte. Ciascuno darà mostra di sé, della propria capacità creativa, della propria volontà di difendere sogni e diritti.

I luoghi che ospiteranno SPRAWL

ARCI ACROPOLIS (Vimercate, via degli atleti)

ARCI BLOB (Arcore, via Casati 31)

BASEL (Oreno, via Scotti 26)

BLOOM (Mezzago, via Curiel 32)

CASA DEI POPOLI (Villasanta, via Garibaldi 6)

CENTRO SULE’ (Agrate Brianza, Parco Aldo Moro)

CIRCOLO CATTANEO (Monza, Viale Vittorio Veneto 1)

LOCOMOTIVA (Vimercate, piazzale Marconi 7)

LUCKY BAR (Monza, via Oslavia ang. via Stelvio)

OFFICINE LIBRA (Monza, via Buonarroti 62)

SKATE PARK (Monza, via Enrico da Monza o via Tranquillo Cremona)

TEATRO VILLORESI (Monza, piazza Carrobiolo 6)

TRIDENTE PUB (Monza, via Raiberti 11)

E’ possibile che il programma sia soggetto a piccole modiche, che verranno costantemente riportate sul sito www.sprawl2009.org

Domenica 20 Settembre

INAUGURAZIONE MOSTRE

Ore 19

Tridente pub

Inaugurazione mostra Blackqirex Posters di Black-d Blackqirex, più esposizione di opere di Grano (Neuromaligno crew) e Miro.

*Blackqirex Posters

Disco dopo disco, serata dopo serata, flyer dopo flyer...utilizzo di varie tekniche,manuali e digitali,ma soprattutto la voglia di sperimentare nuove formule danno vita a questa serie di posters a tiratura limitata e numerata a 23 copie ciascuno!

Info: http://www.blackqirex.org/

Arci Blob

Serata di presentazione di due progetti che lavorano ai margini delle grandi metropoli contemporanee, presso il campo rom di Triboniano a Milano e in Bolivia.

A cura dell’ Associazione Oltre il campo:

Inaugurazione mostra fotografica Nessun dove e Proiezione di Romharmony (documentario, 20’) di Mariano Leotta.

A cura di Magda Rossi:

Inaugurazione mostra fotografica No tenemos mar pero todos somos piratas e proiezione di Yerba Mala Cartonera (documentario, 60’) e mARTadero (documentario, 7’). Sarà possibile inoltre visitare l'installazione dei libri di cartone -pezzi unici, dipinti a mano- della Yerba Mala Cartonera e acquistarli.

*Nessun dove

Mostra di foto scattate dai volontari dell'associazione Oltre il campo durante i pomeriggi di animazione al campo rom di via Triboniano.

Info: www.oltreilcampo.netsons.org

*Romharmony

Un teatrino delle generalizzazioni, i notiziari italiani. Rom, nomadi, zingari e zingarelle. Anche i rumeni nel calderone. L’epilogo? Sono sporchi, brutti e cattivi. Cala il sipario. Ma quando si diventa personaggio, ancor più se “il cattivo”, è difficile scrollarsi di dosso l’etichetta. Così, con uno stato d’animo che si muove dall’indignazione alla curiosità parte un viaggio emozionale dietro il sipario, sotto il personaggio rom. Un viaggio musicale dall'Italia alla Serbia passando per la Francia. Un viaggio alla ricerca dell’armonia romanì. La musica fa da canovaccio e da lingua ufficiale.

*Yerba Mala Cartonera

Realizzato dal Colectivo 7 (www.colectivo7.com), il documentario è stato girato nella città periferica di El Alto e permette non solo di comprendere le linee guida del progetto di "democratizzazione della cultura" della Yerba Mala, ma anche di entrare nella realtà boliviana nelle sue dimensioni più inaspettate e peculiari, attraverso le parole degli scrittori. La Yerba Mala trasforma il cartone delle strade metropolitane e lo trasforma in libri accessibili a tutti, aprendo in questo modo un "nuovo spazio" per i lettori e gli scrittori locali, in un mercato editoriale tra i più ristretti dell'America Latina e all'interno di una cultura dove storicamente prevale la tradizione orale.

