Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Print Friendly, PDF & Email

20100924-montagnona-a

Nel quartiere monzese si raccolgono firme contro il solito attacco al verde. Il comunicato del Comitato

 

20100924-montagnona-01

 

20100924-montagnona-02

Clicca per ingrandire

 

 

Riceviamo e pubblichiamo

Chiosco-bar e pista da ballo al “Montagnone”?
Il Comune cancella il parco didattico
Protesta popolare, iniziata una raccolta di firme

L’area storica a verde del “Montagnone” (3.290 mq) è stata acquistata dal Comune di Monza nel dicembre 2007, su proposta del Comitato San Fruttuoso 2000, con l’obiettivo dichiarato di preservarne la diversità biologica ed ambientale e farne un piccolo parco di quartiere. Un successivo referendum indetto dalla Circoscrizione IV ha confermato la volontà popolare per questo tipo di scelta, con l’ipotesi di utilizzare questo spazio anche con funzione didattica per le scuole.
Apprendiamo ora che il Comune sta portando avanti un progetto per la trasformazione del “Montagnone” in ordinari giardinetti integrati da punto di ristoro e pista da ballo. Questo progetto prevederebbe anche lo spostamento in quell’area del “fontanile” Agam da pochi mesi realizzato in via Iseo-Tazzoli. L’idea di un chiosco-bar è a nostro avviso sbagliata, anche in relazione alla distribuzione dei servizi esistente nel quartiere, atteso che vi sono nelle immediate vicinanze due bar gestiti da privati e due punti di ristoro di associazioni no-profit. Quanto allo spostamento del fontanile Agam, di pochi metri, è evidente la irrazionalità dal punto di vista dei costi e della programmazione amministrativa.
Dice Isabella Tavazzi, portavoce del Comitato San Fruttuoso 2000: “Siamo alle solite, la gente chiede una cosa e il Comune ne fa un’altra. La Circoscrizione propone una soluzione condivisa e il Comune la ignora, come se il percorso partecipato già fatto non fosse servito a nulla. Al Comune chiediamo di rispettare gli impegni originari, in base alla volontà già espressa chiaramente, e con buonsenso, dai cittadini del quartiere”.
Nel quartiere è iniziata una sottoscrizione per una petizione che ha già ottenuto in due giorni oltre 300 firme. Si può firmare anche presso la bocciofila di via Iseo, l’edicola di via Iseo, il bar della piazzetta di via Sorteni.
Sul ns. sito www.hqmonza.it, tutto sul “Montagnone” al link esatto:
http://www.hqmonza.it/phq_vv/ver/mnt_01.htm

Associazione di cittadini per la qualità della vita nelle aree urbane
Via Tazzoli 37, 20052 Monza MB - hqmonza.info@gmail.com - www.hqmonza.it

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)