Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

testata-rubriche

Print Friendly, PDF & Email

200905-wallsound-a

Ruvidezze grunge per una band da maneggiare con cura

 

«Il nome del gruppo lo abbiamo preso in prestito dal titolo di una vecchia canzone dei Sonic Youth, contenuta nell'album"Confusion Is Sex". E' una non-canzone, volutamente anti-melodica, con un testo delirante e allucinato, furiosa e allo stesso tempo ironica nella sua assoluta mancanza di grazia . "Confusion Is Next" ci sembrava il nome più appropriato per rappresentarci: è un messaggio semplice, diretto e inequivocabile. Proprio come la nostra musica».

Sì, diciamo che nella scelta del nome la band milanese ci ha proprio azzeccato: l'aggettivo che meglio descrive il sound dei Confusion Is Next, infatti, è "confuso". Confuso nel senso di caotico, di sgraziato, di impreciso; ma anche nel senso di brutto, perché i sei brani su My Space si rifiutano ostinatamente di essere piacevoli. E allora i casi sono due: o vi tapperete le orecchie disgustati, oppure troverete questa musica semplicemente irresistibile.

200905-wallsound

Un'attitudine grunge ibridata con sonorità noise e garage, a servizio di una manciata di canzoni decisamente convincenti. L'imperativo è solo uno: sperimentare. Non importa che i risultati siano sgradevoli, ciò che importa è creare uno stile personale e d'impatto.

La band, nata nel 2004 dall'incontro di due compagni di scuola, Matteo e Lorenzo, che hanno poi completato la fisionomia del gruppo coinvolgendo nelle loro forsennate e caotiche prove il bassista Pinno e il batterista Bicio, è chiarissima nell'individuare i loro modelli di riferimento. «Le radici del nostro sound affondano sicuramente nei Nirvana, nei Sonic Youth, nei System Of A Down e nei Beatles», ci raccontano i Confusion Is Next. « Un bel quartetto di artisti, ai quali accostiamo anche altri nomi che fanno roba più sperimentale e che sono meno conosciuti. Abbiamo imparato a costruire le canzoni e a stravolgere le strutture tradizionali, a sperimentare in tanti modi diversi, a spaziare tra i generi musicali, discostandoci anche di molto da dove eravamo partiti. Ma, nonostante le nostre divagazioni, continuiamo a rimanere grunge, che noi intendiamo più come un'attitudine piuttosto che come un genere vero e proprio».

Sul My Space della band è possibile ascoltare sei brani, per la maggior parte tratti dal suo primo Ep "Lost in Dark Days", registrato nel 2007 e pubblicato nel 2008 per le netlabel Trastienda Ekleipsi. «Sì, i nostri brani non sono facilissimi da ascoltare, soprattutto per il suono ruvido. La musica spesso prende il sopravvento sulla voce, e la supera sicuramente in importanza in varie occasioni. I nostri testi, invece, sono in inglese e spesso sono abbastanza criptici, ma sono ugualmente importanti. A volte sfruttiamo solo la forza evocativa della parola, mentre in altri brani usiamo il testo per descrivere una situazione. "Shooting at the Sun", ad esempio, parla della difficoltà di comunicare con gli altri, della solitudine; "I Scream Therefore I Am" è un inno alla vitalità; "The River", infine, parla di un metaforico fiume debordante di menzogne e di violenza, che un ragazzo vuole arginare attraverso la forza della musica».

200905-wallsound-1

Considerate le premesse, appare ovvio che la musica dei Confusion Is Next non è per tutti i gusti. Ma la band ha uno zoccolo duro di fan, in costante aumento grazie ai numerosi live in cui il sound ipnotico e fracassone riesce a trovare la sua dimensione naturale. «Ovviamente in molti trovano la nostra musica inascoltabile», ammettono i quattro ragazzi. «Ma abbiamo dei sostenitori , anche non italiani, che ci dimostrano il loro affetto e cercano di aiutarci in tutti i modi. Grazie a loro troviamo la forza di andare avanti. Cerchiamo di farci conoscere il più possibile attraverso i concerti, che ci piacciono un sacco perché riusciamo sempre a divertirci e ne vediamo delle belle, anche se da parte di molti gestori c'è poco rispetto per te e per la tua musica. Per fortuna ci sono alcuni che sembrano più interessati all'aspetto artistico rispetto al denaro. Ma sono molto, molto pochi».

Sappiatelo, i Confusion Is Next sono da maneggiare con cura. Se il vostro orecchio vuole solo essere coccolato da melliflue carinerie musicali, lasciate stare. Ma se volete provare l'ebbrezza di scoprire la bellezza marcia e decadente nascosta in un'accozzaglia di note stridenti, questa band fa al caso vostro.

200905-wallsound-2

Confusion Is Next

Città: Monza/Milano/Desio /Seregno

Componenti: Matteo Radice
Lorenzo Nocerino
Giuseppe Pinnavaria aka Pinno
Fabrizio Pontiggia aka Bicio

Genere: grunge

My Space: http://www.myspace.com/confusionisnext

 


Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)