Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

VOLOLIBERO EDIZIONI

FESTEGGIA IL PRIMO ANNO DI ATTIVITA'

A volo libero sulla cultura

www.voliberoedizioni.it

Una non stop dei video di Vololibero con interventi in sala di

Claudio Fucci, Massimo Pirotta, Matteo Guarnaccia, Federico Valera e Dianella Bardelli

per presentare le pubblicazioni di Vololibero

GIOVEDI' 12 GENNAIO 2012

ORE 21,00

GALLERIA HEART

via Manin 3, angolo via Trezzo

Vimercate (Mb)

www.associazioneheart.it

Era l'ottobre 2010 quando usciva “Re Nudo Pop Ed altri Festival – il sogno di Woodstock in Italia” http://vololiberoedizioni.it/?sect=libri&;itemId=88, un cofanetto con un DVD, un CD ed un libro firmato Matteo Guarnaccia in cui si raccontava la storia dei pop festival nel nostro Paese. Un documento storico che raccontava un periodo, una cultura con immagini inedite (Festival di Re Nudo dell'Alpe del Viceré 1973), testimonianze di protagonisti, musica e parole.

Quella pubblicazione inaugurava con successo il catalogo di Vololibero Edizioni (il libro è stato premiato nel novembre dello stesso anno come miglior libro musicale del 2010 nella prima edizioni di “Un Libro a Milano – Salone della piccola e media editoria indipendente”

Claudio Fucci (a sua volta musicista), il creatore del marchio VOLOLIBERO (che nasce come editore musicale) definisce in questo modo la sua creatura e la sua nascita : “Ho sentito l’esigenza di creare uno spazio molto personale dove il mercato possa essere il mezzo e non l’obiettivo per realizzare progetti legati alla mia visione della musica e della vita. VOLOLIBERO - prosegue Fucci – E' una bottega artigiana ed uno spazio libero apertoalla collaborazione artistica con amici e compagni di strada, per esplorazioni e voli possibilmente lontano dal “consueto”, consunto e consumato. Nasce con l'intento di colmare i numerosi piccoli buchi della memoria degli anni 70”

Con questo spirito, con questa visione l'attività di questa piccola ed intraprendente casa editrice è proseguita per tutto il 2011 ed ora il catalogo conta ben nove titoli, altrettanti dischi e molte altre pubblicazioni in cantiere.

Giovedì 12 Gennaio (con qualche mese di ritardo) Vololibero spegne la prima candelina in compagnia di alcuni suoi autori e musicisti che sono legati all'attività culturale di questa realtà.

Saranno con l'occasione presentati i libri già editi e si farà un'ampia panoramica sulle imminenti pubblicazioni (IL BARDO PSCICHEDELICO DI NEAL di Dianella Bardelli, una delle prossime uscite sarà disponibile in anteprima). A far da sfondo alle parole i video, tutti esclusivi, realizzati per le differenti pubblicazioni.

Questo incontro è il primo di una serie che inaugura la collaborazione con lo Spazio Vivo Heart di Vimercate (www.associazioneheart.it), luogo dove saranno presentate le uscite ma anche un punto dove si potranno trovare tutti i libri ed i prodotti editi da Vololibero.

Ecco il calendario dei prossimi appuntamenti:

Giovedì 26 gennaio - ore 21.00

Matita emostatica di Luca Majer

http://vololiberoedizioni.it/?sect=libri&;itemId=485

Un percorso raccontato da un musicista che per anni ha raccolto informazioni sui più importanti scoppi di rabbia e di creatività giovanile: da Bob Dylan a Lady Gaga. Presenta il libro l’autore Luca Majer. Le foto di Roberto Masotti e la musica di Maurizio Marsico e Gianmaria Aprile arricchiranno la serata.