Locomotiva

Inaugurazione mostra di opere della TSO Crew (http://www.myspace.com/tsocrew) e di Neve (http://www.myspace.com/neverendum)

Bloom

Inaugurazione mostra fotografica Deja-vu con scatti di Denise Sampietro, Andrea Cardone, Sarah Elise Sartore, Davide Prato, Roberto Conte, Stefano Perego, Maria Bryzhko.

*Deja-vu

Mentre gli agglomerati urbani proliferano e si diffondono, all'interno e all'esterno di essi numerosi luoghi vengono abbandonati e dimenticati. In alcuni casi per decenni, in altri per il tempo necessario a riconvertire gli spazi secondo le logiche attuali, spesso troppo miopi. La mostra propone immagini scattate all'interno di spazi abbandonati in questa indefinita e sospesa parentesi di tempo, dove si incrociano presente e passato, polvere e silenzio.

Casa dei popoli

Inaugurazione mostra fotografica Urbe Vivente con scatti di Claudio Giuntini, Luca Bestetti, Maddalena Arcelloni.

*Urbe vivente

Scatti dalla parte viva della metropoli contemporanea.

Arci Acropolis

Inaugurazione mostra fotografica De fabrica con scatti di Janavi

*De fabrica

La FOA Boccaccio in via Boccaccio 6 ha ridato vita ad un’area dismessa ed alluvionata. Gli spazi industriali hanno cambiato destinazione d’uso. Questa mostra offre una visuale particolare su un’area che è stata per più di quattro anni il cuore di una piccola rivoluzione a Monza.

Lunedì 21 Settembre

INCONTRI ED APPROFONDIMENTI

Ore 21 circolo Cattaneo

Diy: produrre, distribuire, vivere con la cultura, esperienze e possibilità a confronto

Presentazione tesi di laurea Il movimento DIY: culture di resistenza e azione diretta alla presenza dell’autore

Presentazione autoproduzioni curate dalla FOA BOCCACCIO

Presentazione del libro Open non è free alla presenza di una coautrice

Presentazione di altre esperienze di autoproduzione

INAUGURAZIONE MOSTRE

Ore 18 Lucky bar

Inaugurazione mostra Metamorphosis di Rita Maralla

Inaugurazione mostra Disequilibri duali di Peurrey

*Metamorphosis

Scopo di questi collage è la condivisione di una riflessione visuale circa la molteciplità dell’identità femminile, la costruzione della bellezza e la creazione del corpo nella società contemporanea.

*Disequilibri duali

Verranno presentate alcune opere pittoriche e poetiche che si rifanno ai principi dell'arte duale, cioè alla resistenza verso i modelli imposti, all'impossibilità di appagare il nostro spirito con oggetti materiali, alla semplicità di realizzazione ed al forte contrasto di colori. Il disequilibrio rappresenta il collante delle opere che mantengono vive con parole e visioni quel senso di continuo cambiamento nella società contemporanea ma anche nei rapporti interpersonali. Info : http://www.peurrey.com

Martedì 22 Settembre

INCONTRI ED APPROFONDIMENTI

Ore 21 circolo Cattaneo

Il lavoro di fare cultura: esperienza di sopravvivenza quando la passione combatte contro precarietà e mancanza di fondi

Tavola rotonda sullo stato attuale dei lavori dello spettacolo: presenti artisti, manager, lavoratori al fine di fornire una panoramica articolata rispetto alle prospettive professionali di chi si prepara a fronteggiare i tagli al FUS. Presenti anche esponenti del Comitato contro i tagli del FUS.

Mercoledì 23

INAUGURAZIONE MOSTRE

Ore 20 Officine Libra

Inaugurazione della mostra American HC Flyer

*American HC Flyer è stata realizzata da ShaKe in collaborazione con FOA Boccaccio di Monza. Più di 130 pannelli dei concerti di Black Flag (realizzate dal mitico Raymond Pettibon), DOA, Dead Kennedys, Minor Threat, MDC, Agent Orange,per ripercorrere la storia di questa scena musicale e culturale. A cura di Gomma e Kix (ShaKe), Vittorio "Linea Diritta", Mungo (Declino). Una vera e propria chicca di street-art, tratta dal libro American Punk Hardcore di Steven Blush (ShaKe edizioni), pubblicato a marzo 2007, subito diventato best seller, con tantissime recensioni, segnalazioni e già ristampato. Info: www.shake.it/index.php?id=229

PRESENTAZIONI

Ore 21 Officine Libra

Presentazione del dvd American hardcore di Paul Rachman

*American Hardcore

La storia del punk americano 1980-1986. Con una feroce colonna sonora e introvabili filmati inediti questo documentario è il racconto definitivo per i fan del genere e per tutti i curiosi della scena punk statunitense.

