Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Sabato 28 gennaio alle ore 18.00 presso la sala mostre della Biblioteca Comunale di Erba (via Joriati, 6), nell'ambito delle iniziative per la Giornata della Memoria, Giovanna Caldara e Mauro Colombo presenteranno Tanto tu torni sempre. Ines Figini, la vita oltre il lager (Melampo editore).

"Quando fu deportata Ines Figini aveva meno di 22 anni. Non era ebrea, partigiana o antifascista, ma si era schierata a favore di alcuni compagni di lavoro durante uno sciopero. Così finì nei lager di Mauthausen, Auschwitz-Birkenau e Ravensbrück e infine in un ospedale militare, dove trascorse un anno e mezzo.

Ha atteso più di cinquant'anni prima di parlare in pubblico della sua vicenda: ora la racconta in questo libro. È la storia di una famiglia ma è anche una storia di fabbriche; e di una città - Como - punto strategico per le forze nazifasciste. Di treni che partivano per mete ignote e di luoghi in cui l'umanità si divideva tra vittime e carnefici, fino a negare se stessa. È la storia di una persona a cui il lager non ha rubato l'anima e che ha ripreso a vivere. Che ogni anno torna là dove era stata reclusa. Che ricorda. E che, nonostante tutto, ha perdonato."

la libreria di via Volta

via Volta 28 - 22036 Erba, CO
http://lalibreriadiviavolta.blogspot.com
viavolta28@tin.it
tel/fax 0313355128

 

Print Friendly, PDF & Email


NOTIZIARIO ENPA - Anno X - Numero 03 - 26 gennaio 2012


IN QUESTO NUMERO:

> Iniziati i lavori per il nuovo canile di Monza

> “Amici Cucciolotti 2012”: protagonista anche una capretta dell’ENPA monzese!

> No alla macellazione rituale: firma la petizione

> Susi, la “Dama bianca”, è andata finalmente a casa!

> Vota l’ENPA di Monza!

> Buffo: un’adozione difficile

> C’è bisogno di voi!

INIZIATI I LAVORI PER IL NUOVO CANILE DI MONZA

Apriamo il notiziario con una telegrafica ma importante notizia. Il 19 gennaio 2012 l'impresa che si è aggiudicata la gara d'appalto per la realizzazione del nuovo parco canile di Monza ha preso possesso dell'area, sita in Via delle Industrie, che è stata cantierizzata e recintata. Il tempo previsto per la consegna è di 18 mesi.
Sul prossimo numero pubblicheremo ulteriori informazioni e qualche immagine.

“AMICI CUCCIOLOTTI 2012”: PROTAGONISTA ANCHE UNA CAPRETTA DELL’ENPA MONZESE!

Torna anche quest’anno il famoso album di figurine, più amato dai bambini, “Amici Cucciolotti” (nell’immagine, la copertina) della Pizzardi Editore, da molti anni grande sostenitore della Protezione Animali. Il 2012 vede una nuova importante iniziativa: acquistando le figurine i bambini contribuiranno al mantenimento di oltre 3.500 trovatelli accuditi in 13 Oasi e rifugi ENPA, tra cui il canile di Monza, fornendo cibo, medicine, attrezzature e giochi. Sarà, in effetti, la più grande adozione a distanza fatta da bambini.
A rappresentare ognuno dei 13 rifugi c’è una simpatica mascotte; per il canile di Monza la scelta è caduta sulla giovane Filippa – o Pippa per gli amici (nella foto sotto). E’ una bellissima capretta che viveva in un allevamento abusivo in Brianza, salvata insieme alla sua famiglia dai volontari ENPA il giorno di Pasqua dello scorso anno, la cui storia abbiamo raccontato sul n. 10/2011 del nostro notiziario (“Alla corte di William e Kate”).

Ma il valore di questa iniziativa non è soltanto “economico”: trattare un tema così delicato su un album di figurine che entra in casa di milioni di famiglie vuol dire, infatti, sensibilizzare piccoli e grandi su un problema sociale di grande importanza, raccontando loro i mille volti dell’abbandono e coinvolgendoli in maniera attiva nell’adozione a distanza.

L’impegno sociale di questa iniziativa si evidenzia ulteriormente con l’attenzione verso i bambini ricoverati in ospedale, attraverso la distribuzione gratuita di intere collezioni ai reparti pediatrici in cui operano i volontari delle oltre 60 Associazioni ABIO.

I bambini troveranno nell’album Amici Cucciolotti 2012 una ricca fonte di meraviglie e record sugli animali del nostro pianeta, da quelli domestici a quelli meno conosciuti, con l’aggiunta di divertenti e interessanti spunti che spaziano dalla geografia alla mitologia! Ogni pacchetto di figurine rappresenta linfa vitale per ENPA, un gesto di solidarietà di coloro che ancora credono in una società migliore dove fare del bene è un atto concreto e non una visione utopistica della vita.

