Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Print Friendly, PDF & Email

 20180527 abmonza

Anticipiamo una ricerca sui flussi elettorali degli ultimi cinque anni realizzata da LabMonza. La presentazione ufficiale mercoledì 30 maggio presso il Circolo Libertà

A Monza il 4 Marzo 91.119 cittadini monzesi possedevano il diritto di voto per le elezioni politiche del 2018. Di questi 69.967, oltre tre quarti, si sono effettivamente recati alle urne per esprimere il proprio voto per il futuro del paese.

Andare al proprio seggio, mettersi in coda con la scheda elettorale in mano, entrare nella cabina elettorale per poi consegnare la scheda compilata al Presidente del Seggio è qualcosa che accomuna più della metà della popolazione monzese.

Eppure esistono ben pochi, se non nulli, approfondimenti pubblici dedicati alle analisi del voto e dei flussi elettorali nella città di Monza. Questo genere di analisi rimane solitamente confinato a qualche foglio excel personale, o a patinate e professionali, ma riservate, analisi prodotte da agenzie e professionisti per i candidati o i partiti più facoltosi che possono commissionarle a pagamento; il loro triste destino è rimanere chiuse e impolverate nei cassetti delle sedi di partito o dimenticate nelle cartelle desktop delle campagne elettorali, fino alla prossima pulizia del proprio pc.

A questa lacuna ha provato a rimediare LabMonza realizzando un report statistico con l’obbiettivo di democratizzare analisi approfondite, professionali ma facilmente comprensibili al grande pubblico, rispondendo ad una domanda semplice ma complessa che è diventata il titolo stesso dell’analisi: «Come cambia il voto a Monza fra il 2013 ed il 2018?». Una risposta a cui si è provato a rispondere con oltre 40 pagine divise in 6 capitoli, in cui si inizia presentando l’evoluzione del consenso a ciascun schieramento politico (tenendo in considerazione le due politiche e l’elezione comunale del 2017) con un occhio di riguardo alla distribuzione geografica del voto, per arrivare ad analisi statistiche più raffinate, in cui si sono impiegate le tecniche sviluppate da istituti di ricerca come l’Istituto Cattaneo, per studiare come abbia votato nel 2018 chi nel 2013 aveva votato un determinato partito, e viceversa.

Il Report sarà presentato al pubblico il 30 Maggio al LibertHub, Viale Libertà 144, alle ore 21. Da allora sarà anche liberamente scaricabile dal sito web della lista civica e associazione, www.labmonza.it. Per ripagare del lungo ed impegnativo lavoro svolto, LabMonza ha scelto volontariamente di «farsi pagare in visibilità»: per il primo mese, in cambio del download del report l’utente dovrà diffonderlo tramite una condivisione su Facebook o Twitter dello stesso (successivamente diventerà liberamente scaricabile).

Qui su Vorrei presentiamo un’ampia anteprima del report, che contiene tutte le parti di analisi descrittiva e i paragrafi introduttivi delle analisi dei flussi e di correlazione statistica, che potrete invece conoscere venendo alla serata di presentazione mercoledì 30 oppure scaricare, nelle modalità riportate sopra, da www.labmonza.it a partire da giovedì.

Per contattare chi ha realizzato le analisi statistiche e ha redatto la loro interpretazione per richieste di chiarimenti o approfondimenti, è possibile scrivere a info@labmonza.it