Giovedì 2 febbraio - ore 21.00

Non sparate sul cantautore di Claudio Bernieri

http://vololiberoedizioni.it/?sect=libri&;itemId=799


La stagione tra il ‘68 e il ‘78: dieci anni di canzoni che hanno accompagnato un’intera generazione. Dal canto politico alla canzone d’autore, una metamorfosi che ha rivoluzionato la cultura italiana. Un prezioso documento storico che raccoglie idee e contributi dei protagonisti della canzone d’autore e non espressi in una serie di interviste realizzate da Claudio Bernieri alla fine degli anni Settanta.


Giovedì 23 febbraio - ore 21.00

Technicolor Night con Matteo Guarnaccia

http://vololiberoedizioni.it/?sect=libri&;itemId=504


Una perfomance/presentazione della collana Technicolor Dream di Matteo Guarnaccia: una coloring session unica e coinvolgente.

=== 000 ===

Ulteriori Informazioni

Ufficio Stampa Vololibero Edizioni

Luca Trambusti

 

Print Friendly, PDF & Email

Primarie di Coalizione Monza 2012

FRANCESCO BERETTA:

FOREST GAMP DELLA SINISTRA MONZESE

Il Candidato "Noi di un'altra Monza" Francesco Beretta inizia il tour dei quartieri.

(CAMMINATA ANTIMAFIA)

Sabato 7 gennaio alle 10:00 del mattino partenza da Via "Peppino Impastato" quartiere Libertà per poi raggiungere a piedi P.za Roma dove sarà possibile rifocillarsi con un buon the, vin brulè

(CAMMINATA PER LA SCUOLA PUBBLICA)

Domenica 8 gennaio alle 10:00 del mattino partenza dall'Ospedale Vecchio per attraversare la Circoscrizione 4 e finire davanti alla Scuola Elementare Alfieri in Via San Fruttuoso dove sarà possibile rifocilarsi con un buon the e vin brulè.

 

Print Friendly, PDF & Email

Dopo il successo di “CHAT A DUE PIAZZE” tornano

ANTONIO CATANIA,

GIANLUCA RAMAZZOTTI,

MIRIAM MESTURINO

 in

SE DEVI DIRE UNA BUGIA, DILLA ANCORA PIU' GROSSA

 il seguito di SE DEVI DIRE UNA BUGIA DILLA GROSSA

con la partecipazione straordinaria di RAFFAELE PISU

e con NINI SALERNO nel ruolo del direttore e LICINIA LENTINI nel ruolo di Arabella

e con Antonio Pisu, Domenico De Santi, Selene Rosiello

una novità in due atti di RAY CLOONEY

versione italiana di Luca Barcellona

regia GIANLUCA GUIDI

scene Gianluca Amodio

costumi Graziella Pera

produzione Associazione Culturale Artù

Dopo lo straordinario successo di Chat a due Piazze, Gianluca Ramazzotti torna in scena con Antonio Catania e Miriam Mesturino, ancora una volta supportati dalla irrefrenabile simpatia di Raffaele Pisu, e con Nini Salerno.

La prima versione italiana della nuova esilarante commedia degli equivoci di Ray Cooney, che vanta nientemeno che il prestigioso premio Lawrence Olivier come miglior commedia dell’anno a Londra. Rappresentata in tutto il mondo ma con un enorme successo a Parigi con il titolo di Panique au Plaza e a Madrid come Politicamente Incorrecto, è il seguito di un’altra importante commedia sempre di Ray Cooney Se devi dire una bugia dilla Grossa, dove i personaggi principali si ritrovano anni dopo all’Hotel Palace, ingarbugliati in un’altra vorticosa serie di bugie per nascondere addirittura un cadavere che non vuole proprio saperne di passare inosservato…

Invece di presenziare al Consiglio dei Ministri, l’On. De Mitri, Ministro di Governo, sta per passare la notte, con la sua amante, ufficio stampa dell’opposizione, all’interno della bellissima suite 648 dell’Hotel Palace. Purtroppo, per loro niente andrà come previsto. Un cadavere appare dietro la grande finestra e il personale dell’albergo è troppo impiccione. Venti di panico soffiano sull’Hotel Palace e lo scandalo sta per scoppiare. Fortunatamente l’Onorevole De Mitri può contare sul suo fedele portaborse, Mario Girini, che con tutte le sue forze affronterà le situazioni più incredibili e divertenti mai viste a teatro… per la gioia dello spettatore.