Oltre 2.000.000 di copie verranno distribuite gratuitamente fuori dalle scuole e le figurine sono presenti in tutte le edicole italiane. Troverete l’album in omaggio anche al nostro prossimo banco sabato 18 febbraio in centro Monza.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.enpa.it > Delfini ENPA > Le mascotte, dove è possibile anche leggere le storie e vedere le foto e filmati della capretta Filippa e delle altre 12 mascotte.

NO ALLA MACELLAZIONE RITUALE: FIRMA LA PETIZIONE

L’Ente Nazionale Protezione Animali promuove a livello nazionale una petizione popolare che chiede di abolire la deroga di legge, concessa in Italia con il decreto legislativo 333/98, ad uso della confessione ebraica e musulmana, che permette di macellare gli animali senza stordimento preventivo, come invece espressamente previsto dalla normativa del nostro Paese. La macellazione rituale prevede che l'animale debba essere ancora cosciente quando, con una lama affilata, vengono recisi esofago, trachea e vasi sanguigni fino al totale dissanguamento, con una morte lenta ed atroce.

Naturalmente l’unico modo per non far soffrire un animale è quello di non ucciderlo, optando per la scelta vegetariana o vegana, ma ciò non toglie che obbligarlo a essere cosciente nelle ultime fasi della sua vita sia una barbarie intollerabile.

E’ possibile firmare la petizione online sul sito istituzionale www.enpa.it; al banco ENPA in centro Monza sabato 18 febbraio, in occasione della manifestazione Tutti Matti per i Gatti; o ancora presso la nostra sede operativa di via Lecco 164. La raccolta firme verrà consegnata al Ministro della Salute e al Comitato Nazionale di Bioetica.

SUSI, LA “DAMA BIANCA”, È ANDATA FINALMENTE A CASA!

Quando si dice il caso: un signore entra in un bar, vede un giornale, la Gazzetta della Martesana, lo sfoglia e legge dell’appello di Susi che noi avevamo pubblicato sul nostro notiziario n. 22/2011 e che quella testata aveva riportato sia in prima pagina che all’interno (vedi immagine sotto).
La vigilia di Natale quel signore è già in canile con la sua famiglia: Gianluigi, la moglie Liliana e la figlia Ketty volevano portare via subito Susi, ma è stato necessario che si stabilisse un minimo di reciproca convivenza. Già il primo incontro è andato comunque molto bene: Susi si è fatta portare al guinzaglio, si è fatta accarezzare e ha accettato di prendere dei bocconi dalle loro mani.

Dopo altri incontri positivi finalmente è arrivato il 5 gennaio: Susi era pronta per andare nella nuova casa accompagnata dalle volontarie Simona e Francesca, quest’ultima la volontaria che più di tutti l’ha seguita durante la sua permanenza in canile (con lei nella foto sotto nel suo nuovo giardino). Con qualche fatica Susi è salita in auto alla volta di Dalmine (BG).

Nella nuova casa l’attendevano una super cuccia apposta per lei nella parte posteriore del giardino, separata da quella anteriore dove c'è la rampa del box e il cancello di ingresso (soluzione perfetta e in tutta sicurezza!). Appena arrivata ha cominciato a ispezionare il giardino e ha mangiato un po' di erba, accettando poi di farsi spazzolare e accarezzare dai suoi nuovi padroni. Poi ha fatto la conoscenza di Eros e Sally, i cagnolini maltesi di casa, che sono i re della taverna: Susi non ci è voluta entrare ma era molto incuriosita ma anche spaventata, come sempre nei suoi primi approcci con cani che non conosce.

Il primo giorno di Susi come cane di famiglia è andato alla grande: ha mangiato tutta la pappa (crocchette con pollo allo spiedo!); ha dormito sul divano insieme ai maltesini in taverna (è stata lei a seguirli spontaneamente!), perché quella notte faceva troppo freddo; ha fatto una bella passeggiata…. Insomma: meglio di così non si può! La cosa buffa di questo bellissimo lieto fine è che Susi è stata adottata per vivere in giardino, in pratica ha già preso possesso del divano e di tutte le comodità della casa.

Nessuno potrà toglierle dieci lunghi anni passati in canile (nove a Pantigliate e uno a Monza), ma ora, e fino alla fine dei suoi giorni, Susi avrà una famiglia che saprà darle tutto l’amore che merita.

Ringraziamo di cuore la Gazzetta della Martesana, settimanale che copre anche il Comune di Cernusco sul Naviglio, dove tanti anni fa Susi era stata accalappiata, per aver contribuito concretamente al suo meraviglioso lieto fine.

VOTA L’ENPA DI MONZA!

Avete presente la rubrica “C’è Bisogno di voi?” Questa volta abbiamo davvero bisogno di voi ma non per particolari necessità del canile: adesso chiediamo il vostro voto!
Il circuito di testate giornalistiche iNetweeK (facenti parte di Dmedia Group), infatti, ha da poco indetto il concorso "Associazioni (iN)" che coinvolge tutte le associazioni no-profit registrate nel sito www.associazioni.eu. Partecipa all’iniziativa anche la sede ENPA di Monza e Brianza.

