Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Print Friendly, PDF & Email

20120219-so-happy-a

Le iniziative di Meladailabrianza attaccate da un consigliere comunale di Vimercate. Ecco la risposta.

Riceviamo e pubblichiamo

Arcore, 5 Marzo 2012 - «L'amore non è politica. Il sesso non è politica». Potrebbe sembrare banale, ma è questa la risposta che Meladailabrianza formula nei confronti dell'attacco, scagliato martedì, dal consigliere, Alessandro Cagliani.
Dalle pagine de "Il Giornale di Vimercate" si leggono dure parole dell'esponente del Pdl che giudica il neonato movimento «una serata che è stata solo politica per i modelli che ha proposto e perchè aveva tra gli scopi anche quello di attaccare un ex ministro della Repubblica». Tuttavia niente di tutto ciò rientra tra gli obiettivi che Meladailabrianza si è prefisso: «Non stiamo facendo politica - spiega la responsabile di Meladailabrianza, Viviana Bruno - e non abbiamo intenzione di schierarci da nessuna parte. Era prevedibile che le dichiarazioni dell'ex ministro Carlo Giovanardi avrebbero suscitato reazioni forti e così è stato».
Resta che non avevano - nè tuttora hanno - intenzioni politiche nè il movimento nè la serata che si è tenuta venerdì sera negli spazi di Acropolis. Il circolo Arci di Vimercate ha scelto di prestare i propri spazi all'iniziativa di Meladailabrianza come ad una qualsiasi altra, come sempre accade durante l'anno. «La festa di venerdì, 24 febbraio - continua Viviana Bruno - ha varato la nascita del movimento e non aveva alcuna connotazione politica: non proponeva nè modelli nè stili di vita, ma ne dava una panoramica senza ghettizzare l'omosessualità (e neppure l'eterosessualità). Il vero filo conduttore della serata, senza nessuna facile retorica, erano i diritti delle persone, di tutte le persone, ad amare liberamente.
Prende parola anche il presidente di Arci Acropolis, Emanuele Noè: «Il Circolo Arci Acropolis gestisce l'area feste, secondo quanto stabilito dalla concessione comunale, con risorse economiche proprie durante tutto il corso dell'anno. E' quindi falso affermare che la struttura comunale area feste è “gestita con i soldi dei vimercatesi”».
«Inoltre, Acropolis è una libera associazione - continua Emanuele Noè - il cui scopo principale, citando lo statuto, è contribuire alla "crescita culturale e civile dei propri soci" ed in questo senso si inserisce la collaborazione con il progetto Meladailabrianza. Pescando di nuovo dal nostro statuto: "Tutti i campi in cui si può dispiegare una battaglia civile contro ogni forma di ignoranza, di intolleranza, di violenza, di censura, di ingiustizia di discriminazione, di razzismo, di emarginazione, di solitudine forzata, sono potenziali settori di intervento del Circolo". Questo basti per chiarire la nostra posizione in merito».

Per informazioni: meladailabrianza@gmail.com

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)