Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

testata-rubriche

Print Friendly, PDF & Email

20090326-mencoboni-a

L'incontro del maestro Mencoboni con i bambini del San Gerardo per "L'albero fiorito"

 

Il maestro Marco Mencoboni ha incontrato i bambini del reparto di pediatria ed ematologia dell'ospedale San Gerardo di Monza. Con La musica dei piccoli, evento promosso dall'associazione culturale Zeroconfini Onlus, Marco Mencoboni ha divertito i bambini con cucchiaini, bicchieri, giochi e bottiglie di vetro alla scoperta dei semplici suoni e delle imprevedibili melodie. La figura carismatica di questo grande direttore d'orchestra dal cuore sensibile, partito da Pesaro per la città di Teodolinda, ha entusiasmato tutti. Una vera e propria esperienza di bellezza perchè dove risiede l'amore si incontra necessariamente la bellezza, quello speciale incanto che affascina e desta ammirazione. Un gesto di tenerezza ha molta più forza e verità di una qualsiasi sottigliezza e astuzia della ragione. La pienezza di quel momento sospeso, strappato al tempo, si è intrisa di desiderio. Il desiderio di donare suggerito dall'imperativo etico dinnanzi al dolore del mondo che rende gli uomini espressione visibile del bene.

"Quanto più cresce in te l'amore, tanto più cresce la bellezza.
Perché l'amore stesso è la bellezza dell'anima."
S. Agostino

"La bellezza della musica antica entrò nella mia vita a 14 anni.

Mi affascina l'ignoto. Quando esco da una biblioteca dopo aver sfogliato antiche partiture, sento l'irresistibile bisogno di trasformarle in suono. Ho inseguito musicisti del passato che nessuno conosceva e continuo a farlo. Restituire le loro opere e favoleggiare intorno al loro mondo è per me fonte di grande energia. Non posso credere che al mondo esista emozione più bella della musica, quando sei al centro di quattro, otto o sedici musicisti che cantano meraviglie.

E' il "Cantar lontano", una dimensione d'ascolto nuova, dove la lentezza del tempo influenza il battito del cuore, creando una corale intimità. Questo antico modo di cantare, a decine di metri di distanza fra un cantante e l'altro, porta alla luce la bellezza di quel mondo di musica sommerso di cui io ancora oggi conosco solo la punta di quell'iceberg. Il complesso Sacro & Profano e E lucevan le stelle Records sono nati così."

E la bellezza è ciò che fa la differenza in un mondo dove tutto è uguale e indistinto. L'uomo sapiente e ricco non è sazio, " il mondo materiale non basta a nessuno e nessuno si accontenta del visibile" (Natoli). La bellezza accade e ci stupisce, è misteriosamente inattesa e indefinibile.

La bellezza è anche una legge armonica nascosta che Kant interpretò con la celebre e poetica simmetria: fra il cielo siderato e la legge morale interiore.

Certamente la bellezza ha in sé una potenza e un mistero che l'uomo non sa dominare e, forse, spiegare. Il principe Myskin nell'Idiota afferma " il mondo sarà salvato dalla bellezza" e quando l'ateo Ippolit domanda "Ma quale bellezza salverà il mondo?" il Principe tace.

 

20090326-mencoboni

Foto di Lorenzo Franzi

Marco Mencoboni, clavicembalista e organista, nato nel 1961 a Macerata. E' una delle personalità musicali più significative per l'interpretazione della musica rinascimentale e barocca.

Ha studiato con Umberto Pineschi, Ton Koopman, Jesper Christensen e Gustav Leonhardt.

Ha dedicato anni alla definizione del repertorio musicale antico delle Marche e grazie al suo lavoro è affiorato un mondo musicale di grande valore fino a pochi anni fa completamente sconosciuto.

E' presente come solista e come direttore del suo complesso nei più importanti festival internazionali. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti ed il Metropolitan Museum di New York  gli ha commissionato un importante progetto di restituzione musicale.

E' direttore artistico del Festival Cantar Lontano che si tiene ogni anno ad Ancona, nelle Marche.
Richiesto come direttore nei festival internazionali del settore, unisce alle doti di musicista quelle di narratore.

Ha collaborato con Jordi Saval, Max van Egmond, Gabriel Garrigo, Toni Servillo, Olivia Williams, LuisMiguelCintra.

Nel 2007 ha realizzato il suo primo cortometraggio dal titolo "Looking for Vicky".

 


Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)