Due sono gli obiettivi dell’iniziativa: contribuire economicamente al sostegno dell’attività del terzo settore e dare la più ampia visibilità ai progetti delle Associazioni presenti sul territorio dei giornali del circuito.

Ogni settimana, fino al 12 marzo, su 34 dei giornali locali del circuito sarà pubblicato un coupon, i lettori potranno ritagliarlo e consegnarlo alla redazione del settimanale di riferimento - nel nostro caso Il Giornale di Monza - con il voto per la propria Associazione preferita

Il voto si può esprimere anche online: acquistando una copia digitale si acquisisce il diritto a esprimere la propria preferenza.

Alle Associazioni territoriali vincenti, quelle cioè che a seguito del giudizio popolare raccolgono il maggior numero di voti, Dmedia donerà 1.000 euro come contributo per il raggiungimento dello scopo sociale che anima l’Associazione. La premiazione finale si terrà alla presenza delle autorità locali, del direttore del settimanale e delle Associazioni in un evento aperto al pubblico e ai sostenitori dell’iniziativa.

Nella seconda fase del concorso le prime tre Associazioni di ogni testata parteciperanno al gran finale, durante il quale una commissione speciale assegnerà il titolo di “Associazione (iN) dell’anno” del Circuito iNetweeK. L’Associazione vincitrice riceverà un assegno del valore di 5.000 euro, alla seconda e terza classificata andranno rispettivamente 3.000 e 2.000 euro.

E non finisce qui: durante una delle 12 settimane, a sorpresa, 50 centesimi per ogni copia venduta del Giornale di Monza saranno devoluti ad un’Associazione e saranno ancora i lettori a decidere a chi assegnare il “loro” contributo. In pratica ogni lettore potrà far giungere nelle casse dell’Associazione che preferisce o alla quale è iscritto il proprio regalo. L’ammontare delle donazioni sarà visibile sul sito internet www.associazioni.eu nel profilo di ogni Associazione. Le donazioni ricevute verranno poi distribuite a tutte le Associazioni nel corso di un’apposita cerimonia!

Ecco solo alcuni delle 34 testate del circuito iNetweeK partecipanti (oltre al Giornale di Monza) dove potrete trovare il coupon per votare: il Giornale di Carate, il Giornale di Seregno, il Giornale di Desio, la Gazzetta della Martesana, il Giornale di Vimercate, La Settimana di Saronno. Ma attenzione: se votate per l’ENPA monzese, il coupon deve essere consegnato presso la redazione del Giornale di Monza, in Via Azzone Visconti 13 (di fianco alla Rinascente), anche se ritagliato da un’altra testata. In alternativa, potete anche portare il vostro coupon presso il canile in via Buonarroti 52 oppure presso la sede di via Lecco 164, e ci penseremo noi a recapitarlo alla Redazione.

BUFFO: UN’ADOZIONE DIFFICILE

E'piccolo di taglia, giovane, carino, "buffo" proprio come dice il suo nome, ti osserva da lontano dietro le sbarre del suo box tranquillamente seduto.
Sembrerebbe impossibile che un cane così non sia ancora stato adottato, eppure il 19 gennaio 2012 Buffo ha "festeggiato" il suo primo anno al canile di Monza, e se abbiamo deciso di fare un appello per trovargli casa è perché siamo consci che lui non è un cane facile. Nonostante molti vengano colpiti dal suo piacevole aspetto, dobbiamo purtroppo far presente a chi è interessato a una sua adozione che Buffo è un cane problematico, molto diffidente e che se non si fida delle persone può avere reazioni fulminee, impossibili da prevedere perché lui non ringhia mai prima di mordere, ma dà solo dei piccoli segnali, difficili da leggere per persone non “esperte" (ad esempio si irrigidisce o ti guarda in un modo tutto particolare).

È un vero peccato, perché con le poche persone che riescono a rompere quel muro di diffidenza che si è costruito (magari frutto delle sue esperienze passate che noi purtroppo ignoriamo - sappiamo solo che è stato accalappiato a Cernusco sul Naviglio) sa essere affettuoso a suo modo, scodinzola, dà leccatine, accetta di farsi accarezzare lungo il fianco (sempre con molta cautela, con lui mai movimenti bruschi!), è molto intelligente, bravissimo nei giochi di ricerca e di attivazione mentale.