Ore 21 Locomotiva

Presentazione e reading musicato di Gli occhi dell’anti dio di Lukha Kremo Baroncinij e Frammenti di una rosa quantica di AA.VV a cura di Kipple Officina Libraria

Giovedì 24 Settembre

TEATRO

Ore 21.30

Performance urbane in centro Monza (luogo da definire):

Depende con In-stabile compagnia

Drum Circe condotto da Diana Tedoldi

CONCERTI

Ore 21 Skate park (ingresso gratuito)

Concerto con Il marchese + Eco 98 + Uffici sinistri + Locus amoenus INFO POINT

www.myspace.com/ufficiosinistriusx

www.myspace.com/ilmarchese

www.eco98.com

Ore 21 Acropolis ingresso con tessera arci + 3 EURO

Concerto con Jerrinez + Veracrash + Red Label Boogaloo + Lemmings + De Hoops

www.jerrinez.it

www.myspace.com/veracrash

www.myspace.com/lemmingssound

www.myspace.com/redlabelboogaloo

www.myspace.com/dehoopsmusic

Venerdì 25 Settembre

CONCERTI

Ore 21 Skate park (ingresso gratuito)

ROCK’N’ROLL NIGHT

Long Dong Silver + FuckVegas + Svetlanas + Le Lunghe Ciglia di Agata (reading), AntiteQ (musiche), Montesano Antonio (immagini) + INFO POINT

www.myspace.com/longdongsilvermadness

www.myspace.com/fuckvegas

www.myspace.com/svetlanas77

www.myspace.com/lelunghecigliadiagata

Ore 21 (fino alle 2 circa) Arci Acropolis ingresso con tessera arci + 3 EURO

RXSTNZ party: mbst8 + a034 + pablito el drito + manual destruction + hyena

http://www.a034.it/

www.myspace.com/pablito_el_drito

http://www.myspace.com/manualdestruction

Ore 21 Arci Blob ingresso con tessera arci + 5 EURO

Odrz + Krell + Patrizia Oliva + Sparkle in Grey + Nekton + Smider + Harshcore

www.odrz.org

www.myspace.com/kipplekrell

www.myspace.com/madamepi

www.greysparkle.com

www.smidernoise.com

www.harshcore.com

Ore 21 Centro Sulè

Profonda Iride + The Tigers of Mompracen + Confusion is Next + Five Minutes More

www.myspace.com/profondairide

www.myspace.com/thetigersofmompracem

www.myspace.com/confusionisnext


Sabato 26 Settembre

CONCERTI

Ore 17 Skate park (ingresso gratuito)

VISUALS & EXPERIMENTAL MUSIC

Filthy Generation + Downward Design Research + Derma + Meretrix Propaganda + Light the Bob + the Inpepateds + anyBetterPlace + INFO POINT + WRITING ACTION + JAM DI GIOCOLERIA + INSTALLAZIONI di Tana Tana’s creatures

www.myspace.com/filthygeneration

www.myspace.com/downwarddesignresearch

www.myspace.com/theinpepateds

www.myspace.com/anybetterplace

www.myspace.com/tfits

www.myspace.com/meretrixpropaganda

Ore 21 (fino alle 3 circa) Arci acropolis (ingresso con tessera arci + 3 EURO)

Hulabulah party con Black-d e Mnt djs

*Hulabulah

Serata breakbeat in tutte le sue forme: gommoso,divertente,strafottente, antagonista e contro ogni tendenza…suonato rigorosamente con i vinili su un vero turntable! Hulabulah the dirty fucking breakers!

Info: http://www.blackqirex.org/ http://www.myspace.com/hulabulah

TEATRO (descrizione degli spettacoli a breve disponibile sul sito)

Ore 16 teatro Villoresi (ingresso a sottoscrizione 5 EURO)

Ad accogliere, condurre e sorprendere il pubblico: Nina & Laura Bogatas

CORTILE con aperitivo

h 16 La Battaglia del cuore Cappuccetto nero & Lupo, spettacolo per bambini (30’)

h 17:30 Tanto è gratis WaitressLab (15’)

h 18 100%terroni Compagnia Ultimo Teatro (80’)

h 20.30 Cinema (vedi programmazione relativa)

In caso di pioggia gli spettacoli e le programmazioni cinematografiche verranno spostati nella SALA PICCOLA.