BIGLIETTI IN VENDITA IN BOTTEGHINO

da martedì a sabato ore 10.30-13.00 e 15.00-18.00

Tel. botteghino per info: 039 386500

 

BIGLIETTI INTERI acquistabili anche on-line 

PLATEA € 25,00 + 2,00 prevendita

BALCONATA € 22,00 + 2,00 prevendita

GALLERIA € 13,00 + 1,00 prevendita

 

BIGLIETTI RIDOTTI (per under 18, diversamente abili, cral convenzionati)

PLATEA € 23,00 + 2,00 prevendita

BALCONATA € 20,00 + 2,00 prevendita

GALLERIA € 11,00 + 1,00 prevendita

Pagina facebook dello spettacolo

 

Print Friendly, PDF & Email

IN BICICLETTA CON DONATELLA PER DONATELLA SINDACO

Domenica 8 gennaio h 10.30 Donatella Paciello, candidato alle primarie del 22 gennaio per il Sindaco di Monza, insieme ad i suoi sostenitori e simpatizzanti, percorrerà le vie della città di Monza in bicicletta per ribadire l’impegno che intende prendere a sostegno dell’utilizzo di mezzi alternativi all’automobile. L’intento di Donatella è quello di coniugare in modo nuovo il rapporto tra ecologia ed economia, a simboleggiare ciò, insieme ai suoi sostenitori, ha coniato il termine ECOLOMIA nell’intento di dare più forza al suo progetto di governo.

Il percorso prevede la partenza da piazza Trento e Trieste alle h 10.30, l’attraversamento del centro della città di Monza per arrivare al Mercatino dell’Antiquariato di via Bergamo dove Donatella incontrerà i cittadini.

Il percorso proseguirà in direzione della Cascinazza per ribadire l’impegno di Donatella di fermare la cementificazione delle aree agricole in città, promossa dall’attuale Giunta, sostenendo e la attuale destinazione delle aree verdi ed agricole. L’impegno è quello di consentire l’edificazione di nuove residenze e/o servizi privilegiando l’utilizzo delle numerose aree dimesse a favore di un basso consumo di suolo. Ciò è in linea con il progetto di ECOLOMIA da adottare per la città di Monza.

Sono invitati cittadini ed in particolar modo quei comitati e associazioni che con passione, impegno e dedizione la battaglia contro l’adozione della Variante al PGT del Sindaco Mariani e per la realizzazione di piste ciclabili.

Maggiori informazioni su www.donatellapaciello.it

Monza, li 4 gen. 12

Corrado Guarnaccia

Coordinatore Comitato per Donatella Sindaco.
email: corradoguarnaccia@fastwebnet.it" href="mailto:corradoguarnaccia@fastwebnet.it" moz-do-not-send="true">corradoguarnaccia@fastwebnet.it

mobile: 338 1258397
skype: cguarnaccia

 

Print Friendly, PDF & Email

Segnaliamo l'avvio della raccolta firme on-line per difendere il Parco del Grugnotorto Villoresi

Coop Lombardia e Fondi Rustici Nord Milano vogliono costruire a Cinisello Balsamo volumetrie pari a 16 palazzi di 8 piani nel Parco Grugnotorto Villoresi, un parco sito in un’area tra le più congestionate ed inquinate d’Europa. All'interesse collettivo COOP Lombardia e Fondi Rustici Nord Milano antepongono un mero interesse economico a svantaggio dei cittadini, del parco e dell'ambiente.