È un cane che risente molto lo stress da canile: non ama stare rinchiuso in box senza aver nulla da fare e attendendo con ansia una passeggiata, tanto che, se ne ottiene la possibilità, spesso è talmente eccitato che tira al guinzaglio, ma quando riesce a rilassarsi sembra davvero un altro, cammina tranquillo e sembra meno ostile verso ciò che lo circonda. È molto probabile quindi che in un altro contesto, al riparo da situazioni “stressanti", diventi più gestibile, anche se con i suoi limiti.
Un cane come lui è una sfida: entrare nella cerchia delle persone a lui gradite è operazione difficile ma non impossibile. Per il nostro piccolo Buffo cerchiamo dei padroni che abbiano esperienza di cani, senza bambini che potrebbero spaventarlo con i loro movimenti e provocare reazioni aggressive di difesa; meglio in un contesto (cortile, giardino) dove possa stare libero e non sia costretto a interagire con troppe persone. Ovviamente non sarebbe possibile portarlo subito Buffo a casa, chiunque fosse interessato dovrebbe passare un periodo di reciproca conoscenza affiancato dalla nostra educatrice cinofila.

Buffo è adottabile anche a distanza (per info adozioni.distanza@enpamonza.it).
Le foto: quella a sinistra è il “ritratto Ufficiale”; quella a destra lo ritrae mentre esegue un “lavoro di ricerca”!

C’È BISOGNO DI VOI!

Visto il freddo polare che è sceso sulla nostra provincia in questo periodo, chiediamo di nuovo coperte e plaid di lana, soprattutto grosse, per foderare le cucce dei cani (esclusi piumini, trapunte e coperte imbottite). Sono comunque graditi anche plaid e pile più piccole per le cucce dei gatti. Per il momento non abbiamo necessità di maglioni, lenzuola e asciugamani.
Inoltre, per aiutare alcuni nostri ospiti felini affetti da particolari problemi di intolleranza o allergia, abbiamo necessità di alimenti per gatti di tipo “monoproteico”, sia crocchette che scatolette.

La Befana ringrazia!

Approfittiamo per ringraziare di cuore tutti coloro che venerdì 6 gennaio hanno portato al banco in centro Monza e presso il canile di via Buonarroti 52 cibo, coperte, cucce, giochi e quant'altro per i nostri ospiti pelosi (e deliziosi dolci per i volontari!), in occasione della manifestazione La Befana del Cane e del Gatto.

Ringraziamo i nostri sostenitori inoltre per le offerte, per le iscrizioni all’associazione e per le firme contro la macellazione rituale, che ha riscosso molti consensi (vedi articolo sopra). Ha fatto molto piacere ricevere anche la visita di alcuni nostri ex ospiti, ora felicemente adottati, tra cui Osso, Cipo e la piccola yorkie Jolie, che vedete immortalata nella foto in braccio alla nostra simpatica befana Luciana.

NOTIZIARIO DI ENPA, SEZIONE MONZA E BRIANZA. Hanno collaborato a questo numero Juliet Berry e Lorena Quarta.

SITO DELLA SEZIONE MONZA E BRIANZA. Sul sito www.enpamonza.it, troverete in home page news e appelli. Le schede degli animali in affido sono alla pagina Adozioni > Animali da adottare, divisa poi in cani, gatti e altri animali. La pagina Lieto fine è dedicata agli ospiti del nostro rifugio felicemente adottati. Nella sezione Informazioni > Newsletter troverete le precedenti edizioni di questo notiziario.

SITO NAZIONALI DELL'ENPA. Sul sito www.enpa.it, aggiornato quotidianamente, troverete numerose notizie, informazioni, petizioni e comunicati stampa della sede centrale della Protezione Animali e dalle altre sede locali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Il Parco di Monza avrà nuovi servizi igienici

Entro maggio saranno ultimati i lavori di recupero dei servizi igienici nel Parco Di Monza. Il progetto, finanziato con un mutuo passivo della cassa depositi e prestiti per 53.271 euro più IVA, si è reso necessario per supplire alla scarsità di bagni pubblici all’interno del grande polmone verde che creava disagi ai fruitori del Parco stesso.

Questo progetto – afferma l’Assessore al Parco Pierfranco Maffè - si pone come obiettivo la riqualificazione della situazione dei bagni pubblici, oltre alla riqualificazione delle strutture vere e proprie che saranno adibite a questa funzione.

Gli edifici interessati dagli interventi di riqualificazione ai servizi igienici sono ubicati presso Porta S. Giorgio e Villa Mirabello nel Parco di Monza, edifici costruiti tra il 1805 e il 1825. Si tratta evidentemente di un intervento indispensabile per rendere il nostro Parco maggiormente fruibile”.

Il progetto prevede la riqualificazione interna dei manufatti che verranno adibiti a bagni pubblici, con i seguenti interventi:

PORTA SAN GIORGIO

  • rimozione sanitari esistenti
  • rimozione serramenti esistenti e fornitura e posa di nuovi serramenti
  • demolizione tavolati
  • rimozione pavimenti e massetti
  • disfacimenti reti di adduzione e scarico acque obsolete
  • disfacimento impianti elettrici
  • costruzione nuovi tavolati per partizioni interne
  • posa nuove reti di adduzione e scarico acque
  • posa impianti elettrici
  • intonacature a civile
  • piastrellatura pavimenti e pareti
  • posa nuovi sanitari
  • formazione di bagno per disabile.