SALA GRANDE

h 21:30 Eterefolli Compagnia dei Giullalli & anyBetter Place (40’) (prova aperta)

h 23:30 Chiamami Arturo, Arturo chiamami musiche di Vinicio al femminile, reading di Gaetano Ieovolella, invenzioni teatrali e ballerini

SALA PICCOLA

h 22:30 Anch’io come te Compagnia Spazi Vuoti (30’)

Installazioni video a cura di Giammaria Di Pasquale e Perypezye Urbane

CAPPELLA

h 19 Reading danzato Raffaella Agate (20’)

h 19:30 Reading di Caterina Paolinelli tratto da “Orgia” di Pier Paolo Pasolini accompagnato da Andrea Reali (voce elettronica) e Paolo Romano (contrabbasso) (20’)

h 20 Insolito Quotidiano WaitressLab (15’)

h 20:30 Cabaret vocifonico Antonello Casinotti- Delleali Teatro (20’)

h 21 Performance multimediale D.de Voix & Birò (20’)

A seguire Jam musica e danza

Negli spazi interstiziali del Teatro

ERO NUDA E MI AVETE VESTITA 01 - un'azione per Rosemary

regia di Letizia Buoso, Alessandra Carati, Glenda Sampietro con Eleonora Tedesco

CINEMA

Ore 20.30 cortile teatro Villoresi (ingresso gratuito)

Proiezione alla presenza degli autori di:

La resistenza nascosta di Francesca Rolandi (90’, 2009)

Contatto di Rosario Squillante

The longest way to sunrise di Laura Marcato

Tra macchine e lampioni di Alessandro Girami

Ermanno X di Gianluca Cangini

La resistenza nascosta

Viaggio nella nuova scena musicale di Sarajevo" Sarajevo 2008. Dieci storie, a cavallo tra il glorioso passato della New Wave jugoslava e la nuova scena musicale emersa da qualche anno. Una scena vivace, un affresco di generi musicali diversi, uno spaccato di diversi tipi di opposizione all'anticultura e al trash arrivati nel paese durante gli anni '90. Frammenti nascosti, frammenti visibili, di un fenomeno in divenire, una forma di resistenza culturale che sta attraversando oggi tutta la Bosnia Erzegovina.

Contatto

Sempre, quando fa freddo, mi sento piu' solo…E' Il verso iniziale di un romanzo di Henning Mankell, letto una fredda mattina di fine ottobre su un quotidiano gratuito, di quelli che vengono distribuiti nei pressi della metro o nelle caffetterie. Il contatto che si ha con centinaia di persone sui mezzi pubblici, alla mattina presto, pigiati come sardine mentre si viagga verso i luoghi di lavoro. A nessuno viene voglia di parlare. Anzi, la moltitudine e' solo un peso, un fastidio. Si passa dal freddo pungente della mattina autunnale al calore dell'aria viziata degli scomparti dei vagoni. Riflettevo leggendo quel breve verso. Il freddo ci intorpidisce e ci spinge verso il calore. Ma mal sopportiamo pure quello, o peggio, a volte ci impaurisce piu' del freddo. E' cosi' anche con gli altri. Ci sentiamo soli, ci proiettiamo verso qualcuno. Che persona sia, scoprirlo e' un viaggio. Che non sempre affrontiamo. Ma soprattutto, e' un viaggio che non siamo in grado di affrontare senza inibizioni, paure, pregiudizi.

Tra macchine e lampioni

Liberamente tratto da "La Spina Di Folco Orselli" (cantautore milanese), è una critica alla società contemporanea, quindi, agli stereotipi televisivi, i manager, l'opportunismo, l'ipocrisia , il potere, l'apparenza e l'apparire, la mediocrità, il superfluo, insomma, il nulla. Che sempre prevale nei confronti di quello che serve per una giusta evoluzione, cioè, il merito a chi se lo merita e L'amore per la vita.

