Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Gestione illecita e deposito incontrollato di rifiuti:

intervento della Polizia Locale

La Polizia Locale -Nucleo Vigilanza Ambientale- ha accertato la presenza di un cumulo di rifiuti per circa 2000 mc in largo Segrino al confine con Muggiò. Il materiale rinvenuto era costituito da detriti e macerie provenienti da lavori stradali depositati sulla terra nuda nell'area adibita a deposito mezzi di una ditta.

La zona è stata posta sotto sequestro dagli agenti per consentire l'effettuazione delle analisi dei materiali da parte del personale dell'ARPA con il fine di verificare l’eventuale presenza di rifiuti pericolosi.

Nei confronti del titolare dell’area si è proceduto con la denuncia all’Autorità giudiziaria per il reato di gestione illecita e deposito incontrollato di rifiuti.

Il controllo delle aree periferiche e dei reati commessi nell’ambito della gestione illecita dei rifiuti – afferma l’Assessore alla Sicurezza Simone Villa sono sempre state una delle priorità della nostra Polizia Locale.

Reati di questo genere sono purtroppo sempre dietro l’angolo e per questo motivo l’attenzione continuerà a rimanere alta. Questo intervento si inserisce nell’ambito dei servizi di controllo specialistico del territorio che negli ultimi mesi sono stati potenziati sensibilmente.

Un grazie va al consigliere Faglia che ha segnalato in Consiglio Comunale questa situazione di degrado nella zona di confine tra la città di Monza e Muggiò. La puntualità nel segnalare situazioni di questo tipo da parte di cittadini e Consiglieri Comunali è un elemento sempre fondamentale per interventi tempestivi”.

 

Monza, 18 novembre 2011

Ufficio Stampa 

 

Print Friendly, PDF & Email

Gentilissimi,

con la presente Vi invitiamo all'evento organizzato dall'associazione Barzanò Arte e Cultura "Chi è Dio? Perchè credere in lui?",

che si svolgerà martedì 22 novembre 2011 alle ore 20.45 presso il Palazzetto del centro Paolo VI di Barzanò.

Interverranno due eminenti studiosi: Mons. Fumagalli, vicerettore della Biblioteca Ambrosiana di Milano, e Vito Mancuso, teologo "progressista".

In allegato vi inoltriamo il comunicato stampa, il profilo dei relatori e il volantino relativo alla serata.

RSVP

 

Print Friendly, PDF & Email

Buongiorno,

su www.mbreporter.it, ecco in che condizioni si trova la variante della SP6 iniziata e abbandonata alle spalle dell'ospedale di Monza.

Dopo undici anni, è ancora ferma. Un "caso" al centro di incredibili vicende tecniche e burocratiche, un monumento allo spreco di denaro pubblico.

E nel punto del previsto collegamento con la SS36 abbiamo scoperto che...

 I migliori saluti

www.mbreporter.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Premio di Laurea

della Fondazione dell’Ordine degli Architetti e P.P. e C. di Monza e Brianza

MOSLO in BRIANZA.

VERSO UNA MOBILITA’ SOSTENIBILE.

Nell’ambito del progetto MOSLO - MObilità Sostenibile in LOmbardia- presentato dalla Consulta Regionale Lombarda al Concorso “Expo dei Territori: Verso il 2015”, l’Ordine degli Architetti, P. P. e C. della provincia di Monza e della Brianza ha avviato un processo di analisi ed approfondimento delle tematiche legate alle infrastrutture ferroviarie presenti sul territorio di Monza e Brianza e alla loro possibilità di sviluppo ed intersezione con percorsi ciclopedonali, turistici, enogastronomici esistenti da potenziare e promuovere in modo organico e sinergico.

Da questa analisi è emerso, quale ambito particolarmente degno di attenzione e approfondimento per le sue peculiarità storico - culturali - artistiche - paesistiche, il territorio caratterizzato dalla infrastruttura ferroviaria MONZA - MOLTENO - OGGIONO.

Con l’obiettivo di creare le basi per una riflessione più approfondita sulla mobilità sostenibile, legata al tema della valorizzazione di questa tratta ferroviaria e alla riqualificazione del territorio circostante, caratterizzato anche dal Parco della Valle del Lambro, la Fondazione dell’Ordine degli Architetti, P. P. e C. della provincia di Monza e della Brianza, bandisce il premio Tesi di Laurea MOSLO IN BRIANZA.VERSO UNA MOBILITA’ SOSTENIBILE.

Informiamo che l’Ordine degli Architetti, P. P. e C. della provincia di Monza e della Brianza ha concesso una proroga dei termini di presentazione della domanda di partecipazione alle ore 12.30 del 27 gennaio 2012. Le modalità di presentazione restano invariate.