Chiediamo a Coop Lombardia e Fondi rustici nord Milano di rinunciare completamente a questo progetto e di ritirarsi dal contenzioso legale che li vedono schierati a danno dei cittadini di Cinisello balsamo.

Vai sul sito www.cinisello.legambiente.org e firma la petizione! Fai sentire la tua voce!

Cordiali saluti
Legambiente Cinisello Balsamo


 

Print Friendly, PDF & Email

Recensioni di Nanni Salio e Paolo Calabrò

Educazione e Pace: La Pedagogia della Memoria

Le Edizioni Mimesis presentano il libro "Educazione e Pace. Dalla Shoah al Dialogo Interculturale" "Il nostro è un punto di vista che si sforza di coniugare onestà intellettuale e passione, perchè sente ciò che narra. In questo senso non millanta verità assolute, ma solo verità umane"

Il Dovere di Ricordare. Riflessioni sulla Shoah.

Moni Ovadia

Educazione e Pace. La pedagogia della memoria di Laura Tussi

di Paolo Calabrò

lettura di Luca Grandelis

http://www.paginatre.it/online/2011/12/27/5525/

Laura Tussi, docente e giornalista con cinque lauree specialistiche nell’ambito della formazione degli adulti e della consulenza pedagogica e con già cinque libri pubblicati sui temi dell’interculturalità e della nonviolenza, dà oggi alle stampe il suo sesto volume, per i tipi della Mimesis, dal titolo Educazione e pace. Dalla Shoah al dialogo interculturale. Da sempre attiva nel settore dell’antifascismo, Tussi continua a portare avanti le sue iniziative dedicate alla memoria della Shoah, emblema della discriminazione violenta, riunite sotto il nome “Per non dimenticare” (che mettono insieme la presenza e l’opera di personaggi come Moni Ovadia e don Andrea Gallo, e che hanno permesso di raccogliere una gran quantità di materiali multimediali, anche in collaborazione con la RAI). Il convincimento di fondo è che «è necessario ripercorrere l’analisi del passato storico, per evitare di compiere gli errori della storia, a livello di violazione della dignità delle donne e degli uomini e dei diritti imprescindibili della persona, sanciti dalla Carta Costituzionale Democratica e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani». Nel volume si parla di razzismo, annientamento, memoria collettiva; con particolare riferimento alla Shoah si sciolgono i nodi del significato e della razionalità della testimonianza, in un momento in cui i testimoni si fanno sempre più rari. Un’attenzione particolare viene riservata alla scuola, dove l’autrice lavora da molti anni, soprattutto alle questioni dell’intercultura e della valorizzazione delle differenze (con gli annessi problemi dell’immigrazione e dell’integrazione). Verso un “nuovo paradigma educativo”, basato sulla fecondità dell’incontro e sul rifiuto della “omogeneizzazione culturale”.

Laura Tussi collabora con diverse riviste telematiche – tra le quali «Peacelink.it», «Politicamentecorretto.com», «Ildialogo.org» – e di settore, tra cui «Rassegna dell’Istruzione» (Mondadori, Le Monnier – MIUR) e «Scuola e Didattica» (La Scuola). Ha pubblicato: Sacro (EMI, 2009); Memorie e Olocausto (Aracne, 2009); Il disagio insegnante (Aracne, 2009); Il dovere di ricordare (Aracne, 2010); Il pensiero delle differenze (Aracne, 2011). --------------------------------------------------------------------------------

Laura Tussi, Educazione e pace. Dalla Shoah al dialogo interculturale, ed. Mimesis, 2011, pp. 140, euro 14.