 VILLA MIRABELLO – CORTILE DEGLI STALLONI

  • rimozione serramenti esistenti e fornitura e posa di nuovi serramenti
  • rimozione pavimenti e massetti
  • costruzione nuovi tavolati per partizioni interne
  • rimozione massetto in cemento
  • posa nuove reti di adduzione e scarico acque
  • posa impianti elettrici
  • intonacature a civile
  • piastrellatura pavimenti e pareti
  • posa nuovi sanitari
  • formazione di abbassamento in cartongesso per controsoffittatura;
  • posa di nuovi serramenti
  • formazione di bagno per disabile

 

Print Friendly, PDF & Email

Idra Patrimonio: l’Assemblea dei soci rinnova i vertici societari

Il nuovo Cda all’insegna del rigore, della sobrietà e della sempre maggior vicinanza al territorio

Vimercate, 26 gennaio 2012 – Rigore, contenimento dei costi ed equilibrio delle strategie del territorio coinvolto (37 Comuni del bacino Idra distribuiti sulle 2 Province di Monza e Brianza e Milano). Queste le parole d’ordine dei soci (37 sindaci e i rappresentanti delle 2 Province) emerse nel corso dell’Assemblea che si è svolta lo scorso lunedì 23 gennaio presso Villa Gussi a Vimercate, sede di Idra Patrimonio.

Punto più importante all’ordine del giorno, il rinnovo del Consiglio di Amministrazione, concluso con la nomina dei nuovi membri: Enos Borrini, presidente (ex direttore Ato Provincia di Milano, esperto in materia idrica); Federica Centenaro, vicepresidente (esperta di questioni giuridiche); Giorgio Greci, consigliere (esperto in questioni territoriali).

Tre componenti, scelti sulla base della lunga competenza acquisita in ambito idrico e territoriale, che sono il segnale di un’importante novità: la riduzione da 5 a 3 delle cariche e del tetto degli emolumenti (da oltre 96mila euro nel 2007 a 50mila oggi). Una scelta di contenimento dei costi per il funzionamento degli organi elettivi, che vuole dare attuazione concreta alle strategie condivise dai soci di un maggior rigore gestionale, finalizzato ad allineare le scelte strategiche di Idra Patrimonio all’impegno nazionale di sobrietà e competenza richiesto dal Paese in questi tempi di difficoltà economica.

“Il nostro Paese si trova in una situazione economica difficile. Il mondo del sistema idrico sta attraversando un periodo di transizione e di ridefinizione dei ruoli e delle funzioni delle società dell’acqua, anche in un ottica di contenimento dei costi e riduzione degli sprechi – dice Enos Borrini, presidente di Idra Patrimonio. Per tutto questo è importante che il nuovo corso di Idra Patrimonio sia segnato da azioni concrete di contenimento dei costi e, pur nell’incertezza del quadro normativo, di salvaguardia degli investimenti e degli interessi patrimoniali dei Comuni aderenti, attraverso azioni di sintesi in grado di uniformare le esigenze di entrambe le Province”.

Per saperne di più:

IDRA PATRIMONIO Spa è una società a capitale interamente pubblico che si occupa della gestione delle reti di distribuzione delle acque e degli impianti di depurazione nella Provincia di Monza e Brianza (17 Comuni) e di Milano (24 Comuni), con il maggior numero di quote in Brianzacque.

Dal 2008 si occupa anche della gestione delle strade di alcuni Comuni soci. Il nuovo Cda promuoverà anche il riposizionamento della società ampliando i servizi offerti, sempre con un’attenzione a consigliare al meglio i Comuni, nelle loro diverse esigenze e verso un’omogeneità che tenga conto dell’esperienza pluriennale acquisita.

Fondazione Idra - Ufficio Comunicazione e Stampa

Manuela Portaluppi

 

Print Friendly, PDF & Email

INTERVISTE-IMPOSSIBILI

Musica, letteratura, pittura, architettura, cinema e arte varia

Sei letture sceniche come «interviste impossibili»

Le interviste impossibili in dialoghi fantasiosi con grandi personaggi del passato.

I dialoghi scritti da prestigiosi intellettuali italiani:

(Arbasino, Risi, Castellaneta, Portoghesi, Ceronetti, Manganelli per citarne alcuni)

Letti da attori chiamati a inventare interrogativi e interviste con nuove modalità espressive,

con Guido Garlati e Vico Piazza

Direzione artistica di

Nicola Frangione

Associazione Culturale Harta Performing

Sala Maddalena - Via Santa Maddalena 7 MONZA.

ingresso libero

Giovedi 2 febbraio 2012 ore 21

Intervista a Giacomo Puccini [testo di Alberto Arbasino]

Intervista a Giosue Carducci [testo di Nelo Risi]

Giovedi 9 febbraio 2012 ore 21

Intervista a Pablo Picasso [testo di Carlo Castellaneta]

Intervista a Francesco Borromini [testo di Paolo Portoghesi]

Giovedi 16 febbraio 2012 ore 21

Intervista ai fratelli Lumière [testo di Guido Ceronetti]

Intervista a Leopoldo Fregoli [testo di Giorgio Manganelli]

www.nicolafrangione.it
www.hartaperformingmonza.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Giorno della Memoria

 I.T.C.  “Elsa  Morante”  Limbiate

La celebrazione del “Giorno della Memoria”

assieme agli studenti del Liceo della Scuola Ebraica si effettuerà

 martedì 31 gennaio 2012.