 

Print Friendly, PDF & Email

COMUNICATO STAMPA di APRIRE AL CAMBIAMENTO

Perchè non partecipiamo alle primarie.

Aprire al Cambiamento è un movimento di opinione voluto da cittadini monzesi, stanchi di un sistema dei partiti che oggi non dà risposte concrete ai loro bisogni reali. Nasce dall'idea di un gruppo di simpatizzanti del centrosinistra cittadino ma trova subito terreno fertile nell’aggregare persone di diverse estrazioni culturali e sociali.

Promuove la candidatura di Vincenzo Ascrizzi a Sindaco di Monza.

Aprire al Cambiamento vuole rifondare il quadro politico istituzionale monzese, mettendo al centro un’idea di “Città Intelligente” per costruire le condizioni, economico-sociali, per fare diventare, nei prossimi cinque anni, Monza punto di riferimento dell’intero sistema paese di un nuovo modello di sviluppo etico e sostenibile.

Le primarie sono un importantissimo momento di partecipazione, ma riteniamo che a Monza il procrastinarsi di una fase propedeutica alle stesse, rischia di danneggiare un movimento come il nostro. Quindi non parteciperemo a questo momento di consultazione che seguiremo con il massimo interesse.

Il quadro politico nazionale influenza le scelte locali e in questi giorni avvengono cose di portata storica: cade Berlusconi ma arriva un governo in mano ai poteri forti, ai banchieri.

Noi saremo l’alternativa sia al berlusconismo, sia allo strapotere dei tecnocrati.

Rimane inteso, fin da ora, che il nostro campo d’azione è nell’ambito del centrosinistra, che vogliamo inclusivo di realtà come la nostra, che operano una scelta di autonomia utile per chi vuole essere riferimento di fasce di popolazione che vanno oltre lo schieramento di sinistra.

"Aprire al Cambiamento" per Ascrizzi Sindaco

 

Print Friendly, PDF & Email

PROSEGUE LA VERTENZA ANTOLOGIA

Sono passate ormai alcune settimane dall’inasprirsi della vertenza che riguarda i 68 dipendenti dell’Azienda Antologia.

Non vi sono certezze sul futuro e con il passare del tempo le preoccupazioni aumentano. Sono ormai tre settimane che la produzione di nuove piante è ferma, non è quindi possibile capire quali prospettive ci aspettano.

Nelle prossime ore sono già previsti una serie di incontri e di iniziative per rendere pubblica tutta la nostra indignazione:

MARTEDI’ 22 NOVEMBRE ORE 21

CONSIGLIO COMUNALE APERTO di BURAGO DI MOLGORA

GIOVEDI’ 24 NOVEMBRE ORE 9

PRESIDIO AI CANCELLI DELL’AZIENDA con delegazioni delle Aziende del territorio

VENERDI’ 25 NOVEMBRE ORE 15

INCONTRO ISTITUZIONALE PRESSO LA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

Breve

RESOCONTO SITUAZIONE AZIENDA AGRICOLA ANTOLOGIA

L’ Antologia è una delle più importanti realtà vivaistiche d’Italia.

Il vivaio consiste in circa 55 ettari presso la sede di Burago Molgora, più alcuni altri terreni nei comuni adiacenti.

Dopo aver raggiunto il periodo di massima espansione alla fine degli anni 90 con un occupazione che, nella fase stagionale più alta, è arrivata a circa 150 lavoratori.

Oggi una lenta discesa ha portato ad un totale di 68 dipendenti suddivisi in due società ANTOLOGIA SNC e ANTOLOGIA SS, una commerciale e l’altra agricola. Circa il 50% dei lavoratori sono di origine Marocchina e in età avanzata.

Già nel 2006 abbiamo provato ad affrontare le difficoltà dell’azienda provando a costruire un accordo per ridurre il costo del lavoro rispondendo alle esigenze di stagionalità. Dopo una lunga trattativa, trovata la soluzione, gli imprenditori hanno abbandonato il tavolo affermando non fosse più necessario l’intervento.

Ora la situazione debitoria dei proprietari sembra essere insostenibile, debiti con lo Stato e con gli istituti di credito.

Un pool di consulenti stà cercando di uscire dall’emergenza prospettando una soluzione che prevede un taglio del 50% dell’occupazione.

La situazione è critica avendo ritardi nel pagamento delle retribuzione e una copertura molto limitata degli ammortizzatori sociali. Inoltre parte del vivaio è già stato destinato, dai PGT dei comuni, ad area residenziale.