Dalla shoah al dialogo interculturale – Recensione di Nanni Salio, Presidente del Centro Studi Sereno Regis di Torino

Laura Tussi, Educazione e pace. Dalla shoah al dialogo interculturale, Mimesis, Milano 2011

http://www.mimesisedizioni.it/Press/Rassegna-Stampa/Serenoregis.org-Nanni-Salio-su-Educazione-e-pace-di-Laura-Tussi.html

L’autrice, nota per il suo impegno nel campo educativo, raccoglie e rielabora in questo agile volumetto i suoi principali contributi su temi che fanno parte della più ampia costellazione dell’educazione alla pace: memoria e dialogo, razzismo e antirazzismo, dialogo interculturale, pedagogia della shoah, pensiero delle differenze, cittadinanza planetaria, sostenibilità e trasformazione nonviolenta dei conflitti. In ciascuno dei brevi paragrafi del libro viene indicata una traccia di argomentazione, che poi dovrà essere sviluppata dagli insegnanti secondo specifici percorsi didattici. E’ questo un percorso lungo il quale occorrerà proseguire questo lavoro, se non ci si vuole limitare alle pur necessarie esortazioni: percorsi didattici, sperimentazioni, confronto con insegnanti e studenti, documentazione delle esperienze per una messa a punto di strategie educative che rendano sempre più efficace il lavoro di educazione alla pace per le giovani generazioni, e non solo.

Note:

http://www.paginatre.it/online/2011/12/27/5525/

http://paolocalabro.blogspot.com/2011/12/l-tussi-educazione-e-pace-ed-mimesis.html

http://paolocalabro.blogspot.com/2009/03/case-editrici-mimesis.html

http://www.mimesisedizioni.it/Press/Rassegna-Stampa/Serenoregis.org-Nanni-Salio-su-Educazione-e-pace-di-Laura-Tussi.html

Allegati

Lettura di Luca Grandelis:

Educazione e Pace (3100 Kb - Formato mp3)

 

Print Friendly, PDF & Email

Ecco i primi VIDEO CRAZY del 2012. Cose pazzesche a Monza, Vimercate, Aicurzio e altre località della Brianza. C'è anche un videomontaggio da brivido...

www.mbreporter.it

 

Print Friendly, PDF & Email

BERNAREGGIO: ANCORA CEMENTO E ASFALTO: NON SE NE PUO’ PIU’ !!

IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DELLA GIUNTA PDL E LEGA NORD,  IN BARBA A TUTTE LE  PROMESSE ELETTORALI,   PREVEDE: - NUOVO CEMENTO PER ATTIVITA’ PRODUTTIVE -  ABITAZIONI SU AREE VERDI E AGRICOLE -  LA REALIZZAZIONE DI UN BITUMIFICIO ALTAMENTE INQUINANTE IN UN'AREA VERDE GIA' AMBIENTALMENTE COMPROMESSA DALLA  REALIZZAZIONE DELLA PEDEMONTANA

Le aree agricole del nostro territorio, le ultime rimaste per ricordarci il ruolo che l’agricoltura ha avuto, e dovrebbe ancora avere, per tutti noi, subiranno un’ulteriore riduzione.  Queste aree agricole dovrebbero essere tutelate in un PARCO, ma  gli Amministratori di maggioranza continuano testardamente ad opporsi a questa doverosa scelta relegando Bernareggio ad essere l'unico paese, dal Lambro all'Adda, a non avere attuato questa soluzione. Si tratta  peraltro di aree che  la Provincia di Monza e Brianza considera strategiche e da conservare.

Il nostro territorio ha già molti problemi,  uno su tutti,  lo scarso assorbimento delle acque meteoriche: con la nuova cementificazione,  la situazione peggiorerà ulteriormente. Importanti corridoi ecologici verranno interrotti e aree di sfogo, anche vicine al centro storico (vedi quella di via Gramsci) saranno irrimediabilmente compromesse

Il bitumificio a Villanova, (un impianto altamente inquinante !!) in un'area agricola,  una scelta deleteria,  che va ad aggiungersi al danno della realizzazione della Pedemontana. Un colpo di grazia al territorio e ai cittadini bernareggesi! Non c’è tutela per  il Paleoalveo unica risorsa del nostro territorio, un vero e proprio “fiume verde” ed  ecologico ad ovest del paese. Area agricola ed elemento di connessione tra i confinanti parchi locali di interesse sovracomunale del Molgora e del Rio Vallone. Questa parte di territorio va protetta, invece la giunta Biella Emilio - Tornaghi Stefano non lo vuole fare!!