 

L’organizzazione della giornata è la seguente:

v ore 9.00: formazione di 5 gruppi di lavoro misti (studenti Morante + studenti Scuola ebraica) con queste modalità:

  1. Gli studenti di Limbiate restano nelle loro classi,

dove saranno raggiunti dagli studenti ebrei;

v 9.15-11.30:  lavoro di gruppo: esame – commento dei testi sulla shoà ed elaborazione di una riflessione finale di gruppo.

v 11.30-11.45: tutti i gruppi si spostano in aula Binfarè e la Manifestazione si aprirà al pubblico, alle Istituzioni e alla Stampa;

v 11.45-12.45:  plenaria in aula Binfaré, con le seguenti modalità:

  1. saluti del Sindaco di Limbiate;
  2. messa in comune delle riflessioni di gruppo e/o individuali
  3. breve dibattito
  4. celebrazione dei 6 milioni di vittime della shoà

con l’accensione delle candele

v 12.45-13.30: in Palestrina, rinfresco con  gastronomia kasher  e  congedo dagli studenti ebrei in visita.

 

Print Friendly, PDF & Email

Adiconsum – nuova procedura di conciliazione extragiudiziale.

Presso la sede di Acsm - Agam di Monza, il 13 gennaio scorso, è stato sottoscritto un altro importante accordo sulla conciliazione paritetica, fortemente voluto da Adiconsum Brianza insieme alle altre organizzazioni di consumatori brianzole. L’accordo porta di fatto un sostanziale beneficio agli utenti consumatori, semplificando in modo sostanziale gli eventuali conflitti e controversie con Acsm - Agam, prima che questi approdino in tribunale, diminuendo i tempi di attesa e i costi per gli utenti. La conciliazione è uno strumento previsto dalla  legge. Consente infatti di risolvere rapidamente i contenziosi in sede non giudiziaria. Il consumatore vi può ricorrere dopo che non sia andato a buon fine il reclamo diretto con l’azienda, appoggiandosi  appunto ad una delle associazioni che hanno aderito alla procedura. L’accesso alla conciliazione è gratuito e la procedura deve concludersi entro 60 giorni dalla domanda.

L’utente che, ad esempio, ha problemi di fatture con importi anomali, subentro di contratto, gestione dei rimborsi e doppia fatturazione, può rivolgersi agli sportelli dell’’Adiconsum, presenti a Monza, Seregno, Carate, Vimercate e Vaprio d’Adda, presentando la necessaria documentazione: qui verrà compilata e inoltrata la domanda di conciliazione.

Questo accordo va in coda a quello già sottoscritto da Adiconsum Brianza con l’altro importante ente di distribuzione energetico Gelsia e le sue consociate.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lavori viale Lombardia: riduzione a una corsia nelle notti della prossima settimana

Al fine di consentire la posa in opera delle travi di copertura di un tratto della canna sud della galleria (direzione Milano), si provvederà ad eseguire la riduzione da due a una corsia di marcia della carreggiata sud della S.S. 36 in direzione Milano, solo nel tratto compreso tra la via Cavallotti e viale Romagna, dalle ore 22 alle ore 6 delle notti comprese tra i giorni di lunedì 30 gennaio e domenica 5 febbraio 2012.

Tutti i collegamenti con la rete viaria generale esistenti resteranno invariati. Il disagio pertanto sarà solo notturno e interesserà solo un tratto di circa 450 metri del viale Lombardia.

Monza, 25 gennaio 2012

Ufficio Stampa del Comune di Monza

 

Print Friendly, PDF & Email

ALCATEL LUCENT - PESANTE PIANO DI DISIMPEGNO DELLA MULTINAZIONALE NEL NOSTRO PAESE

Il giorno 24 gennaio 2012 si è tenuto il previsto incontro al Ministero dello Sviluppo Economico.

L’azienda ha confermato il quadro negativo già fornito alla riunione ECID dello scorso 18 gennaio, indicando le ricadute occupazionali nel nostro paese. L’Italia risulta, insieme al Belgio, la nazione più colpita dai tagli (v. comunicato ECID).

Il piano 2012 prevede una riduzione costi complessiva di 500 milioni di euro, e un riposizionamento strategico delle attività di Ricerca e sviluppo verso i prodotti HLN, in particolare IP e mobile.

Per quanto riguarda la riduzione costi, l’azienda prevede interventi sia sulle strutture della Region, sia sulla Supply Chain, sia sulla R&D.