FLAI CGIL BRIANZA

Tel. 039/2731219

Cell. 335/7497871

Simone.pulici@cgil.lombardia.it

Monza, 16/11/2011

 

Print Friendly, PDF & Email

Venerdì18 novembre 11

 NEVERLAND: SAKEE SED + HIBAGON + POLPI DJ SET

 Apertura porte: 22.00 - Inizio spettacoli: 23.00 - Ingresso libero

Ultima data per i Sakee Sed che presentano il loro nuovissimo BACCO EP.
Un disco che spiazza e riceve subito ottimi consensi dalla critica.
Ora i due, Ghezzi e Perucchini, vengono a chiudere il loro lungo tour con la family e gli amici,
a riproporre i tutti i loro brani che gli ha consacrati come il gruppo
(totalmente) indipendente più attivo nel panorama italiano

FESTA DI CHIUSURA TOUR

www.myspace.com/sakeesedfamily

 

Print Friendly, PDF & Email

Invito all'VIII Congresso del Partito della Rifondazione Comunista.

Completato lo svolgimento di tutti i Congressi dei sette Circoli territoriali della Brianza, la nostra prossima importante scadenza politica è il Congresso della Federazione Monza e Brianza cui parteciperanno i/le trentasei delegati/e eletti/e in rappresentanza dei 180 iscritti al PRC relativi al 2010.


Un Congresso molto importante per la definizione della linea politica del Partito della Rifondazione Comunista non solo a livello nazionale ma anche a livello provinciale. Il Congresso cade infatti in un momento particolare e drammatico della vita politica e sociale del nostro paese.
Il Governo Berlusconi è caduto, il nuovo governo Monti espressione diretta di BCE ed FMI è cosa fatta. E’ la soluzione più gradita ai mercati.
Attorno a lui si inchina un unanime e silente Parlamento.
Del resto se la vicenda è guardata con gli occhi di Marx, non ci sono misteri: se è vero che il governo è il gabinetto d'affari della borghesia, questa quando annusa pericoli per sè stessa spazza via il velo politico e gestisce direttamente il potere. Si preannunciano dunque manovre lacrime e sangue di sostegno diretto agli stessi mercati finanziari che sono la vera causa di questa crisi.
I punti dettagliati della BCE diventeranno il programma di governo.
La possibilita' di esprimesi attraverso il voto, le grandi attese di cambiamento e di giustizia sociale,sono sacrificate sull'altare del mercato.

Occorre perciò costruire un fronte ed una vera opposizione sociale e politica in grado di contrastare le politiche liberiste e le scelte drammatiche che già il governo Monti preannuncia.

Sul territorio della nostra Provincia il Partito della Rifondazione Comunista è attivo ed organizzato con i suoi circoli territoriali e con i suoi eletti nelle amministrazioni comunali.
E' presente e propositivo nei diversi comitati, lotte, campagne referendarie, lotte operaie e nel mondo della scuola.
Non ultima la nostra presenza attiva alle elezioni amministrative 2012 che ci vede presenti in diverse elezioni amministrative.
Tra queste, ricordiamo Monza dove saremo presenti sin dalle primarie di coalizione di centro sinistra (del 22 gennaio 2012) con il nostro candidato della FDS Francesco Beretta.


VIII Congresso Federale della Federazione Monza e Brianza
Sabato 19 Novembre 2011 ore 14.00 - 20.00
presso il Circolo Libertà, Viale Libertà 33, Monza

La giornata congressuale e’ organizzata come segue:
ore 14:30 apertura lavori congressuali, commemorazione della compagna partigiana Norina Brambilla Pesce, nomina Presidenza e commissioni e relazione della segretaria uscente Anita Giuriato.
ore 15:30 saluti e contributi da parte di associazioni, forze politiche e sindacali
ore 16:30 confronto e discussione dei delegati e delle delegate sui documenti congressuali.
ore 19:00 votazione dei componenti del Comitato Politico Federale e dei delegati al congresso Nazionale di Napoli 2-4 dicembre.

Ai lavori congressuali parteciperà il compagno Augusto Rocchi in rappresentanza della Direzione Nazionale del PRC


La Segretaria della Federazione Monza e Brianza
Partito della Rifondazione Comunista

Anita Giuriato

Monza, 15 Novembre 2011

Partitodella Rifondazione Comunista - Federazione Provinciale di Monza e Brianza

Via Borgazzi 9 - Monza

www.prcbrianza.it
www.brianzapopolare.it
segreteria@prcbrianza.it

 

Print Friendly, PDF & Email

cari amici, pochi giorni fa vi scrivevo:

" come sapete si stanno organizzando le primarie del PD per la candidatura a sindaco di monza per il centro sinistra.
Con una decisione che a dire il vero non condivido, il partito (dopo una iniziale determinazione di altro genere) ha deciso una sorta di pre-selezione, richiedendo che chi si è dichiarato disponibile trovi la sottoscrizione di un certo numero di iscritti.
Non sono d'accordo, sia perché chi ha "messo fuori la faccia" lo ha fatto pensando alle regole iniziali e in tale prospettiva si è mosso, sia perchè la scelta di una persona da candidare non ad una carica interna, ma ad una posizione pubblica secondo me dovrebbe essere affidata agli elettori e non agli iscritti ad un partito.
che si fa?
mi butto a inseguire le firme?
lascio perdere e passo alla fase 2, cioé la raccolta tra i cittadini di 250 firme? altre possibilità?"

ho ricevuto una certa quantità di telefonate e scritti, alcuni aperti, altri ad personam, con vari consigli.