Ermanno X

Effettuando un'indagine su di un luogo tanto misterioso quanto lugubre: un complesso industriale abbandonato, in cui negli ultimi mesi sarebbero avvenuti strani ed incomprensibili fatti e che dal popolo dei ravers viene chiamato il vecchio pentolone.

In redazione è però l'unico a sostenere questa tesi e viene costretto dal direttore Barbera (Emiliano Castillo) a occuparsi d'altro...nello specifico, di una rapina che avviene in un pub irlandese ad opera di tre pericolosi criminali, alcuni di origine est europea.

Sarà invece Marta (Graziana Pagano) a completare le ricerche di Ermanno. Il giovane giornalista si sente offeso da questa scelta, tanto più che Marta collabora nel suo lavoro con Giada (Caterina Liotti), la sua ex compagna.

Il vecchio pentolone calamìta a sé anche la banda dell'ungherese, composta da tre rapinatori, italianissimi e -come si vede nella rapina al pub- con qualche problema organizzativo. A capo della banda c'è il celebre Ungherese (Kristian Pogliani), il cervello del gruppo il cui aspetto fisico è simile a quello di un boscaiolo delle colline transdanubiane.

Tre giornalisti e tre rapinatori in fuga si trovano costretti quindi a competere in un luogo macabro, consapevoli dell'enormità della posta in palio: la vita.

Domenica 27 Settembre

CONCERTI

Ore 15 (fino alle 23) Skate park (ingresso gratuito)

HIP HOP & SKATERS’ ADVENTURES

De crew + MatB + Ninni + Hardens Street Dream + Bandit's Crew + Reppaz-Endrugo versus END + Maat + INFO POINT + WRITING ACTION + SKATE CONTEST UNDER 20 + INSTALLAZIONI di Tana Tana’s creatures

www.decrew.net

www.myspace.com/ilbotanicomatb

www.myspace.com/ninnimusik

www.myspace.com/hnsdmusic

www.banditscrew.com

www.myspace.com/ilojim

www.myspace.com/ilojim

Ore 19 Basel

Otaku performance di Francesca Burzacchini e Paola Stella Minni

Concerto jazz con >>Trippin' taps trio<<

PRESENTAZIONI

Ore 18 Officine Libra

Presentazione del libro Arte d’opposizione di Tommaso Tozzi. Presente l’autore.

Arte d’opposizione

Esattamente come oggi, anche negli anni Ottanta l’immaginazione sembrava pietrificata, a causa dell’arroganza di una nuova casta politica che dominava qualsiasi cosa.

Quando improvvisamente, dalle pieghe nascoste della società, rivoluzionarie pratiche artistiche e comunicative cominciarono a diffondersi, contestando l’esistente, praticando modelli di vita alternativa e sfidando il Potere.

E queste azioni, queste idee, queste illuminazioni, si posero come le fondamenta per le forme di opposizione dei vent’anni successivi.

Qui, in uno straordinario patchwork multidimensionale, hip hop, graffitismo e Street Art, post punk e neo-music, hacking sociale, net art e cybercultura, squatting trasversale, si mischiano a Fluxus, al situazionismo e alle avanguardie storiche.

TEATRO (descrizione degli spettacoli a breve disponibile sul sito)

Tridente Pub

h 21:30 Niente Luna WaitressLab

h 22:30 Toujour l’amour WaitressLab


http://sprawl2009.altervista.org/

 

 

Gli autori di Vorrei
Simone Camassa
Author: Simone Camassa

Nato a Brindisi il 7 maggio del 1985. Insegnante di Italiano, Storia e Geografia nella scuola pubblica, si è laureato in Lettere, in Culture e Linguaggi per la Comunicazione e in Lettere Moderne, sempre all'Università degli studi di Milano. Suona la chitarra elettrica (ha militato in due gruppi rock, LUST WAVE e BLACK MAMBA) e scrive poesie.

Appassionato di sport, ha praticato il nuoto a livello agonistico fino ai diciotto anni, per un anno ha anche giocato a pallacanestro. Di recente, è tornato al cloro.
È innamorato della letteratura in tutti i suoi aspetti, dalla poesia fino al fumetto supereroistico statunitense. Sogna di realizzare un supercolossal hollywoodiano della Divina Commedia, ovviamente in forma di trilogia e abbondando con gli effetti speciali.

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.

I miei ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.vorrei.org/home/plugins/acymailing/tagcontent/tagcontent.php on line 1228
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)