Nel nostro paese questo comporta complessivamente circa 490 esuberi, così ripartiti:

65 esuberi nella Region (pre-sales, sales, funzioni centrali);

25 esuberi nella Global Custom Delivery;

25 in Supply Chain, Delivery Operations e Ingegneria Industriale;

15 nelle altre funzioni centrali (HR, Finance, Marketing e Comunicazione);

360 nelle attività R&D OPTICS, così ripartiti: 220 OMSN (1850 TSS, 1650/1660/1670/ISA), 105 Network Management, 35 Wireless Transmission, su un organico complessivo di 890 persone inclusi circa cento contractors.

Inoltre l’azienda ha confermato il piano di riduzione dei lavoratori somministrati della sede di Trieste, con una riduzione di circa 200 unità nel corso del 2012.

Infine, l’azienda ha comunicato di aver individuato una società interessata all’acquisizione dei lavoratori della sede R&D di Genova. Si tratta del gruppo Softeco di Genova, società di ingegneria e servizi software ICT. Nei prossimi giorni si terrà un incontro con la società, sull’ipotesi di cessione.

Il Coordinamento sindacale Alcatel-Lucent ritiene inaccettabile un piano di ristrutturazione che prevede la perdita di oltre 700 posti di lavoro. Tale piano, se attuato, significherebbe il disimpegno della multinazionale dal nostro paese.

Non possiamo accettare la cancellazione di attività, fino a ieri considerate strategiche per l’azienda, senza che vengano assegnate nuove attività di ricerca e sviluppo ai team del nostro paese.

In Italia ci sono le competenze, il know-how necessario, le condizioni di costo del lavoro basso, le flessibilità, per poter concorrere allo sviluppo dei prodotti oggi definiti strategici da Alcatel-Lucent.

Non possiamo inoltre accettare che le scelte organizzative di delocalizzazione e centralizzazione delle attività della Region, decise dalla multinazionale, si traducano in decine di esuberi e pesanti ricadute esclusivamente sui lavoratori.

Siamo sconcertati da un management che prima sostiene che il problema di Optics siano le sedi frammentate sul territorio, e dopo pochi mesi mette in discussione tutta la R&D!

Il Ministero dello Sviluppo Economico, vista la gravità dell’annuncio, ha informato il Ministro, il quale si è riservato di avviare un confronto con la direzione della multinazionale, per capire le ragioni di un’operazione fortemente penalizzante per il nostro paese, soprattutto dopo una serie di incontri istituzionali dove l’azienda affermava di voler mantenere un focus strategico in Italia.

La presenza di ALU in Italia è sempre stata legata alle competenze tecnologiche presenti, al di là della dimensione del mercato nazionale. Sarebbe grave se l’azienda decidesse di passare a un’ottica puramente commerciale.

Il ministero ha pertanto riconvocato una nuova riunione tra circa un mese, tempo necessario affinché il ministro Passera prenda contatto con i vertici della multinazionale.

Vista la gravità della situazione, si conferma lo stato di agitazione, lo sciopero degli straordinari e delle flessibilità in tutte le sedi. Assemblee si svolgono in questi giorni per informare i lavoratori e decidere ulteriori iniziative di mobilitazione.

Coordinamento sindacale Alcatel-Lucent Italia

Roma, 24 gennaio 2012

A Vimercate il Giorno 02/02/2012 presso la sede Alcatel-Lucent a partire dalle ore 10,30 si terrà una conferenza stampa di Fim-Cisl, Fiom-Cgil Territoriali,la Rsu con i Lavoratori e le Lavoratrici in Lotta.

 

Print Friendly, PDF & Email

INAUGURATO ALLA FONDAZIONE TETTAMANTI DI MONZA

IL DISPOSITIVO MEDICO PER LO STUDIO DELLA “MALATTIA RESIDUA MINIMA” IN TUTTI I BAMBINI ITALIANI CON LEUCEMIA

DONATO DA FILO DIRETTO ONLUS

Lo strumento di PCR Quantitativa “ViiA7”, che rappresenta un riferimento a livello nazionale e che è stato donato da Filo diretto Onlus alla Fondazione Tettamanti, ha visto la sua inaugurazione ufficiale nella giornata di ieri presso il centro di Oncoematologia Pediatrica della Fondazione MBBM presso l’Ospedale San Gerardo di Monza.

 

Monza, 25 gennaio 2012. Si è tenuta ieri presso il centro di Oncoematologia Pediatrica della Fondazione MBBM presso l’Ospedale San Gerardo di Monza, l’inaugurazione del nuovo dispositivo medico di PCR Quantitativa “ViiA7” di Applied Biosystems adibito all’analisi della Malattia Residua Minima nella Leucemia Linfoblastica Acuta del bambino.

Con questa apparecchiatura d’avanguardia, che rappresenta un unicum a livello nazionale e che è stata donata da Filo diretto Onlus - la società non profit del Gruppo Filo diretto che promuove e finanzia progetti e iniziative in ambito sociale, dedicandosi in particolare ai bambini in difficoltà e alle loro famiglie - la Fondazione Tettamanti, istituzione scientifica non profit specializzata nella ricerca e studio delle leucemie infantili, ha a disposizione un’arma in più per combattere la malattia.