Non c’è tutela per l'area ad ovest della eventuale tangenzialina. La colata di cemento e asfalto consentirà a decine di migliaia di veicoli di transitare giorno e notte, scaricando quintali di materiale inquinante che andrà a depositarsi nelle aree limitrofe. Per poter almeno limitare questo inquinamento, non si vuole neppure realizzare l’opera in un tunnel sotterraneo o in trincea con barriere protettive, in modo da salvaguardare i bimbi della Scuola Materna RODARI e gli abitanti a ridosso della stessa tangenzialina.

Questo ulteriore accanimento verso il consumo del suolo è inaccettabile !

Il patrimonio naturale e i terreni agricoli,  negli ultimi anni sono già stati pesantemente ridotti,  il tutto per costruire nuovi edifici,  nonostante la presenza in paese, di un gran numero di  appartamenti sfitti.

Partito della Rifondazione Comunista Carnate – Bernareggio – Aicurzio – Ronco, www.brianzapopolare.it, www.berettapermonza.it Società Civile Ecologisti e reti civiche - www.verdibernareggio.blogspot.com

Cicl. in prop. GENNAIO 2012

 

Print Friendly, PDF & Email

ATTENZIONE! SCRITTURA FRESCA!
Ritorna la non-convenzionale rassegna del Bloom dedicata ai Libri e alla Scrittura.
Dal giornalismo musicale alla narrativa pura, dall'ironia alla denuncia sociale.
Presentazioni di libri con incursioni musicali, blitz creativi
e l'imperdibile aperitivo del Bloom.

Domenica 15 gennaio / ore 19.00 / ing. libero

NON SPARATE SUL CANTAUTORE
CANZONI COME PIETRE, MUSICA SOTTO TIRO

 Apertura porte: 18.30 - Inizio spettacoli e aperitivo: 19.00 - Ingresso Libero

NON SPARATE SUL CANTAUTORE CANZONI COME PIETRE, MUSICA SOTTO TIRO
un libro di Claudio Bernieri
De Andre', Gaber, Guccini, De Gregori, Jannacci e molti altri tutti intervistati da Claudio Bernieri alla fine degli anni 70.
Un prezioso documento storico in cui dieci anni di canzoni politiche e d'autore sono raccontati dalle voci dei protagonisti dell'epoca.
Il tutto accompagnato dalla presentazione dell'album I BUONI MAESTRI, una raccolta di canzoni di protesta e rivoluzionarie.
Sul palco, tra racconti e musica, l'autore Claudio Bernieri
con interventi musicali di Caludio Fucci, Marco Ferradini, Faz Waltz e altri.
Claudio Bernieri è nato Milano. Autore di numerose canzoni (tra le quali Piazza Fontana e un LP con Nicola Arigliano) ha fatto parte del Nuovo Canzoniere Italiano e del complesso Yu - Kung. E' stato inviato di guerra del settimanale L'Europeo.
Come giornalista ha scritto per Corriere della Sera, Sabato, Oggi, Avvenire, Unità, La Padania.
Dirige la web tv Milanosmarritatv. Premio Ilaria Alpi con il documentario I Dimenticati di Cernobyl .
Ha scritto per Derive Approdi il libro Veneri di Strada, racconti di prostitute.
Ha pubblicato Wanda,l'ultima maitresse, ed. Memoranda, la storia della tenutaria che ispirò Montanelli, da cui sta preparando un musical.