La maggior parte delle persone che potrebbero appoggiarmi, pur non essendo già nel partito, mi ha incoraggiato a proseguire, proprio in considerazione che la mia candidatira era stata avanzata con la clausiola di non dover sottostare a prelezioni da parte di iscritti.
Dopo tali considerazioni:
sospendo ogni raccolta di firme, liberando da ulteriori sforzi gli amici che si stavano impegnando e chiedendo loro di ritirare le firma già apposte o "prenotate", in modo che restino comunque a disposizione di altri candidati.
comunico che intendo raccogliere le 250 firme di elettori (segretario e/o esecutivo: basta questa dichiarazione o devo fare qualcosa di ulteriore? attendo risposta e modulistica varia)

da ultimo, ma proprio di striscio e senza alcuna polemica: per carità non fatemi più sentir dire che in realtà le candidature sono in qualche modo fittizie, volte ad ottenere posti in lista o in Giunta.

buon lavoro a tutti
Marco Riboldi

 

Print Friendly, PDF & Email

Il prossimo 26 novembre, a Monza, presso la sala conferenze de “Il Cittadino”, Via Longhi, 3, dalle ore 9.00 alle 13.00, avrà luogo il Convegno organizzato dal Comitato Verso il DES Brianza, avente titolo: “IL LAVORO CHE CAMBIA, IL LAVORO CHE MANCA: OPPORTUNITA’ O MINACCE?”

L'idea di riflettere sul tema del lavoro all'inizio di questo millennio richiede disincanto, coraggio, ed un pizzico di utopia. Se si potesse uscire dal campo delle certezze consolidate, sul piano economico, valoriale ed antropologico, avremmo una nuova chance per guardare al tema del lavoro “decostruendo” da un lato la sua sacralità ed ineluttabilità e tornando ad abitare gli spazi interiori ma anche sociali della felicità, della realizzazione dell'uomo e, soprattutto, della sua dignità. Per questo siamo rimasti colpiti dalla riflessione che ci viene dal Blog “Il volo del calabrone”, nella quale un gruppo di amici, alcuni sindacalisti di lungo corso, si interroga in maniera inedita sul tema del lavoro oggi e dei suoi annessi, in primis la globalizzazione.

Pensiamo ad un utile confronto tra due mondi in crisi:

· L'Economia Solidale, che in Italia è ancora residuale, pressochè una testimonianza, vive una CRISI DI CRESCITA: i GAS si moltiplicano in modo spesso tumultuoso ed ambiguo, i media spesso confondono il mondo del consumo critico e consapevole come una scorciatoia per scampare la crisi ed il caro vita; da un lato si attivano progetti e percorsi altamente innovativi, che prefigurano nuovi stili di vita ed un diverso modello di sviluppo; d'altro canto questo mondo fatica a confrontarsi con i macro-temi ed i macro-numeri ad essi legati (si pensi alla crisi, la disoccupazione, la coesione sociale, povertà e vulnerabilità crescenti, la fiscalità, il welfare,......)

· Il Sindacato, che da un lato è portatore di grandi narrazioni e di una grande capacità organizzativa, dall'altro perde, come sabbia che scivola tra le dita, l'oggetto principale della sua missione, il lavoro. Un lavoro che si fa precario, indefinito, sfuggevole e non più vettore di speranza, di sicurezza e di futuro. Si trova a gestire un conflitto generazionale neanche troppo latente tra il mondo dei “diritti acquisiti” (che, peraltro, gli garantisce il sostentamento ed esige una coerente rappresentanza) e quello dei “diritti mancati”, a cominciare dal lavoro stesso. La difficile opera di tessitura di una solidarietà tra questi mondi unita alla difficoltà di aprire un profondo ripensamento sul modello di sviluppo, mantiene le grandi organizzazioni Sindacali del '900 ancorate ai miti della crescita illimitata e della difesa dell'occupazione, anche a prescindere dall'output, dai costi sociali ed ambientali dei frutti, spesso velenosi, del lavoro oggi.

Due difficoltà, Reti di Economia Solidale (DES Brianza) e Sindacato, che si incontrano, si confrontano e si lasciano interrogare da qualche pensiero alto, per capire se vi possano essere percorsi comuni o almeno paralleli per cominciare a “Vivere DEL lavoro, non PER il lavoro”.

Per DES Brianza:
Sergio Venezia e Danilo Villa

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)