La leucemia linfoblastica acuta (LLA) è la forma di tumore più frequente nei bambini, rappresentando più di 1/3 dei tumori dell’infanzia –sottolinea il Responsabile del Centro Ricerca Tettamanti, dott. Giovanni Cazzaniga- è inoltre il sottotipo più ricorrente di leucemia acuta, con circa 400 nuovi casi ogni anno in Italia. Anche se negli anni il successo nella cura è molto progredito, purtroppo circa il 20% dei bambini ricade nella malattia, spesso con esito sfavorevole. In questo contesto assume una rilevanza particolare lo studio della Malattia Residua Minima (MRM), parametro fondamentale per assegnare ad ogni paziente il trattamento più adeguato”.

L’apparecchiatura consente al Centro Ricerca Tettamanti di implementare ulteriormente l’analisi per tutti i pazienti italiani della Malattia Residua Minima (MRM), ovvero la misura del numero di cellule leucemiche che permangono nel midollo osseo durante le prime fasi della terapia. L’innovativo strumento appena inaugurato è infatti indispensabile per questa tipologia di esame, permettendo di rilevare un segnale luminoso associato in modo quantitativo ed estremamente sensibile al DNA amplificato della cellula leucemica.

Il dispositivo di PCR Quantitativa “ViiA7” contribuisce ulteriormente a rendere il Centro Ricerca Tettamanti il riferimento a livello nazionale per le analisi molecolari dei pazienti affetti da LLA. “E’, quindi, anche grazie alla donazione di Filo diretto Onlus – sottolinea il Direttore Scientifico della Fondazione Tettamanti e Direttore della Clinica Pediatrica dell’Università Bicocca, Prof. Andrea Biondi- che possiamo assicurare ad ogni bambino la maggior efficacia possibile della cura con un rischio limitato di effetti secondari e, di conseguenza, una migliore qualità di vita”.

“Siamo lieti di aver offerto il nostro supporto a un centro di ricerca di eccellenza come la Fondazione Tettamanti” afferma il Presidente del Gruppo Filo diretto, Ing. Gualtiero Ventura “e di aver contribuito, in linea con la mission della nostra Onlus che da dieci anni promuove e finanzia progetti e iniziative a favore dei bambini in difficoltà e delle loro famiglie, a mettere a disposizione di tutti i piccoli malati di leucemia del nostro Paese uno strumento diagnostico così fondamentale per affrontare la malattia”.

Al classico “taglio del nastro”, che ha visto la partecipazione dello staff sanitario del reparto di Oncoematologia Pediatrica della Fondazione MBBM, presso l’Ospedale San Gerardo, della

Fondazione Tettamanti, di Filo diretto Onlus e del Comitato Maria Letizia Verga, è seguita una visita degli spazi di degenza e un incontro con i piccoli pazienti che stanno vivendo le difficoltà della malattia.

 Il Gruppo Filo diretto, operante dal 1987, propone a utenti business e consumatori finali polizze assicurative e servizi di assistenza innovativi in quattro aree: Viaggi e Turismo, Auto, Salute, Casa e Famiglia. L’erogazione dei principali servizi e delle prestazioni di assistenza è resa possibile da una moderna ed efficiente Centrale Operativa e da una capillare rete di Service Partner operanti nei cinque continenti nell’ambito della partecipata International Assistance Group Sas.

 Fanno parte del Gruppo Filo diretto: Filo diretto S.p.A., Filo diretto Assicurazioni SpA - capogruppo del Gruppo assicurativo - Ami Assistance SpA e Filo diretto Service SpA, oltre alle partecipazioni in Filo diretto World Care SpA e International Assistance Group sas.

Di Filo diretto fa anche parte Filo diretto Onlus l’organizzazione non profit a sostegno dell’impegno sociale del Gruppo.

Nel 1987, grazie al lascito di Rita Fusco in memoria dei genitori Tettamanti, nasce all’interno dell‘Ospedale San Gerardo di Monza la Fondazione Tettamanti per la ricerca e lo studio delle leucemie infantili. Nel 1995 viene inaugurato il Centro di Ricerca M Tettamanti istituzione scientifica “no-profit”.

Il Centro opera nel campo della ricerca sulle leucemie ed emopatie infantili. E’ parte della Clinica Pediatrica dell’Università di Milano Bicocca. Rappresenta il primo esempio in Italia di una struttura di ricerca nel campo delle leucemie del bambino che opera in modo integrato con una struttura di cura. Si sviluppa su un’area di 650 mq ed è dotato delle più moderne strumentazioni per gli studi di biologia cellulare e molecolare.

 

Iscriviti alla newsletter

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.vorrei.org/home/plugins/acymailing/tagcontent/tagcontent.php on line 1228
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)