*****************************

 PROSSIMI APPUNTAMENTI DI ATTENZIONE! SCRITTURA FRESCA! IN ORARIO APERITIVO

 DOMENICA 12 FEBBRAIO ORE 19.00 - INGRESSO LIBERO

BRIGATE NONNI
i Ribelli del tramonto
con MATTEO SPERONI + INCURSIONI MUSICALI DI FOLCO ORSELLI

Matteo Speroni presenta il suo ultimo libro "BRIGATE NONNI I RIBELLI DEL TRAMONTO" scortato dalle musiche di FOLCO ORSELLI

Cosa succede quando un'intera generazione scopre di non aver dritto a niente? La rivoluzione.

Un libro che sembra raccontare l'epilogo irreversibile del paese in cui oggi viviamo.
Un romanzo che ha il sapore amaro della preveggenza.
Centinaia di migliaia di sessantenni scoprono di non aver diritto alla pensione. Ed è così che un gruppo di anziani capeggiati da Vincent, tassista abusivo ultrasessantenne, appassionato di semiotica, decide di fare la rivoluzione.

Matteo Speroni (Milano1965) è giornalista professionista e attualmente lavora per la cronaca di Milano al Corriere della Sera.
Laureato in Filosofia, ha cominciato a occuparsi di giornalismo sociale alla fine degli anni Ottanta con inchieste su mafia, droga e immigrazione.
Per Cooper ha già pubblicato il suo primo romanzo I diavoli di Via Padova.

La rassegna prosegue....


MARZO | STORIA RAGIONATA DELL'HIP HOP ITALIANO
Damir Ivic racconta il suo ultimo libro e la sua passione.
A seguire POETRY SLAM a cura di OLYO!bollente e MARCO BORRONI (incastRIMEtrici vol.2).

APRILE | PIOVONO PIETRE. CRONACHE MARZIANE DA UN PAESE ASSURDO
Alessandro Robecchi presenta il suo libro accompagnato da un dj set d'eccezione

MAGGIO | A maggio chiudiamo in bellezza con un libro interamente dedicato al BLOOM
e ai suoi migliori SVILUPPI INCONTROLLATI!

 

Print Friendly, PDF & Email


SMOG: I CONTI DEL 2011 IN LOMBARDIA
In Lombardia polveri in aumento ovunque: nessun capoluogo è a norma, Milano a picco su tutti gli indici

Milano e Monza di gran lunga  i capoluoghi più inquinati della pianura; il nemico numero 1 rimane il traffico stradale

Non c'è partita nel 2011, il consuntivo di fine anno e le serie storiche del decennio consegnano a Milano la palma di città più inquinata tra i capoluoghi lombardi. Malissimo l'indice che misura i superamenti della soglia di 50 microgrammi/mc per le polveri sottili: 151 le giornate irrespirabili nel capoluogo lombardo (l'anno scorso furono 'solo' 95). Per Monza le giornate sono state ben 121 (contro le 92 del 2010); siamo scesi al quarto posto in classifica ma abbiamo ben 1 giorno su 3 di splafonamento.

Oggi in Lombardia è il traffico stradale il vero nemico da battere.” come rileva il presidente di Legambiente Lombardia, Damiano Di Simine "Purtroppo, con l'unica notevole eccezione dell'Area C a Milano, non possiamo dire che questa consapevolezza informi le politiche di Regione e province, che da un lato affermano di voler combattere lo smog, ma dall'altro non fanno abbastanza per lo sviluppo di concetti più intelligenti di mobilità: vorremmo che il 2012 fosse l'anno del trasporto pubblico e del trasporto merci sostenibile"

Se la conta dei giorni è andata proprio male, anche peggiori sono i dati sulle concentrazioni medie: Milano si conferma capitale della Mal'aria, arrivando a fine anno con una concentrazione media di polveri nell'aria, calcolata su tutte e tre le centraline urbane, pari a 49,1 microgrammi/mc. Un aumento pesantissimo, più alto di quasi il 25% rispetto al 2010, quando per la prima volta da decenni a Milano le concentrazioni di smog erano rimaste, sia pure di poco, al di sotto dei 40 microgrammi/mc che l'UE autorizza a considerare tollerabili.

