Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Print Friendly, PDF & Email

20090306_poesia.jpg

Per la stagione di Poesia Presente, a Lissone
ospiti Jean Flaminien, Rosella Scarabelli e Renato Ornaghi

20090306_larocchi-flaminien.jpg
Marica Larocchi e Jean Flaminien

La poesia è un ponte che unisce lingue diverse. Un modo tanto geniale quanto naturale di istituire un legame tra soggetti lontani tra loro per spazio e cultura. La serata di PoesiaPresente che ha avuto luogo ieri a Lissone l’ha dimostrato in pieno, portando in Brianza uno dei più importanti poeti francesi contemporanei. Accompagnato da Marica Larocchi, che traduce le sue opere dal 2000, Jean Flaminien ha presentato la sua più recente silloge: “Acqua promessa”, pubblicata da Book Editore. Un libro immaginifico, ricco di simboli e metafore che parlano di un’infanzia vista come «l’eterno altrove, una terra che è sempre straniera», per usare le parole della sua traduttrice. È il tentativo da parte del poeta di raccontare il sacrificio del tempo, necessario perché la parola poetica si potesse spiegare in tutta la sua pienezza, come egli stesso ha illustrato rispondendo ad una domanda di Dome Bulfaro. In un francese molto spesso comprensibile anche senza bisogno della traduzione, Flaminien ha poi letto alcune sue poesie tratte dalla raccolta. A parere di chi scrive, è stato un momento chiave della serata il fatto che la lingua di Flaminien risultasse accessibile persino a chi di francese non sa nulla, come il sottoscritto. È stata davvero la dimostrazione del valore comunicativo intrinseco che la vera poesia manifesta, al di là di effettive distanze linguistiche. Del resto, anche Marica Larocchi ha precisato che il suo lavoro «non è stato tanto quello di tradurre da un idioma di partenza ad uno d’arrivo, bensì di traghettare la lingua poetica di Jean dentro il mio personale universo poetico».

20090306_scarabelli.jpg20090306_bin.jpg

Rosella Scarabelli e Marco Bin

Rosella Scarabelli, giovane poetessa brianzola introdotta da Marco Bin, ha letto invece alcuni passi inediti di un poemetto a cui sta ancora lavorando, assieme ad altri pezzi tratti da “Una pronuncia”, poemetto incluso nell’antologia di PoesiaPresente “Mappa Giovane”, edito da Edizioni le Ricerche di Losone, Canton Ticino.

A conclusione della serata, Renato Ornaghi, scrittore e blogger, ha inaugurato la mostra fotografica “Brianzolitudine”, omonima del blog da lui curato. L’esposizione, curata da Eleonora Matarrese, si protrarrà fino al 21 di marzo. Si tratta di una raccolta in divenire di fotografie di Marsala Florio e testi poetico-descrittivi scritti da Ornaghi stesso, dedicati alla storia, ai personaggi e ai luoghi più tipici del territorio, alcuni dei quali sono stati letti dall’autore. Da Carlo Bianconi, brianzolo che impianta in Irlanda la prima vera società di trasporti dell’isola, alla Monaca di Monza, i personaggi storici ed emblematici di un territorio che spesso se ne dimentica vengono riproposti con verve energica e mai pedante. L’operazione di riscoperta di Ornaghi non intende chiudere la Brianza in un una difesa oltranzista della propria identità, ma al contrario offrirla liberamente a brianzoli e non brianzoli, nella convinzione che «tutto il mondo, alla fine somiglia sempre un po’ a se stesso». L’ambizione dichiarata di “Brianzolitudine” è dunque quella di «diventare la Guida Baedeker della Brianza, raccontando non solo notizie eclatanti, ma anche aneddoti di piccola umanità, per cogliere lo spirito più vero del territorio brianzolo restando fedele a quel motto in esergo a ogni libretto: Brianza come stato d’animo».

20090306_ornaghi.jpg20090306_bulfaro.jpg

Renato Ornaghi e Dome Bulfaro

 

Gli autori di Vorrei
Simone Camassa
Author: Simone Camassa

Nato a Brindisi il 7 maggio del 1985. Insegnante di Italiano, Storia e Geografia nella scuola pubblica, si è laureato in Lettere, in Culture e Linguaggi per la Comunicazione e in Lettere Moderne, sempre all'Università degli studi di Milano. Suona la chitarra elettrica (ha militato in due gruppi rock, LUST WAVE e BLACK MAMBA) e scrive poesie.

Appassionato di sport, ha praticato il nuoto a livello agonistico fino ai diciotto anni, per un anno ha anche giocato a pallacanestro. Di recente, è tornato al cloro.
È innamorato della letteratura in tutti i suoi aspetti, dalla poesia fino al fumetto supereroistico statunitense. Sogna di realizzare un supercolossal hollywoodiano della Divina Commedia, ovviamente in forma di trilogia e abbondando con gli effetti speciali.

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.

I miei ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.vorrei.org/home/plugins/acymailing/tagcontent/tagcontent.php on line 1228
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)