Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Print Friendly, PDF & Email

20090921_sprawl

L'amministrazione comunale di Monza nega l'autorizzazione all'uso dello Skate Park,
i ragazzi del Boccaccio incontrano il sindaco in piazza Roma

Ancora scontro fra Boccaccio e Giunta comunale di Monza. Questa mattina un gruppo di organizzatori del festival Sprawl 2009, muniti di striscione e megafono, si sono radunati di fronte all'Arengario per parlare con il sindaco Mariani, che in quella sede doveva presenziare al convegno Cultura e Impresa. La questura aveva fatto sapere in via informale ai giovani che il Comune di Monza ha espresso un parere negativo circa l'utilizzo di quell'area per ospitare l'evento in questione, negando di fatto le autorizzazioni necessarie. «Si tratta di un'area idonea – raccontano i ragazzi – e non ci sono state fornite ragioni tecniche per giustificare il rifiuto dei permessi, che peraltro abbiamo chiesto più di un mese fa». «Senza lo Skate Park siamo bloccati – spiega un altro giovane – era previsto che ospitasse concerti per quattro giorni consecutivi, da giovedì a domenica. Vorremmo almeno sentire una controproposta sensata. Se non dovessimo averla – prosegue – starebbe a dire che ci troviamo di fronte ad una discriminazione politica e culturale. Una città che ospita l'Unesco dovrebbe dare spazio a chi propone eventi culturali». L'alternativa presentata dall'amministrazione sarebbe quella di dirottare i concerti in area Cambiaghi, ma solo per due giorni invece che quattro, stravolgendo così il senso dell'evento a detta degli organizzatori.

alt

Il sindaco, che si è fermato a parlare con i manifestanti, ha fatto chiaramente capire che l'intento della giunta è quello di rinviare il festival, più che bloccarlo, facendo notare ai giovani che a loro «non cambia nulla se lo si fa una settimana dopo».

Anche l'assessore alle Politiche Giovanili Sassoli ha parlato con i ragazzi, spiegando che «un evento patrocinato dal Comune è una cosa, un evento organizzato da un gruppo spontaneo è un'altra», riferendosi al fatto che a breve lo Skate Park dovrebbe ospitare il concorso per band emergenti Overground, che però gode del patrocinio comunale. L'assessore non ha saputo fornire alcun motivo tecnico al riguardo, precisando però che «se si chiede cento, non si può pretendere di ricevere cento», forse per dire che le richieste dei ragazzi sono eccessive.

Queste dichiarazioni desterebbero sospetti sulla buona fede della Giunta, che starebbe utilizzando due pesi e due misure per regolare due situazioni sostanzialmente uguali, cioè concerti di gruppi giovani in uno stesso luogo pubblico. Forse in Comune si teme che la vetrina dell'Unesco possa dare una seppur minima visibilità anche al dissenso, ma ciò che resta è che al momento il festival Sprawl è pesantemente compromesso. Anche senza condividere gli ideali politici degli organizzatori, vietare musica e arte in un'area idonea allo scopo pare la spia di una cattiva politica culturale, e sembra indicare una direzione precisa della Giunta: l'unica cultura ammessa è quella che non fa male. Poco repubblicano, molto repubblichino.

 

Gli autori di Vorrei
Simone Camassa
Author: Simone Camassa

Nato a Brindisi il 7 maggio del 1985. Insegnante di Italiano, Storia e Geografia nella scuola pubblica, si è laureato in Lettere, in Culture e Linguaggi per la Comunicazione e in Lettere Moderne, sempre all'Università degli studi di Milano. Suona la chitarra elettrica (ha militato in due gruppi rock, LUST WAVE e BLACK MAMBA) e scrive poesie.

Appassionato di sport, ha praticato il nuoto a livello agonistico fino ai diciotto anni, per un anno ha anche giocato a pallacanestro. Di recente, è tornato al cloro.
È innamorato della letteratura in tutti i suoi aspetti, dalla poesia fino al fumetto supereroistico statunitense. Sogna di realizzare un supercolossal hollywoodiano della Divina Commedia, ovviamente in forma di trilogia e abbondando con gli effetti speciali.

Qui la scheda personale e l'elenco di tutti gli articoli.

I miei ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)