Non vanno meglio le altre città padane, a partire dal capoluogo brianteo (47,4 microgrammi nel 2011), città immersa nella stessa nube metropolitana che avvolge Milano. Un aumento pesantissimo anche per Monza, più alto di quasi il 20% rispetto al 2010.

Questi dati confermano l’indifferenza dell’Amministrazione comunale,” precisa il Presidente del circolo locale Atos Scandellari “nei confronti della salute dei cittadini. Diventa imprescindibile convincere i monzesi, con le buone o con le cattive, che è possibile muoversi in modo efficace e soddisfacente anche senza usare l’automobile. Risulta quindi indispensabile fornire loro, ed al più presto, tutte le strutture ed i mezzi alternativi possibili all’auto. Bus navetta o a chiamata, paline segnaletiche intelligenti alle fermate degli autobus, il car sharing anche per le Circoscrizioni 2 e 3, il potenziamento delle piste ciclabili, la riattivazione delle giornate ecologiche, ecc.. Interventi ancor più urgenti oggi in vista dei pesanti interventi edificatori, alcuni già in atto in città, a seguito dell’adozione della variante al PGT.”

"Portare sotto controllo i parametri dell'aria è possibile, affrontando scelte chiare - conclude Damiano Di Simine - ma per questo serve una chiara indicazione di priorità degli investimenti pubblici e privati: è ora di dedicare progettualità e risorse ad un complessivo potenziamento e ammodernamento dei servizi e delle reti di mobilità collettiva, per rendere la metropoli lombarda, e le aree limitrofe, competitive con le altre grandi concentrazioni urbane del continente"

I dati del 2011: media annua e numero di giorni di superamento del limite dei 50 microgrammi/mc, in verde i valori al di sotto dei limiti tollerati.

MB

BS

MI

MN

LO

BG

PV

CO

LC

VA

SO

CR

Media PM10, microg/mc

47,4

42

49,1

40,9

40,2

40,4

41,8

35,4

33

34,5

26,8

42,4

Giorni di superamento

121

125

151

129

104

106

103

76

71

69

44

109

I dati del 2010

MB

BS

MI

MN

LO

BG

PV

CO

LC

VA

SO

CR

Media PM10, microg/mc

40,4

39,0

40,6

37,5

35,3

36,9

34,3

31,2

25,6

30,8

25,1

 n.d.

Giorni di superamento

92

89

87

83

73

71

54

42

42

40

31

 n.d.

Fonte: elaborazione Legambiente Lombardia su dati ARPA

 Le polveri sottili sono tra le principali cause di malattie bronchiali per i bambini; lo confermano molti rappresentanti delle istituzioni sanitarie. Anche piccole variazioni percentuali di PM10, come di altri inquinanti, producono ampie variazioni nel numero di ricoveri ospedalieri.

Siamo stati dunque abbondantemente fuori legge nel 2011, anno che ha fortemente smorzato i troppo facili entusiasmi con cui, fino al 2010, si registrava una apparente tendenza al miglioramento della qualità dell'aria che durava dal 2006 (grafici allegati)

Da oggi ricomincia la conta dei superamenti, ma non quella dei segnali positivi. L'unica vera novità, certo di non poco conto, è l'istituzione di area C a Milano, i cui effetti saranno sicuramente apprezzabili a livello locale, ma non muteranno un quadro regionale che ha bisogno di politiche più coraggiose per quanto riguarda, in particolare, il capitolo della mobilità. Tutti gli altri comuni, ad iniziare da Monza, si nascondono dietro alla foglia di fico della programmazione regionale.

Monza: 02.01.2012

CIRCOLO LEGAMBIENTE DI VOLONTARIATO ALEXANDER LANGER

Viale Libertà, 33 - 20900 Monza; e-mail: monza@legambiente.org">monza@legambiente.org ; www.legambientemonza.org